CHINA, PROPOSTA PER EVITARE LO “SBARCO SELVAGGIO” DI AUTO

1400615723.JPGdi Giulio China*

In considerazione che la giunta municipale è l’unico organo competente a stabilire i limiti  e le modalità della 1783346315.2.JPGnormativa che annualmente viene sottoposta al ministero dei lavori pubblici per l’emanazione del decreto che limita l’afflusso di veicoli a motore nelle isole Eolie, vi formulo alcune considerazioni per rendere il decreto relativo all’anno 2009 piu’ efficace. Anzitutto ritengo necessario che al decreto venga data piu’ ampia pubblicità in tempo utile e in maniera corretta (non difforme) sia per consentire la massima diffusione sia per evitare che una distorta divulgazione produca, come quest’anno, lamentele nei confronti dell”organizzazione turistica locale. In secondo luogo, al fine di ottenere i risultati voluti in relazione al contenimento dell’afflusso dei veicoli a motore che normalmente sbarcano, appare assolutamente e prioritariamente indispensabile dotare i veicoli da trafserire di una autorizzazione da presentare alle agenzie dei vettori di Milazzo e Napoli e di  un “mezzo di controllo” che dovrà essere esposto nel veicolo per tutta la durata di permanenza nell’Arcipelago. Tale mezzo di controllo potrebbe consistere in un contrassegno autoadesivo da applicare sul parabrezza delle vetture e lo stesso dovrebbe riportare a cura del “rilasciante” il periodo di validità con data di arrivo e di partenza. I detti contrassegni, preventivamente e progressivamente numerati, anche al fine di permettere un controllo eventutalmente limitativo in rapporto alle capacità ricettive delle isole, dovrebbero essere consegnati a cura del Comune alle strutture ricettive ufficiali, affinchè le stesse li inoltrino ai propri clienti prenotati e abilitati in relazione al contenuto del decreto. Ciascuna delle predette strutture dovrebbe periodicamente, all’esaurimento del quantitativo assegnato, consegnare al Comune un elenco, precedentemente fornito dallo stesso, riportante accanto al numero di ciascun contrassegno, la targa della vettura autorizzata, il periodo di utilizzo e il nome del destimnatario. Ritengo che la diffusione del predetto mezzo di controllo potrebbe essere utilizzata senza difficoltà e il suo impiego consentirebbe sia di ospitare soltanto le vetture autorizzatesia di consentire un controllo in loco agli agenti preposti a tale compito. Le strutture ricettive non ufficiali (che realizzano contratti di locazione privato) potrebbero richiedere come per il passato la prevista autorizzazione e il relativo contrassegno ad apposito ufficio del Comune o struttura delegata. Inoltre il contrassegno adesivo, se opportunamente realizzato, potrebbe essere antenuto visibile nei veicoli anche dopo il periodo di vacanza, ottenendo cosi’ una gratuita promo-pubblicità per le Eolie. Naturalmente occorre attivare dei controlli nelle agenzie dei vettori che operano con le Eolie e negli sbarchi stabilendo delle sanzioni a carico delle agenzie in caso di ingresso sulle isole di mezzi a motore non autorizzati.

*Assessore al patrimonio del Comune di Lipari.

ALLARME METEO

80120275.2.jpgUna perturbazione attiva sul Mediterraneo centrale provocherà, nelle prossime ore, condizioni di forte instabilità nel Sud del Paese.

La Protezione Civile ha diramato un avviso di avverse condizioni meteorologiche valido a partire dalla serata di oggi, per le successive 24 ore, che prevede fenomeni temporaleschi, anche di forte intensità, sulle regioni meridionali.

I temporali, che potranno essere accompagnati da raffiche di vento e frequente attività elettrica, interesseranno in particolare i settori meridionali e occidentali della Sicilia e i mari prospicienti l’Isola.

LOMBARDO, PER IL PONTE OCCORRE LA COPERTURA FINANZIARIA

di Gregorio Arena*

1201837984.jpg“Dopo la conferma della pubblica utilità dell’opera, decretata oggi dal Cipe, il governo nazionale deve garantire solo la copertura finanziaria, poi il ponte sullo stretto di Messina sarà una realtà”. Il Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, commenta così le notizie che arrivano da Roma, al termine della seduta del Cipe, il comitato interministeriale per la programmazione economica.

