Lami, domani la festa del “Quadaru”

smerlino3.JPGdi Saverio Merlino*

Qualcuno ha messo in giro la voce che domani, 1′ maggio, non si farà la festa del quadaru, la grigliata di salsicce e gli sfinci fritti in piazza a Lami e che i festeggiamenti si sono spostati a Quattropani. Non so da dove viene questa notizia sbagliata e chi si diverte a mettere in giro tali voci. A Lami i festeggiamenti per il 1′ maggio, con tutto quello già programmato dall’Associazione, si faranno regolarmente. Anzi, colgo l’occasione per ribadire a tutti l’invito ad essere presenti nella piccola Borgata di Lami alle ore 12, quando le campane suoneranno a festa e il parroco don Gino Profilio benedirà il quadaru di San Giuseppe. Vi aspetto… e invitate anche i vostri amici.

*Presidente Associazione Borgata Lami

 

L’email

aunci.JPGdi Bartolo Greco
Volevo ringraziare l’Assessore Corrado Giannò per i chiarimenti seppur parziali in merito ai lavori fatti nel curvone di Canneto Unci dal Comune di Lipari per la stradella e la scala.
Lo ringrazio anche per l’invito ad un incontro, ma ritengo che ormai sarebbe più opportuno che l’Assessore fornisse i chiarimenti ed i dettagli a tutti i cittadini, visto che i lavori sono stati fatti con i loro soldi ed è giusto che sia dato a tutti conto di come e perché viene speso il pubblico denaro. Sono certo che per la sua onestà e la sua trasparenza, l’Assessore Giannò non avrà alcuna difficoltà ad informare dettagliatamente la cittadinanza di quanto e perché è stato fatto.

L’email

cgianno2.JPGdi Corrado Giannò*

In merito ad una nota, a firma Bartolo Greco, riguardante dei lavori in località Canneto zona Unci, nella qualità di aunci.JPGAssessore al ramo di questo Comune invito pubblicamente il firmatario della stessa ad un incontro nel corso del quale lo renderò edotto su tutta l’intera vicenda che dal 1982 ad oggi ha visto il Comune di Lipari in difetto e solo per onestà e correttezza intellettuale di un privato cittadino non perseguito giuridicamente. Nella speranza che ciò avvenga in tempi brevissimi porgo cordiali saluti e nel contempo, a chi invece non ha avuto il coraggio di firmarsi dico solo che le capacità, la volontà, la professionalità e la serietà che contraddistingue Dirigente, Capi Area e Funzionari dei LL. PP. non ha eguali e per tale motivo godono della mia personale ed incondizionata stima e fiducia.

*Assessore LL.PP.

Al di la dell’incontro con il cittadino, visto che la “questione-stradella-scalinata” è diventata di dominio pubblico, sarebbe interessante far conoscere la “querelle” anche a tutti gli altri lettori. (bl)

 

Filo diretto Eolie-New York-Nuova Zelanda

“Il Notiziario” continua la sua diffusione in ogni parte del mondo. E grazie alla collaborazione dei tanti eoliani sparsi nel mondo l’iniziativa sta eolie1.jpgriscuotendo sempre piu’ interesse. Pubblichiamo la lettera di Maria Salvi che ricordiamo è nativa di Ginostra che vive a New York che ha inviato a Ginette Ziino Page, altra illustre eoliana che invece vive in Nuova Zelanda.

