Da Ischia in linea Salvatore Lauro

slauro.jpgdi Salvatore Lauro

Comunico che è in corso di realizzazione il progetto “Arcipelago Reti di Impresa per il Turismo”, per maggiori informazioni si pu’ visitare www.ischiaretidiimpresa.ischia.it, e contattare il nostro Contact Center allo 0814972256.
Inoltre ho pubblicato il manifesto per Ischia “L’isola del verde e del benessere” su www.salvatorelauro.com/ischia che spero si vorrà valutare ed eventualmente condividere e sottoscrivere.

Lipari&Avis. 1986-2011 “Insieme per la Vita”. A tutti gli eoliani che credono nella donazione del sangue

mbrunopiccola.jpgdi Mariano Bruno*

Il 25′ anniversario della nascita dell’Avis di Lipari segna una tappa importante non solo per i soci, ma anche per l’intera comunità eoliana che, dall’operosità dell’associazione, ha tratto un forte stimolo nell’impegno sociale e linfa vitale nel bisogno.

All’Avis di Lipari va riconosciuta l’opera meritoria di aver saputo dare continuità ad un progetto che nasce per volontà di Giovanni Panettieri, nostro beneamato concittadino, il quale guardando lontano ha gettato un seme in un terreno fecondo: il cuore degli eoliani; li è germogliata la “pianta della speranza”, ch’è diventato un robusto “albero di solidarietà”, rifugio della sofferenza.

Un plauso ai Dirigenti che, dopo la scomparsa di Panettieri, hanno creduto in quel progetto e nell’ultimo decennio, profondendo passione, efficienza e capacità, con un lavoro costante e di alto livello morale, arricchito dalla sensibilità della gente eoliana, hanno saputo far emergere le risorse della nostra comunità; fino a farlo diventare una realtà importante.

In questa ricorrenza si festeggia un traguardo caratterizzato da un ciclo operativo estremamente rilevante; ma segna anche l’inizio di un nuovo percorso dove l’impegno di tutti e la coesione saranno indispensabili per dare maggiore impulso, sostegno morale e materiale all’attività dell’Avis di Lipari.

All’associazione, ai donatori di cui mi onoro di appartenere, ai collaboratori e ai sostenitori, il mio auguro affinchè la vostra opera meritoria venga ricompensata da altri importanti risultati; a Voi la rinnovata e sincera disponibilità dell’Amministrazione Comunale.

*Sindaco del Comune di Lipari

Lipari&Comune, “attacco” sul piano delle valorizzazioni e alienazioni

gguarino.jpgdi Gianfranco Guarino*

Evviva la lealtà e la trasparenza.

Ogni giorno che passa, i metodi utilizzati dall’Amministrazione Comunale, diventano sempre più strani occorre, una buona dose di fantasia e l’utilizzo di un detto antico: “Se conosco i miei polli …….”.

Si leggono nei giornali online le preoccupazioni del Presidente della Federalberghi, relative all’istituzione della tassa di soggiorno.

Mi sento di rassicurarlo, non la vogliono istituire, vista l’importanza il Presidente del Consiglio ha inserito l’argomento al 12° punto all’ordine del giorno (e non al 1°) del Consiglio Comunale del 10 ottobre 2011,  sicuramente in piena autonomia, un contribuendo spontaneo a creare un alibi per il bilancio comunale ancora non approvato dalla Giunta Comunale con la scusa di non riuscire a fare quadrare il tutto.

L’unico interesse dell’Amministrazione Comunale e forse di altri è quello di far approvare ad un Commissario il bilancio in modo da nascondere, i propri obiettivi e programmi.

Un esempio pratico, in data 23 settembre c.m.  La Giunta Comunale ha approvato il piano delle Valorizzazioni, di cui allego una serie di stralci per meglio chiarire i concetti da qui in avanti, in ogni caso si tratta della delibera n°103 del 23/09/2011 pubblicata all’albo pretorio online sul sito del Comune. 

La  delibera, è stata approvata all’unanimità: dal dott. Mariano Bruno, Sig. Giulio China, Dott. Ivan Ferlazzo, Rag. Massimo D’auria e rag. Giuseppe Finocchiaro.

Analizzando i contenuti dell’allegato “A” si resta allibiti, viene inserita una scheda relativa alla stazione marittima di Vulcano, demolita da qualche tempo,  leggete cosa viene scritto e valutate.