 

Il Ministro delle infrastrutture, Altero Matteoli ha detto che la delibera del Cipe rappresenta un “ulteriore tassello nel percorso di riattivazione del manufatto”, dopo lo “stop” impresso dal governo Prodi. Il governo ha inserito la realizzazione del ponte nell’allegato infrastrutture che fa parte del Documento di programmazione economica e finanziaria.

 

“La Sicilia è pronta – conclude Lombardo – a definire in tempi rapidissimi tutti i provvedimenti previsti dalla Legge Obiettivo, per dare via libera all’apertura dei cantieri”.

 

 

 *Ufficio Stampa Regione Sicilia

 

 

BAGNAMARE, MA LA COMPETENZA E’ DELLA PROVINCIA O DEL COMUNE?

567819150.JPGLIPARI –  Sono già trascorse due settimane dal colpo del “KO” alla strada di Bagnamare. E’ strano che la Provincia ancora non si sia attivata per riparare la frequentata rotabile.
C’è quindi da chiedersi: ma la competenza per la riparazione
della strada di Bagnamare è proprio dell’Ente messinese?
Giunge notizia che forse è di competenza del Comune di Lipari, anche alla luce dei lavori che sono stati fatti nei mesi scorsi e che alla prima pioggia hanno causato un vero e proprio dissesto..
Sulla “querelle” sarebbe interessante avere una risposta dall’assessore ai lavori pubblici Corrado Giannò.
Lettera firmata

LO CASCIO E IL PROGETTO “LIFE-NATURA”

di Pietro Lo Cascio*

 

1031903023.jpgcome Lei certamente ricorderà, il Comune di Lipari è stato promotore di un progetto comunitario Life-Natura, denominato LIFE99 NAT/IT/006217 o, più semplicemente, “Eolife99”, finalizzato alla tutela di alcune specie vegetali rare o minacciate presenti nel nostro arcipelago e per le quali l’Unione Europea prevedeva l’accesso a finanziamenti – anche congrui – destinati ad azioni per la loro conservazione. Si trattava di un’iniziativa varata nel 1999 e resa possibile grazie alla sensibilità dell’Amministrazione che l’ha preceduta, quella dell’allora sindaco Michele Giacomantonio, che la Sua Amministrazione ha “ereditato” e gestito durante le fasi conclusive, poiché tale progetto si è formalmente concluso nel 2004.

Nell’ambito delle azioni a carico del Comune di Lipari figurava la realizzazione di un “vivaio”, dotato di un casotto prefabbricato e di un serbatoio per la raccolta dell’acqua, che è stato allestito in località Vallone Bianco su un terreno di proprietà comunale, previa dovuta deliberazione dell’Amministrazione.

Come Le sarà certamente noto, anche dopo la conclusione dei progetti finanziati (in questo caso, al 75%) dall’Unione Europea, le azioni intraprese vengono mantenute sia per un principio di coerenza con le iniziative proposte e svolte, sia allo scopo di eventuali verifiche dei risultati – il cui esito può ovviamente condizionare l’ammissione dell’Ente a futuri progetti di vario genere che accedano a fondi comunitari. Alla luce di tali doverose premesse, La interrogo per conoscere l’attuale utilizzo della proprietà comunale precedentemente destinata ad ospitare il vivaio del progetto Life-Natura in parola, ovvero se siano stati mantenuti l’originario allestimento e le sue dotazioni; in caso contrario, per quale motivo e tramite quale atto si è ritenuto di variare la precedente destinazione.

*Consigliere comunale “Eolie nel Cuore”.

NOVELLA, MA NON TANTO…

661462583.gif Il jeepers club di Roma dopo avere appreso attraverso “ll Notiziario”  lo stato della strada di Bagnamare ha deciso con il patrocinio della Provincia di Messina di organizzare un raduno di “fuoristrada” lungo la rotabile
dell’isola.
La giunta di Nanni Ricevuto, ha aderito con entusiasmo all’iniziativa e ha promesso che non continuerà ad espletare alcun intervento di manutenzione delle strade eoliane, in maniera tale da assicurare il
divertimento ai “Jeepisti”.
 La notizia ha letteralmente “scosso” tutti i proprietari delle Jeep nel resto dello stivale ed oltre ad applaudire all’iniziativa, hanno incominciato a scaldare  i motori, viste anche le difficoltà che il percorso presenta per tutte le insidie esistenti sulla strada.
Già contattati anche i jeepisti eoliani: il dottor Giovanni Formica, l’ispettore di polizia municipale Guido Natoli, l’avvocato Salvatore Leone, il geometra Bartolo Favaloro, il medico Alfredo Bianchieri ecosi’ via.
 