msalvi.JPGdi Maria Salvi

Cara Ginette, a Lipari ho avuto un’altra intervista con un  giornalista che si chiama Bartolino Leone. E’ devo dire che è molto interessato a conoscere delle cose da noi isolani che viviamo all’estero.  Il suo “progetto” è lo stesso che io avevo incominciato sul sito con quella “tag game”.  Cioe’ dobbiamo scrivere dei nostri avi. Quando sono arrivati in queste terre.  Cosa hanno fatto,  come trascorreva la loro vita,  i lavori… Insomma, quello che noi possiamo ricordare di quello che ci dicevano e poi parlare di noi, dei figli, dei nipoti e dove oggi siamo arrivati. In definitiva, la nostra storia. E soprattutto per continuare a mantenere un “legame” con i nostri indimenticabili scogli. Sfortunatamente, qui negli Stati non esiste piu una comunità come c’era una volta.  Oggi noi siamo già arrivati alla 4′ ed  piu’ generazione.  Non e’ come in Australia o nella Nuova Zelanda ove  ancora esistono dei clubs e anche le comunità di italiani e soprattutto di eoliani.  L’unica cosa che qua abbiamo è la mia iniziativa.  L’associazione è l’unica comunicazione che noi eoliani abbiamo per mantenere i contatti l’uno con l’altro. Ormai qua siamo gia’ parte o siamo diffusi in quella grande “American Melting Pot”.  Lui è divenuto un rappresentante della mia organizzazione.  Continuero’ con la “tag game” con la speranza che può utilizzare le storielle che escono fuori. Gli ho amostra6.JPGanche parlato di te dicendo che sei la “Signora Presidente” della Garibaldi Club e che questo club è il piu’ vecchio del mondo e che tu sei la prima donna in 135 anni ad essere Presidente. Credo che potrebbe essere una buona idea sostenerlo in questo progetto che punta soprattutto a mantenere il “legame” tra gli eoliani sparsi nel mondo con le loro isole Eolie.  Chissà: con il passare del tempo quelli che sono rimasti e noi che abbiamo lasciato, finalmente ci potremo capire. Forse potremo far comprendere le nostre sofferenze. Il sudore. Non tutti quelli che amostra3.JPGabbiamo lasciato la nostra terra abbiamo trovato fortuna. Non tutti siamo ricchi come loro pensano.  Non credo che sia una cosa tanta difficile. Puoi mandare di tanto in tanto una email con la copia della tua newsletter.  E poi ho pensato che sarebbe bello e interessante avere nella tua newsletter delle notizie delle isole Eolie e d’Italia.  Sono sicura che non solo gli isolani ma anche a quelli del Nord piacerebbe leggere notizie della nostra terra.  Potresti dedicare un angoletto chiamato “notizie del’Italia” o ” Bartolino rapporta”.  Ti posso dire soltanto che io personalmente l’ho trovato bravo e molto sincero.  Perciò se possiamo collaborare, sarebbe bello. Che peccato che non abbiamo nessuno in Buenos Aires…l’unico è Pepe….ma per ora povero Pepe è nel’estesi d’amore! Sto mandando una copia di questa lettera anche a Bartolino e sono sicura che lui ti scriverà.  Se gli puoi scrivere in dialetto va bene….altrimente in inglese. Non avere paura del tuo italiano/dialetto…dovresti vedere i miracoli che lui fa con i miei emails.

 

Da Cagliari in linea Vincenzo Cincotta

VCINCOTTA.jpgdi Vincenzo Cincotta

grati se vorrete entrare nel link sotto indicato:

http://www.dedalonews.it/it/index.php/04/2009/trasporto-aereo-matteoli-autorizza-aumento-voli-isole-minori-sicilia/

E le isole Eolie?

Visit our Website: http://www.aviolipari.com

 

“Il Notiziario”, spazi di propaganda elettorale per le consultazioni Europee

eolie1.jpgLa redazione de “Il Notiziario delle isole Eolie online” comunica che fino alle ore 24 del giorno 4 giugno 2009 mette a disposizione dei candidati spazi di propaganda in occasione delle elezioni Europee che si terranno il 6 e il 7 giugno prossimi. Per informazioni e per la prenotazione degli spazi o per gli appelli-video, si può telefonare ai numeri 090-9811404, 393-9718431, 393.9718272. Si può anche inviare un email a bartleone@tiscali.it

Europee, tutte le liste

aliste.jpgGiochi fatti per le candidature alle elezioni europee in Sicilia. Ecco il dettaglio, lista per lista, nel collegio Isole.

Emma Bonino – Lista Marco Pannella: Marco Pannella, Emma Bonino, Antonella Casu, Aldo Loris Rossi, Maria Isabella Uggioni, Gianmarco Ciccarelli, Donatella Corleo, Roberto Cicciomessere.

Lega Nord: Umberto Bossi, Matteo Briganti, Angela Maraventano, Mauro Morlè, Massimiliano Piu, Orsola Porretto, Maria Grazia Floris, Caterina Mendolia.

Udc: Saverio Romano, Giuseppe Naro, Antonello Antinoro, Pippo Gianni, Maria Grazia Brandara, Luisa Lantieri, Gian Benedetto Melis, Concetta Vindigni.

Fiamma tricoloreDestra sociale: Francesco Nicola Condorelli Caff, Ignazio Etzi, Alfio Pippo Scuto, Ludovica Maria Fabrizio, Antonino Cantali, Gaspare Basone, Eugenio Barraco, Salvatrice Barone.

Liberal democratici-Movimento associativo italiani all’estero: Daniela Melchiorre, Giovanni Pietro Porcheddu, Mario Giuseppe Capasso, Giuseppe Carrus, Franco Paolo Roberto Corpino, Giuseppe Mancuso, Paolino Maiolino, Beatrice Paparella.