SCHEDA N. 5 Fabbricati

 

1

DESCRIZIONE DEL BENE

STAZIONE MARITTIMA

2

UBICAZIONE IMMOBILE

Vulcano Porto

3

DATI CATASTALI

Fg. 3, mapp. 109

4

STATO DI CONSERVAZIONE

Pessimo stato in quanto è in abbandono

5

CONSISTENZA

Mq. 198

6

EVENTUALI VINCOLI O PESI

Nessuno

7

VALORIZZAZIONE

Non si rende necessaria alcuna variante urbanistica

8

IMPORTO DA PROGETTO

Euro 400.000,00

9

DESTINAZIONE URBANISTICA

F1 del PRG

10

VARIANTE URBANISTICA

Nessuna

11

DESTINATO

ALLA VALORIZZAZIONE (museo della cinematografia e del mare)

 

Ma continuando la verifica si trovano davvero delle strane cose, per non usare termini diversi.

Credo che tutti conoscano la problematica relativa alla realizzazione di 140 appartamenti e delle caserme dei Carabinieri di Lipari e Panarea.

Bene senza troppi giri di parole le aree e fabbricati interessati sono state inserite nel presente piano, o almeno ci hanno provato, tralasciando che il costo per realizzare la caserma di Lipari, risulta notevolmente inferiore a quanto spiegatoci fino ad oggi (scheda n°6)

 SCHEDA N. 6 Fabbricati

 

1

DESCRIZIONE DEL BENE

Scuola Materna

2

UBICAZIONE IMMOBILE

Via Torrente Cappuccini – Lipari

3

DATI CATASTALI

Fg. 88, mapp. 391-390-786

4

STATO DI CONSERVAZIONE

Vetusto

5

CONSISTENZA

Mc. 2380

6

EVENTUALI VINCOLI O PESI

Nessuno

7

VALORIZZAZIONE

Si rende necessaria variante urbanistica

8

IMPORTO DA PROGETTO

Euro 774.375,84

9

DESTINAZIONE URBANISTICA

Art. 78 Zone per l’istruzione dell’obbligo

10

VARIANTE URBANISTICA

Da Scuola materna a F2-CC e Deroga allo Strumento Urbanistico

11

DESTINATO

ALLA VALORIZZAZIONE (Caserma Carabinieri)

 

Si resta senza parole nel momento in cui si legge la scheda n°8, in quanto il foglio e la particella catastale indicati riguardano l’abitazione di un cittadino Liparoto e non il terreno descritto, (probabile refuso di stampa), spero lo corregano, indicando la particella catastale di proprietà del Comune, ma ciò che colpisce ancora di più, è il cambio di destinazione urbanistica da zona agricola a zona per l’edilizia agevolata e sovvenzionata, perchè????????

SCHEDA N. 8 Terreno

 

1

DESCRIZIONE DEL BENE

Terreni

2

UBICAZIONE IMMOBILE

Località Castellaro

3

DATI CATASTALI

Fg. 39, mapp. 259

4

STATO DI CONSERVAZIONE

Non coltivato

5

CONSISTENZA

Mq. 8293

6

EVENTUALI VINCOLI O PESI

Nessuno

7

VALORIZZAZIONE

Si rende necessaria variante e deroga allo strumento urbanistico

8

IMPORTO DA PROGETTO

Euro 165.860

9

DESTINAZIONE URBANISTICA

E1

10

VARIANTE URBANISTICA

Da E a Edilizia Agevolata e Sovvenzionata

11

DESTINATO

ALLA ALIENAZIONE per (Edilizia Agevolata e Sovvenzionata)

 

Ancora uno stralcio della delibera, l’ultimo, apparentemente innoquo, ma che di fatto con l’approvazione del Consiglio Comunale sancisce la modifica la destinazione dell’area rendendola edificabile, senza possibilità di tornare indietro sulla decisione presa, per via dei danni che ne deriverebbero a coloro che potrebbero o hanno già fatto richiesta della suddetta area, in più il valore del terreno passa da commerciale a terreno espropriabile (si legga la cifra inserita nella scheda).

 “VISTA: la sentenza della Corte Costituzionale n. 340 del 30/12/2009 che dichiara 1’illegittimità Costituzionale dell’art, 58 comma 2, del D.L. n.112 del 25/06/2008, ( disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la sernplificazione, 1a competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la programmazione tributaria) convertito con modificazioni nella legge 06/08/2008 n. 133, esclusa la proposizione iniziale << L ‘inserimento degli immobili nel piano ne determina la conseguente classificazione come patrimonio disponibile e ne dispone espressamente la destinazione urbanistica »; ….“

Inoltre di fatto la realizzazione delle caserme e degli appartamenti potrebbero percorrere strade diverse, in quanto l’area risulterebbe immediatamente disponibile e soggetta a variante urbanistica, mentre le caserme resterebbero impantanate con altre problematiche, quali la deroga urbanistica, le distanze cimiteriali, etc. con buona pace delle legittime aspettative dell’Arma dei Carabinieri, di tutto il Consiglio Comunale e dei cittadini. Una sola considerazione, non si può sempre usare tutto e tutti come utili idioti, spero sia modificato il tutto, almeno per dignità personale, istituzionale e rispetto dei cittadini.

*Consigliere comunale Futuro e Libertà