Lami, domani la festa del “Quadaru”

smerlino3.JPGdi Saverio Merlino*

Qualcuno ha messo in giro la voce che domani, 1′ maggio, non si farà la festa del quadaru, la grigliata di salsicce e gli sfinci fritti in piazza a Lami e che i festeggiamenti si sono spostati a Quattropani. Non so da dove viene questa notizia sbagliata e chi si diverte a mettere in giro tali voci. A Lami i festeggiamenti per il 1′ maggio, con tutto quello già programmato dall’Associazione, si faranno regolarmente. Anzi, colgo l’occasione per ribadire a tutti l’invito ad essere presenti nella piccola Borgata di Lami alle ore 12, quando le campane suoneranno a festa e il parroco don Gino Profilio benedirà il quadaru di San Giuseppe. Vi aspetto… e invitate anche i vostri amici.

*Presidente Associazione Borgata Lami

 

L’email

aunci.JPGdi Bartolo Greco
Volevo ringraziare l’Assessore Corrado Giannò per i chiarimenti seppur parziali in merito ai lavori fatti nel curvone di Canneto Unci dal Comune di Lipari per la stradella e la scala.
Lo ringrazio anche per l’invito ad un incontro, ma ritengo che ormai sarebbe più opportuno che l’Assessore fornisse i chiarimenti ed i dettagli a tutti i cittadini, visto che i lavori sono stati fatti con i loro soldi ed è giusto che sia dato a tutti conto di come e perché viene speso il pubblico denaro. Sono certo che per la sua onestà e la sua trasparenza, l’Assessore Giannò non avrà alcuna difficoltà ad informare dettagliatamente la cittadinanza di quanto e perché è stato fatto.

L’email

cgianno2.JPGdi Corrado Giannò*

In merito ad una nota, a firma Bartolo Greco, riguardante dei lavori in località Canneto zona Unci, nella qualità di aunci.JPGAssessore al ramo di questo Comune invito pubblicamente il firmatario della stessa ad un incontro nel corso del quale lo renderò edotto su tutta l’intera vicenda che dal 1982 ad oggi ha visto il Comune di Lipari in difetto e solo per onestà e correttezza intellettuale di un privato cittadino non perseguito giuridicamente. Nella speranza che ciò avvenga in tempi brevissimi porgo cordiali saluti e nel contempo, a chi invece non ha avuto il coraggio di firmarsi dico solo che le capacità, la volontà, la professionalità e la serietà che contraddistingue Dirigente, Capi Area e Funzionari dei LL. PP. non ha eguali e per tale motivo godono della mia personale ed incondizionata stima e fiducia.

*Assessore LL.PP.

Al di la dell’incontro con il cittadino, visto che la “questione-stradella-scalinata” è diventata di dominio pubblico, sarebbe interessante far conoscere la “querelle” anche a tutti gli altri lettori. (bl)

 

Filo diretto Eolie-New York-Nuova Zelanda

“Il Notiziario” continua la sua diffusione in ogni parte del mondo. E grazie alla collaborazione dei tanti eoliani sparsi nel mondo l’iniziativa sta eolie1.jpgriscuotendo sempre piu’ interesse. Pubblichiamo la lettera di Maria Salvi che ricordiamo è nativa di Ginostra che vive a New York che ha inviato a Ginette Ziino Page, altra illustre eoliana che invece vive in Nuova Zelanda.

msalvi.JPGdi Maria Salvi

Cara Ginette, a Lipari ho avuto un’altra intervista con un  giornalista che si chiama Bartolino Leone. E’ devo dire che è molto interessato a conoscere delle cose da noi isolani che viviamo all’estero.  Il suo “progetto” è lo stesso che io avevo incominciato sul sito con quella “tag game”.  Cioe’ dobbiamo scrivere dei nostri avi. Quando sono arrivati in queste terre.  Cosa hanno fatto,  come trascorreva la loro vita,  i lavori… Insomma, quello che noi possiamo ricordare di quello che ci dicevano e poi parlare di noi, dei figli, dei nipoti e dove oggi siamo arrivati. In definitiva, la nostra storia. E soprattutto per continuare a mantenere un “legame” con i nostri indimenticabili scogli. Sfortunatamente, qui negli Stati non esiste piu una comunità come c’era una volta.  Oggi noi siamo già arrivati alla 4′ ed  piu’ generazione.  Non e’ come in Australia o nella Nuova Zelanda ove  ancora esistono dei clubs e anche le comunità di italiani e soprattutto di eoliani.  L’unica cosa che qua abbiamo è la mia iniziativa.  L’associazione è l’unica comunicazione che noi eoliani abbiamo per mantenere i contatti l’uno con l’altro. Ormai qua siamo gia’ parte o siamo diffusi in quella grande “American Melting Pot”.  Lui è divenuto un rappresentante della mia organizzazione.  Continuero’ con la “tag game” con la speranza che può utilizzare le storielle che escono fuori. Gli ho amostra6.JPGanche parlato di te dicendo che sei la “Signora Presidente” della Garibaldi Club e che questo club è il piu’ vecchio del mondo e che tu sei la prima donna in 135 anni ad essere Presidente. Credo che potrebbe essere una buona idea sostenerlo in questo progetto che punta soprattutto a mantenere il “legame” tra gli eoliani sparsi nel mondo con le loro isole Eolie.  Chissà: con il passare del tempo quelli che sono rimasti e noi che abbiamo lasciato, finalmente ci potremo capire. Forse potremo far comprendere le nostre sofferenze. Il sudore. Non tutti quelli che amostra3.JPGabbiamo lasciato la nostra terra abbiamo trovato fortuna. Non tutti siamo ricchi come loro pensano.  Non credo che sia una cosa tanta difficile. Puoi mandare di tanto in tanto una email con la copia della tua newsletter.  E poi ho pensato che sarebbe bello e interessante avere nella tua newsletter delle notizie delle isole Eolie e d’Italia.  Sono sicura che non solo gli isolani ma anche a quelli del Nord piacerebbe leggere notizie della nostra terra.  Potresti dedicare un angoletto chiamato “notizie del’Italia” o ” Bartolino rapporta”.  Ti posso dire soltanto che io personalmente l’ho trovato bravo e molto sincero.  Perciò se possiamo collaborare, sarebbe bello. Che peccato che non abbiamo nessuno in Buenos Aires…l’unico è Pepe….ma per ora povero Pepe è nel’estesi d’amore! Sto mandando una copia di questa lettera anche a Bartolino e sono sicura che lui ti scriverà.  Se gli puoi scrivere in dialetto va bene….altrimente in inglese. Non avere paura del tuo italiano/dialetto…dovresti vedere i miracoli che lui fa con i miei emails.