Rifondazione comunista: Margherita Hack, Giusto Catania, Anna Maria Brunetto, Alessandro Corona, Renata Governali, Pierpaolo Montalto, Gaetana Russo, Laura Stochino.

Partito democratico: capolista è Rita Borsellino, ex deputato regionale che nel 2006 sfidò Salvatore Cuffaro alla presidenza della Regione siciliana. Seguono Francesca Barracciu, di Nuoro; Giovanni Barbagallo, deputato regionale siciliano del Pd; Mariolina Bono; l’attuale sindaco di Gela, Rosario Crocetta; la messinese Maria Flavia Timbro; il sassarese Bruno Dettori e Italo Tripi, segretario regionale della Cgil siciliana, che si è dimesso dalla sua carica sabato scorso.

Sinistra e Libertà: Nichi Vendola, presidente Regione Puglia; Claudio Fava europarlamentare uscente, segretario nazionale di Sinistra Democratica; Angela Borghero, esponente del volontariato sociale; Luigi Cogodi, ex segretario regionale Prc Sardegna;  Maria Pia Erice, studentessa, volontaria accoglienza migranti; Rosario Gallo, sindaco di Palma di Montechiaro (Ag); Maria Arcangela Garofalo, consigliere comunale di Vittoria (Ragusa); Maurizio Rella, messinese, architetto.

Pdl: Silvio Berlusconi, Maddalena Calia, Michele Cimino, Salvatore Iacolino, Giovanni La Via detto Lavia, Francesca Masci, Sebastiano Sanzarello, Antonino Strano, detto Nino.

Autonomia cui aderiscono Mpa, La Destra, Partito dei Pensionati e Alleanza di Centro: il neo-eletto consigliere regionale sardo Franco Cuccureddu, l’assessore regionale siciliano alla cooperazione ed alla Pesca Roberto Di Mauro, il deputato nazionale Carmelo Lo Monte e cinque tra parlamentari europei ex  o in carica. Tra questi Eleonora Lo Curto e Nello Musumeci già presidente della provincia regionale di Catania ed inoltre il Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, Francesco Musotto, presidente della commissione UE all’Assemblea regionale siciliana e Vittorio Sgarbi, sindaco di Salemi. La lista della circoscrizione delle Isole, così come le altre quattro, schiera i candidati in ordine alfabetico “per dare il segnale incontrovertibile – si legge in una nota – che ad assegnare le priorità, piuttosto che le logiche di partito, sarà il consenso degli elettori”.

Italia dei valori: Leoluca Orlando, Antonio Di Pietro, Sonia Alfano, Emilio Arcuri, Paola Colarenne, Luigi De Magistris, Salvatore Messana, Gianmaria Uggias.

Forza Nuova: Roberto Fiore, Letizia Badalamenti, Carlo Caserta, Massimiliano Catanzaro, Daniele Cau, Mario Di Malta, Filippo Monteleone, Nicolò Spedini.

Socialisti uniti per l’Europa: Francesca Bilardo, Carmelo Cacciola, Alfredo Colianni, Pasquale Ferrara, Antonino Gasparo, Valeria Lecca, Massimo Sapuppo, Domenico Scampuddu.

Partito comunista dei lavoratori: Marco Ferrando, Tiziana Mantovani, Antonia Arcuri, Patrick Gallo, Cristina Clemente, Francesco Paolo Manzo, Emanuele Esposito.

Lipari, al Comune appuntamento settimanale per relazionare sulle attività della giunta Bruno

rcorda3.JPGdi Rosaria Corda*

E’ intendimento dell’Amministrazione Comunale e del Gruppo Consiliare di maggioranza attivare un appuntamento a cadenza settimanale (salvo casi di estrema gravità che trovano precedenza assoluta anche sui tempi previsti), per comunicare, attraverso i notiziari online, a tutta la popolazione, in ordine all’operato politico-amministrativo messo in atto dalla stessa, e per dare compiuta risposta alle domande che giungono presso le redazioni. Pertanto, si è stabilito, in sede di riunione di maggioranza tra amministratori e consiglieri, e su esplicita richiesta dei presenti, di nominare la scrivente quale portavoce ufficiale in seno all’Amministrazione e al Gruppo di maggioranza. Quanto per comunicare che, di norma e a partire da oggi, tutto ciò che sarà indirizzato per l’introduzione dei canali informativi, in ordine a mozioni, interpellanze, semplici quesiti, da parte di rappresentanti politici, di comitati e di cittadini, troverà risposta per il tramite della scrivente che attingerà di volta in volta all’interpellato competente per materia. Tale appuntamento resta fissato per ogni sabato, salvo diverse esigenze e urgenze. Sperando di far giungere sempre risposte semplicemente esaustive e di aver la possibilità di interagire con la comunità nella piena onestà intellettuale che dovrebbe animare un confronto civile, invito le redazioni a volersi rendere disponibili nel rispetto della democraticità e della par condicio che loro compete per professionalità e deontologia. Ringraziando anticipatamente per la collaborazione che sicuramente sarà da garanzia per tutti, rinvio l’appuntamento a sabato per le prime comunicazioni.

