Lipari, il ricordo di “Don” Bartolino Famularo

anatolipiccola.jpgdi Aldo Natoli

Ho appreso attraverso una telefonata di mia moglie, con grande tristezza, della scomparsa dell’amico Bartolino Famularo. Ho conosciuto “Don Bartolino”, come affettuosamente l’ho sempre chiamato, da ragazzo  andando nel periodo estivo a lavorare nel suo locale “A Paranza” , di Vulcano, con il compianto amico Saverio Camporeale. Ho  subito apprezzato la sua “voglia di fare” e la sua grande professionalità ed imprenditorialità, divenendo appena più grandicello,  prima un suo collaboratore poi un amico inseparabile ed affettuoso.  

Ho seguito la nascita del Turmalin Mare, con la piantumazione del “salice piangente” per mano della moglie, Signora Uta, del Turmalin Corso, dell’Agenzia Viaggi di Corso Buenos Aires a Milano, del ristorante Eolie Eolie sempre a Milano, del Periodico “Arcipelago” del quale ero anche direttore responsabile, della produzione dell’Amaro Eolie, dell’Associazione Albergatori delle Isole Eolie, della Federalberghi delle Isole Eolie, e di tante altre interessanti iniziative. Ho seguito anche con grande interesse e partecipazione la sua attività di Assessore al Turismo del Comune di Lipari, per poi succedergli nel medesimo ruolo di Assessore, facendo tesoro dei suoi saggi consigli. Tanti ricordi affollano oggi la mia mente, ma ve ne è uno in particolare che simboleggia l’operatività e l’intuizione imprenditoriale di Don Bartolino: era il 1974, ed insieme, prima con i camions di arance, poi con le serate eoliane e gli stand fieristici abbiamo fatto veicolare “Le Eolie” in tutto il Mondo.    

Con la scomparsa di Bartolino Famularo la Città di Lipari perde un grande imprenditore, un grande protagonista del turismo dell’intero Arcipelago. Personalmente perdo un fraterno amico ed un grande maestro. Grazie “Don Bartolino”.

Ai cari figli Fabiola, Tania e Fabrizio, ai parenti tutti, porgo le condoglianze più sentite.

Lipari. E’ deceduta la signora Francesca Ziino

candela.jpgLipari – E’ deceduta la signora Francesca Ziino, vedova Travia.

Aveva 78 anni.

Ai familiari le nostre condoglianze.

Rassegna Stampa. Alicudi&Bell’Italia

rassegna stampa.pngLa patinata rivista Bell’Italia, con apertura in copertina, dedica ad Alicudi la selvaggia ampio servizio definendola la meraviglia delle Eolie.

Il cordoglio

Ho appreso proprio adesso la perdita di un grande Liparoto: il  dott Bartolino  Famularo. Un pezzo di storia liparota ci lascia! Cara Fabiola, Tania, Fabrizio, sono vicino al vostro dolore. Ricevete da noi tutti a Berlino, sentite condoglianze. Vi abbraccio. Gilormino Casali -Berlino

lutto1.jpgLa Federalberghi piange la perdita dell’amico Bartolino Famularo. Tra i pionieri del turismo alle Eolie e socio fondatore della nostra associazione, ha ricoperto diverse cariche pubbliche, tra cui per anni anche quella di presidente di Federalberghi Eolie, contribuendo in modo significativo alla promozione di iniziative in favore dello sviluppo del turismo eoliano. Siamo vicini ai familiari tutti e in particolare ai
figli: Fabiola, Fabrizio e Tania. Christia Del Bono

Tutto la Security del Turmalin e’ vicina ai figli Fabiola Tania e Fabrizio per la scomparsa del caro Bartolino Famularo. Giorgio Seminara