L’unica grossa preoccupazione è l’ attraversamento della zona di “Bagnamare”, in considerazione che ancora nessuna verifica statica è stata fatta nel muraglione lato mare, che potrebe cedere a causa delle copiose infiltrazioni delle acque nel sottostrada.
Il raduno – comunque – è previsto per il prossimo mese di maggio. Pertanto, eoliani, mettetevi il cuore in pace che sino a tale data nessun intervento di manutenzione sulle strade di Lipari sarà espletato, in considerazione dell’impegno che l’ente provinciale ha assunto.
Cogliendo la…jeep al volo, la SEL ha lanciato anche l’idea di proporre come a “Singapore” un percorso notturno illuminato a giorno ed il Sindaco Mariano Bruno ha già indetto una gara d’appalto per la collocazione di oltre mille lampioni.
E, poi si dice che a Lipari non si fa mai niente……

REGIONE, ASSESSORATO SPRECONE. DOSSIER DELLA CGIL

720294185.jpgGli uffici periferici del Demanio marittimo regionale previsti per legge tre anni fa non sono mai stati istituiti, intanto la Regione per gli stessi compiti ha versato finora 2,620 milioni alle Capitanerie di porto; un avvocato esterno stipendiato con 36.720 euro per dieci mesi nominato da un dirigente pur essendoci già un legale; 68 uffici al posto dei 20 gruppi esistenti prima della legge 10 del 2000, commissioni per la tutela dell’ambiente bocciate dall’Avvocatura dello Stato, ma che rimangono in vita con un costo di 330 mila euro l’anno.

Sono solo alcune delle anomalie accertate dalla Fp-Cgil all’assessorato regionale al Territorio nell’ambito di un monitoraggio sulle inefficienze nella pubblica amministrazione. Il dossier, presentato in conferenza stampa nella sede della Cgil siciliana, è il primo di una serie di inchieste che la Fp, guidata da Michele Palazzotto, farà sugli assessorati della Regione “per togliere il velo da sprechi e clientele”.

La prossima indagine riguarderà l’assessorato ai Beni culturali. “Alla fine di questo nostro viaggio – dice Palazzotto – consegneremo l’intero dossier alla Procura di Palermo ed alla Corte di Conti. Il nostro obiettivo è di scardinare il sistema di clientele e di sprechi ben saldo nella pubblica amministrazione dove si annida la corruzione”.

SATIRA&PIZZNI

8656227.gifIl sindaco di Lipari Mariano Bruno 
pagando le ditte per la messa in sicurezza dei porti,
è diventato…”attore”.
Pertanto a fine legislatura per lui si potranno
aprire le port… del cinema…!!!
D’altronde, nelle isole di Eolo si sono girate grandi opere cinematografiche
e anche opere dei…Pupi…!!!!

MELBOURNE-LIPARI, ANDATA E RITORNO DI…CALCIO

1318464003.JPGdi Marcello D’Amico

Ho letto con grande passione l’articolo del carissimo amico, nonche’ giovane presidente del Ludica Lipari, Peppe Cirino. Innanzitutto congratulazione per la prima vittoria stagionale, e mi auguro che questa sia la prima di una lunga serie. “Chi ben comincia e’ a meta’ dell’ opera”. Ben conoscendo le enormi capacita’ del “patron” e dei suoi collaboratori sono certo che la delusione della promozione non ottenuta lo scorso anno verra’ in parte cancellata a fine campionato. Come ho gia’ detto e’ necessario l’ appoggio di tutti, non bisogna lasciare l’ onere della squada ai soli dirigenti.

Voglio congratularmi pure per l’ eccellente lavoro svolto nel promuovere lo sport tra i ragazzi, dopotutto sono essi il nostro futuro.