*Portavoce Amministrazione e Gruppo di maggioranza del Comune di Lipari.

 

Da Torino in linea Romana Villari

rvillari2.JPGdi Romana Villari*

L’energia pulita c’è anche per le Eolie, ed anche una possibile fonte di reddito. Sì perché ognuno può diventare utente e produttore di energia elettrica grazie al fotovoltaico, che è una forma di produzione di energia da fonte rinnovabile. Deriva da accumulatori collegati a pannelli irraggiati dal sole. Caratteristiche positive nelle nostre isole, poiché, l’ irraggiamento è tra i valori più alti del bel paese e la brezza marina impedisce un eccessivo riscaldamento dei pannelli. Oltre al beneficio ambientale, sono due le forme di ritorno economico legate alla produzione di energia elettrica: l’incentivo in “conto energia” e lo“scambio sul posto”. Il primo, economicamente interessante, consiste in un incentivo per 20 anni ( buona parte della vita dell’ impianto fotovoltaico) della totale produzione di energia elettrica dell’ impianto stesso, misurato in € per ogni kwh prodotto. L’ incentivo è gestito e pagato dal GSE – Gestore Servizi Elettrici, un ente istituito ad hoc  proprio per fornire ai produttori, spesso privati cittadini,  incentivi sull’energia da fonti rinnovabili. importo incentivante varia in base alla seguente tabella (Fonte: www.gse.it , attività-fotovoltaico-servizi-nuovo conto energia) : impianti entrati in esercizio dal 01/01/2009 al 31/12/2009

 

Taglia di potenza dell’impianto

Non integrato (€/kWh)

Parzialmente integrato (€/kWh)

Integrato (€/kWh)

1 kW <= P <=  3 kW

0,392

0,431

0,480

3 kW < P <= 20 kW

0,372

0,412

0,451

P > 20 kW

0,353

0,392

0,431

 

Il Decreto Ministeriale 19-2-2007 inoltre aumenta gli incentivi del 5% in alcuni casi, tra cui: -se il soggetto titolare dell’ impianto fotovoltaico è apannelli.jpguna scuola pubblica o paritaria od una struttura sanitaria pubblica ; -se i pannelli fotovoltaici vengono montati direttamente nella struttura esterna di un edificio che ha subito la sostituzione di coperture contenenti amianto, acquistando, così, la “totale integrazione” che percepisce l’incentivo maggiore. Per capire meglio di cosa si tratta abbiamo intervistato l’Architetto Massimo Berardi:

 

  1. Abbiamo visto cos’è il “conto energia”, ma cos’è lo “scambio sul posto”?

E’ una convenzione , del tutto estranea al conto energia, stipulata e gestita  sempre con il GSE (Gestore Servizi Elettrici) per impianti di potenza fino a 200 kwp (kw di picco), nuovo limite di potenza stabilito dal recente DM 18-12-08. Essa  consiste in un “bilancio economico” tra l’energia elettrica prodotta dall’ impianto fotovoltaico (FV, in gergo) ceduta al GSE, che provvede alla vendita, e quella acquistata dal gestore locale fornitore di energia elettrica per le proprie esigenze. E’ bene chiarire che la bolletta dell’ energia elettrica al gestore locale  si continua a pagare normalmente, indipendentemente dall’impianto, anche perché alla rete si è allacciati comunque e, quindi, si usufruisce di un servizio. A questo punto il GSE, periodicamente ed oltre una soglia minima, versa all’ utente un importo, chiamato “contributo in conto scambio”, pari al minore tra il valore economico         dell’ energia ceduta al GSE e quello dell’ energia acquistata per le proprie esigenze, al netto dell’ IVA già pagata. Se il valore dell’energia ceduta è maggiore di quella acquistata, il surplus positivo per l’utente  viene tenuto a credito per i periodi successivi.

