Lipari, venerdi’ convegno su “proposta di legge sulle isole minori”

rcandiapiccola.jpgVenerdi 3 Giugno alle ore 16.00 nell’aula consigliare del Comune di Lipari in Piazza Mazzini si terra’il convegno dal tema:-“PROPOSTA DI LEGGE PER FAVORIRE LA FUNZIONALITA’ E LA CONTINUITA’ DIDATTICA DELLE SCUOLE SITUATE IN ZONE DI MONTAGNA E NELLE PICCOLE ISOLE-“. E’ organizzato dall’istituto compresivo lipari 2 e dal Consorzio delle scuole delle isole minori.Moderatore sara’ il prof. Renato Candia dirigente scolastico degli I.C. lipari 1 e 2.Sono previsti interventi: On.Alessandra Siragusa prima firmataria proposta di legge alla Camera dei Deputati n.4093 del 17/02/2011; della dott.ssa Marisa Murgia-Presidente Consorzio SIMI,del dott.Mario Coringiu-Sindaco di Antioco-Presidente Nazionale ANCIM,del dott.Massimo lo Schiavo-Sindaco di S.Marina Salina Presidente ANCIM Sicilia,del Dott. Biondi-Direttore Generale-Dipartimento della Pubblica Istruzione.Saranno presenti: Sindaci e Assessori P.I.dei Comuni delle isole minori,Dirigenti Scolastici,docenti e personale della scuola. Partecipera’ e interverra’ al dibattito anche il Segretario Regionale dell’Ugl Scuola Sicilia l’eoliano prof. Bartolo Pavone.

Lipari, consiglio&prg. Atto secondo

anatolipiccola.jpgdi Aldo Natoli

Anche oggi, come da copione il Consiglio Comunale non si è potuto svolgere per mancanza del numero legale, ovvero della maggior parte della maggioranza. Mi sorprende come, nonostante il chiarimento del Segretario Generale, si continua a parlare di controdeduzioni al P.R.G. Credo che questo rappresenta un’ulteriore offesa per i cittadini. Chi voleva il bene del Paese doveva essere presente nella seduta che segnava il termine ultimo previsto dalla Legge per deliberare.

Trovo altrettanto inusuale che alcuni consiglieri oggi si sono dichiarati incompatibili, addirittura anche per lettera. Ma la incompatibilità bisognava evidenziarla nella seduta ufficiale e non in quella odierna che, non mi stanco di ripetere, non produce più alcun effetto. Sarebbe il caso di chiudere questa pagina nera della storia eoliana che inciderà negativamente sul futuro dei nostri giovani e che costringerà moltissimi cittadini a ricorrere al TAR per tutelare i loro beni.

Le varianti urbanistiche, perchè a questo strumento si dovrà ricorrere se si vuole in futuro realizzare qualche infrastruttura necessaria per lo sviluppo delle isole, servono a costruire senza un minimo di programmazione territoriale e quindi a distruggere l’ambiente e non a tutelarlo. Un chiaro esempio ci è dato dalle iniziative del Patto Territoriale delle Isole Eolie. Questo è il regalo che con la loro assenza, certamente non casuale, i consiglieri comunali hanno fatto al  Paese.

Salina, per gli interisti arriva la Coppa

coppa1.jpgAncora Sicila per il tour del Centro Coordinamento Inter Club: a Salina, domenica 5 giugno 2011. Tutti potranno regalarsi una foto ricordo regalando solidarietà e incontrandosi sotto il segno nerazzurro.

Il protocollo Uefa prevede il passaggio di consegne della Champions League dagli organizzatori del più importante torneo europeo per club ai rappresentanti della città che ospita la finale dell’edizione in corso. È quanto successo, a Londra, martedì 20 aprile 2011. Alla cerimonia partecipa sempre anche il club che ha vinto la precedente edizioni, infatti erano presenti i rappresentanti di F.C. Internazionale. Lo stesso protocollo Uefa lascia comunque al club vincitore della Champions League il suo trofeo, quello che l’Inter ha vinto a Madrid il 22 maggio 2010 e che, attraverso il Centro Coordinamento, ha portato e continuerà a portare in giro, fra i tifosi, per sostenere i progetti ‘Inter Campus per l’Unicef’.