Sarebbe veramente bello vedere il Franchino Monteleone coperto d’ erba verde, ed anche in questo sono certo che Peppe fara’ l’ impossibile affinche’ questo possa avverarsi.

Sono anche contento che sono stati ritrovati dei documenti dove e’ racchiusa la storia del “vecchio” Lipari. Puo’ darsi che un giorno possiamo avere anche un piccolo “museo sportivo del Lipari”.

Pertanto dalla lontana Australia mi appello a tutti coloro che in passato hanno fatto parte della famiglia del “Lipari” di ritornare in sede ed assistere Peppe Cirino ed i suoi collaboratori. L’unione fa la forza! Dobbiamo dimenticare il nostro campanilismo per le squadre di serie A or B, e di tifare a crepapelle e di rimboccarci anche le maniche per il Ludica Lipari.

Io sono stato veramente fortunato nella mia vita a ricevere tanto dallo sport in circa 45 anni di attivita’, come atleta, allenatore, direttore tecnico e soprattutto giornalista sportivo. In questi lunghi anni ho avuto il piacere di incontrarmi con i piu’ grandi campioni del mondo ed olimpionici e non solo del calcio, ma non potro’ mai dimenticare la gioia che ho provato a vedere giocare il Lipari nel 1998 ed il Malfa contro lo Stromboli nel 2004 in una partita disputata in condizioni atmosferiche tutt’altro che ideali per uno scontro calcistico.

Sono stato uno dei primi in Australia a ricevere a gennaio del 1975  la qualifica di allenatore Seniores dopo aver frequentato un corso speciale di quindici giorni condotto dal rappresentante della FIFA Eric Worthington. Fra l’ altro ho allenato squadre della State League del Victoria, ma il mio forte e’ sempre stato quello di essere un buon Directtore Tecnico.

Fra tanti trofei vinti  il piu’ bello e’ stato il primo quando nel lontano novembre   1973 ero in panchina e la squadra del Fawkner Under 13 vinse la coppa statale. Non potro’ mai dimenticare la gioia di quei ragazzi. Ben sette di quei giovani giocatori finirono poi per giocare nella State League del Victoria, cosa veramente rarissima. Quindi e’ importante curare il vivaio giovanile ed assumere allenatori ben preparati, questo e’ sempre stato il mio principio di tecnico.

Poi con l’ amico Peppe Cirino ho in comune la malattia delle corse lunghe e nella mia carriera di atleta ho completato quattro maratone, roba veramente da pazzi.

Per caso ho trovato questa foto sbiadita. E’ stata scattata negli anni settanta prima di un incontro del Cruzeiro. Barbanera Marcello D’Amico con alla sua destra il difensore centrale del Brasile Piazza che nel 1970 vinse per le terza ed ultima volta la Coppa Rimet ai Mondiali del Messico trionfando nella finale contro l’ Italia per 4-1.

Non e’ da escludere una visita in Australia di una squadra di Lipari e ricambiata poi da noi eoliani australiani. Sarebbe opportuno farlo presente al sindaco Mariano Bruno prima della sua visita in Australia il prossimo febbraio.

Tramite il Notiziario io seguo tutte le manifestazioni sportive eoliane.

Infine mi rivolgo al cronista sportivo. Vi prego di darci i risultati completi, con le formazioni e marcatori  e posizione in classifica generale. Grazie e buon lavoro!!

NB La richiesta di Marcello D’Amico e degli eoliani d’Australia la giriamo al presidente Cirino. Anche la Ludica, come il Club Meligunis, si doti di un addetto stampa. b.l.

LIPARI, IL CENTRO PER L’IMPIEGO RITORNERA’ NEI LOCALI DIETRO IL PALAZZO POSTALE

1959857548.jpgLIPARI – Entro il mese di ottobre il Centro per l’Impiego (ex Ufficio di collocamento) farà ritorno nell’ex sede dietro l’ufficio postale.

I locali sono stati rimessi a posto e – quindi – i sette dipendenti e il referente Massimo Cronni potranno far ritorno nella sede piu’ adeguata.

Attualmente l’ufficio è ospitato nei locali del Gal-Leader 2, diretto dal professore Luigi Megna. In questi locali, ma anche nei nuovi, sarà sempre aperto lo sportello multifunzionale.