Lipari&Carnevale

nbianchi.jpgdi Nando Bianchi

Non riesco ancora a capire da quale ” geniale” testa possa partire l’iniziativa di carri allegorici in piena estate.
In inverno si era parlato di questa iniziativa, ma pensavo fosse solo un modo per riempire le lunghe giornate invernali.
Forse si è pensato che non abbiamo fatto ridere a sufficienza in questa stagione?????????????.
Possibile che la realtà organizzativa eoliana abbia questa espressione.

Lipari, “un ticket da 5 euro per i “turisti mordi e fuggi”. Intervista a Giacomo Biviano

leonebiviano.jpg

Lipari – “Per fare cassa occorre istituire un ticket di 5 euro da far pagare ai “turisti mordi e fuggi” che giornalmente con i vaporetti provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria “assalgono” le isole Eolie”. Lo ha sostenuto il dottor Giacomo Biviano, consigliere comunale Pd. L’intervista
http://www.bartolinoleone-eolie.it/biviani31082011.wmv

http://www.bartolinoleone-eolie.it/biviani31082011.wmv

Lipari, il consiglio comunale è nelle “mani” del centro sinistra. “Bocciata” l’addizionale Irpef. Si puntava a incassare 180 mila euro il primo anno e 360 mila il secondo anno. Tra poco le interviste a Gianfranco Guarino e Giacomo Biviano

presidenza8.JPGLipari – Il consiglio comunale è nella “mani” della minoranza. Oggi minoranza6.JPGmaggioranza. Il centro sinistra cosi’ “spadroneggia”. Il sindaco Mariano Bruno propone e il consiglio boccia. E’ accaduto anche per l’addizionale Irpef. Si puntava a incassare 180 mila euro per il primo anno (0,2%) e 360 mila euro per il secondo anno (0,4%), ma 9 consiglieri del centro sinistra e anche la neo consigliera Rosy Mollica e Gianfranco Guarino (Futuro e Libertà) hanno votato contro. Favorevole solo Felicino maggioranza6.JPGMirabito, Pdl. Gesuele Fonti, Il Faro invece ha abbandonato l’aula. Anche questa riunione è stata caratterizzata da una serie di “attacchi” alla giunta Bruno.

Bartolo Lauria, Udc: “Ma perchè non si fanno pagare gli oneri di urbanizzazione per i nuovi alberghi e resindece? E anche la tassa dei riifuti? Invece di mettere nuove tasse il sindaco e gli assessori potrebbero riidursi gli stipendi e risparmiare sui viaggi…”.

Gesuele Fonti; Il Faro: “Vorrei sapere che cosa mi rappresentano tutte queste posizioni organizzative tra i dipendenti del Comune. Ogni posizione costa 10-11 mila euro l’anno? Quando si vuole i quattrini si trovano…”.

E cosi’ tutti gli altri: Guarino, Pietro Lo Cascio, Sel. In difesa il solo (in tutti i sensi visto che era l’unico della maggioranza presente in aula, tanto che ha anche dovuto presidere la riunione) Felicino Mirabito, Pdl. 

In consiglio nel pomeriggio è giunta la notizia del decesso di Vincenzino D’Auria, papà dell’assessore Massimo e la seduta è stata sospesa per cinque minuti. Al rientro è stato osservato un minuto di raccoglimento.

In consiglio, su proposta di Lo Cascio, è stata anche approvata una “censura” nei confronti del sindaco Bruno e dell’assessore ai trasporti Corrado Giannò per non aver “bacchettato” le società di navigazione per “le inadempienze contrattuali”. Oggi ultumo giorno utile anche per approvare il bilancio di previsione. Ma neppure è stato presentato in aula. Da Palermo in arrivo un altro commissario ad acta. Tra poco le interviste ai consiglieri Guarino e Giacomo Biviano, Pd.   

Vulcano, è deceduto Vincenzino D’Auria

Vulcano – E’ deceduto Vincenzino D’Auria.

Era stato uno dei primi pionieri turistici di Vulcano. Aveva scelto l’isola da “grande”, abbandonando Lipari. Ha fatto di tutto per crescere e sfondare. Distribuiva i giornali, smistava i bagagli, vendeva oggettistica fino all’apertura del famoso ristorante costruito due volte perchè un incendio distrusse il primo. Ancora oggi riecheggiano per i liparoti i suoi inviti gentili quando gli passavi davanti: ” vieni, pigghiati cacchi cosa “. Adesso don Vincenzino è sopra la Sua Vulcano per ammirare il cratere dall’alto e mischiare il fumo con quello della sua profumata cucina.

Ai familiari e in particolare al figlio Massimo le nostre condoglianze.