Infatti, per festeggiare il mezzo secolo di attività, grazie alla volontà di Massimo Moratti e del Presidente Onorario degli Inter Club, Bedy Moratti, il C.C.I.C anche in quest’occasione porterà a casa vostra, nella vostra realtà, a pochi passi da voi, la coppa vinta allo stadio ‘Santiago Bernabeu’.

Nello scenario incantato di Salina, la seconda isola per estensione e popolazione dell’arcipelago delle Eolie, il tour torna nella Sicilia nerazzurra. Cambiano i luoghi (in totale è stato superato il tetto delle 50 tappe) e gli amici incontrati durante il percorso, resta immutato lo spirito di portare la Uefa Champions League fra la gente interista e non solo (la visita è aperta a tutti), così seguendo la traccia segnata, nel 1960, da Angelo Moratti, che creò gli Inter Club per veicolare la passione comune, per renderla sempre più forte e trasformare i tifosi in ambasciatori dello spirito sportivo e del senso di appartenenza a una grande famiglia. La grande famiglia degli Inter Club oggi può contare, in Italia e nel Mondo, 114.438 soci adulti e 14.313 bambini, distribuiti in 1060 club, tutti pronti a dimostrare che, attraverso il calcio e la passione nerazzurra, si è amici e testimoni di solidarietà abbattendo il muro delle distanze geografiche.

Mettersi in posa, come hanno fatto Javier Zanetti e compagni nel maggio 2010, darà felicità a tutti i cuori nerazzurri e a tanti, tantissimi bambini già seguiti da Inter Campus e dall’UNICEF, compagni di viaggio fedeli dell’iniziativa: il ricavato della raccolta fondi sarà infatti devoluto ai progetti di protezione dei bambini che il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia realizza nei Paesi dove è già attiva F.C. Internazionale con il suo programma di intervento sociale e sportivo non agonistico.

Partecipare e sostenere il progetto è facile. Mettiti anche tu in posa con la Uefa Champions League dell’Inter:  5 euro per i soci senior e junior iscritti al Centro Coordinamento, ai gruppi collegati con le scuole locali o con le scuole calcio nel territorio;  5 euro per tutti gli under 10;  10 euro per un gruppo composto dai camponenti della stessa famiglia soci Inter Club e da singoli tifosi non iscritti a Inter Club; – 20 euro per nuclei di famiglia non iscritti a Inter Club.

Lipari, approda il “Paolyre”

paolyre1.jpgLipari – A Marina Lunga nel pontile galleggiante si è ancorato un bellissimo mega yacht francese.  Il “Paolyre”, 32 metri, proviene da Marsiglia. E’ una nave da crociera di lusso e gira il Mediterraneo. E’ stata costruito da Ocea in Francia con un interno di architectural Deco. Offre alloggio in 5 cabine a 10 ospiti. Le cabine sono  decorate in una fusione di influenze orientali e occidentali. La “chicca” è rappresentata da un sistema di illuminazione sotto i colori vasca da bagno che si trasforma in differenti stati d’animo.

Lipari, a Canneto si prepara la spiaggia

cannetospiaggiaruspe1.jpgLipari – A Canneto si prepara la spiaggia per la grande invasione di vacanzieri…

Stromboli sbuffa…

strombolisbuffa1.jpgStromboli sbuffa…

Lipari&l’anti-meduse

nicolas2.jpgLipari – Nicolas anche quest’anno ha iniziato la “caccia” alle meduse. E oggi pomeriggio sono scomparse…!!!

 

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgVietato entrare con barconi carichi di turisti e con motoscafi nelle grotte più suggestive delle Eolie. Il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari Giuseppe Donato ha emesso l’ordinanza che prevede multe salatissime per chi si avventura all’interno delle grotte del Cavallo e del Bue Marino. Le grotte si potranno ammirare fermando le imbarcazioni a cento metri dalla costa.

Off limits entrare anche con le barche nella splendida baia di Calajunco a Panarea. Vietato anche avvicinarsi con le barche alle caratteristiche spiagge di pomice bianca di Lipari o di sabbia nera a Gelso, borgo di Vulcano. Anche in questo caso la sosta dei natanti dovrà avvenire a 100 metri dalla costa. Nel periodo estivo questi tratti di mare pullulano anche di mega-yacht.

Le multe arrivano fino a 2 mila euro. La Cp ha già intensificato i controlli con motovedette e potentissimi gommoni.