(Fonte: http://qualenergia.it/view.php?id=822&contenuto=Articolo).

 

2.  Restando allo “scambio sul posto”,  è vero che se si supera una certa potenza

dell’impianto  si diventa ufficialmente produttori  anche per la tassazione dello stato, e

ci sono problemi di extra reddito?

Produttore e venditore di energia elettrica, per il meccanismo tecnico dello scambio sul

posto, l’utente lo è comunque. Ciò che cambia è la tassazione, variabile in base alla

soglia di potenza di 20 kwp dell’impianto, all’uso ipotizzato

dell’energia elettrica prodotta dallo stesso ed al tipo di utente utilizzatore, tutto ai sensi

della Risoluzione n.13/E del 20-1-09 dell’Agenzia delle Entrate.

Riferendosi ad utenti domestici, al di sotto di 20 kwp dell’impianto, soglia già elevata

per questo utente, si ritiene che l’impianto sia finalizzato al consumo per la propria

abitazione e quindi si è soggetti a nessuna tassazione. Oltre 20 kwp, l’impianto si ritiene

finalizzato anche ad attività commerciale di vendita di energia elettrica, producendo la

tassazione della cessione di energia al GSE e la conseguente fatturazione allo stesso

per l’incasso del contributo in conto scambio. Tutto ciò consiglia, quindi, di stare

sempre al di sotto dei 20 kwp di potenza per evitare troppi “fastidi” fiscali.

 

  1. Quali sono i costi per l’installazione di un impianto per una casa monofamiliare, per esempio di 6/8 stanze? Costi ai quali andrebbero in contro gli Eoliani che volessero installarlo.

Premettendo che ogni edificio, avendo caratteristiche e peculiarità proprie, rappresenta sempre un caso a sé meritando, quindi, i dovuti approfondimenti, ciò che conta non è tanto la composizione architettonica, ma il consumo di energia elettrica,  misurato in kwh, da parte dei suoi abitanti con le loro esigenze e stili di vita.

Il costo di un impianto, comprese l’ installazione e la gestione burocratica, si aggira intorno ai 6-7000 € al kwp utilizzando, per i moduli fotovoltaici, tecnologie collaudate come il poli o monocristallino.Per chi vuole, al fine di agevolare economicamente l’acquisto di un impianto FV, ormai molte banche hanno creato dei finanziamenti “ad hoc” con diverse soluzioni organizzative.

 

 

  1. In caso di malfunzionamento e/o manutenzione dell’impianto, quali sono, in linea di massima i costi e la facilità di reperimento di personale qualificato. Importantissimo per un posto come le Isole.

Certo, calandosi nel caso isolano, si deve pensare prima alla logistica di qualsivoglia intervento che non allo stesso in sé.Per quanto riguarda il malfunzionamento,            sull’ impianto c’è la garanzia di legge biennale data dall’ installatore, che può essere un qualsiasi impiantista elettrico qualificato all’ installazione di impianti FV, per cui l’intervento dovrebbe essere gratuito, a meno che l’addetto, venendo da fuori, non pretenda un indennizzo quale “scomodità” dell’intervento. Al di là del possibile indennizzo, comunque, anche per un numero non elevato di impianti FV montati potrebbe essere conveniente la formazione di impiantisti locali unendo, così, risparmio sull’ “indennizzo scomodità” e maggior velocità di intervento.Oltre alla biennale viene data una garanzia “di produzione”, variabile in base alla marca dei moduli FV, che copre l’eventuale diminuzione produttiva al di sotto di una certa percentuale lungo gli anni di vita dell’ impianto.

La manutenzione può essere distinta in 2 parti:una consistente in revisione periodica, di solito  annuale, dei  componenti e delle parti elettriche, effettuata                                dall’ installatore tornando, quindi, al discorso di prima, incidente per circa 1,5 % del costo dell’ impianto e l’altra consistente, ove possibile fisicamente, in una pulizia “fai da te” dei moduli cercando di non farli sporcare troppo, non utilizzando prodotti chimici, bensì panni morbidi appena umidi per pulire solo la superficie soleggiata dei moduli e non assolutamente parti elettriche.

 

  1. A chi bisogna rivolgersi?

Per chi volesse ulteriori info e/o chiarimenti, sono contattabile via mail al seguente indirizzo: Berardi Arch. Massimo, e-mail: berassimo@tin.it Grazie per la cortese collaborazione. Ricordiamo che l’installazione dei pannelli fotovoltaici è soggetta al vincolo della sovrintendenza dei beni culturali, perché con l’uso indiscriminato possono deturpare l’ambiente!!!