Appresa improvvisa e triste notizia per la scomparsa del grande amico Bartolino  Famularo, invio sentite condoglianze ai figli Fabrizio, Tania, Fabiola e ai familiari tutti. Un’altro pezzo di Lipari se n’e’ andato. Ciao Bartolino, finche’ avro’ fiato cantero’ sempre la tua  “Alle Eolie” e sono sicuro che gli amici e artisti Eoliani che  ci hanno gia’ preceduto, Ti faranno una gran festa e con Te  rivivranno  gli anni e i momenti  piu’ belli della nascita del turismo alle Eolie. Giovanni Giardina

L’Assemblea territoriale di Lipari della nostra Associazione, e io personalmente , ci associamo al dolore dei familiari dell’amico di sempre Bartolino Famularo, non staremo qui a farne gli elogi, ma ci teniamo a sottolineare che le nostre Isole perdono un amico e personaggio prezioso quale egli è stato. Un abbraccio affettuoso ai figli, nipoti, nuore e familiari tutti, vi siamo vicini. Marcello Benedetto Tedros

AL CARO DOTTORE FAMULARO , CHE CI HA AIUTATO A CRESCERE PROFESSIONALMENTE E UMANAMENTE ALL’INTERNO DI QUESTA GRANDE FAMIGLIA CHE E’ IL “GATTOPARDO PARK HOTEL” VA IL NOSTRO AFFETTUOSO SALUTO . CI UNIAMO AL DOLORE DEI PARENTI TUTTI IN PARTICOLARE FABRIZIO,FABIOLA E TANIA. LO STAFF DEL GATTOPARDO PARK HOTEL

Lipari, la prossima settimana riunione del consiglio comunale sulla tassa di sbarco?

ASABATININRUSSO.JPGLipari – I Comuni di Santa Marina e Malfa hanno già deliberato l’istituzione della tassa di sbarco  di un euro e 50 (Leni dovrebbe essere contraria). Lipari, che è favorevole, è ancora ferma al palo. Il consigliere comunale Nuccio Russo (indipendente di maggioranza), preoccupato per le casse del Comune quasi vuote e per tutti i quattrini che si stanno perdendo di incassare, ha subito contattato il presidente del consiglio comunale Adolfo Sabatini (nella foto l’incontro) e lo ha sollecitato a convocare la prima ufficiale riunione del civico consesso. Il presidente Sabatini ha asscicurato che potrebbe già tenersi la prosima settimana.   

Lipari, è deceduto “Don” Bartolino Famularo, grande pioniere del turismo eoliano

BFAMULARO.JPGLipari – E’ deceduto Bartolino Famularo. Aveva 81 anni.

Domani dalle 10 la camera ardente sarà allestita presso la sala convegni dell’Hotel “Gattopardo” di Lipari (ingresso via Conti). I funerali si terranno lunedi’ alle 18. La salma giungerà in chiesa alle 14. 

Il dottor Bartolino Famularo è stato il coraggio del turismo eoliano. E’ stato il gusto, per aver creato nei posti più panoramici di Lipari attività di rara bellezza. E’ stato l’inventore d’intendere il turismo in ogni fase del periodo di appartenenza. Creatore del locale danzante il “Boschetto” in piazza Mazzini, del ristorante la “Paranza” sulle spiagge nere di Vulcano il cui bancone era un “vuzzu” a metà.

Creatore del “Turmalin” (quante nottate trascorse, quante elezioni di Miss con “Don Bartolino” sempre protagonista tra belle fanciulle e anche con Mike Bongiorno e tanti altri vip) e del “Gattopardo, dell’agenzia turistica per le isole minori d’Italia a Milano, del ristorante “Eolie,Eolie” dietro il duomo di Milano, albergatore a Milazzo ed ancora creatore del ristorante sul corso Vittorio Emanuele a Lipari.

Editore del mensile “Arcipelago In” con cui per tanti anni ho avuto l’onore e il piacere di collaborare da direttore come sempre in grande autonomia e libertà. Inventore del liquore “Amaro Eolie” che viene venduto in tutto il mondo. Operatore turistico anche all’estero, in Tunisia.  E’ stato il turismo per le Eolie e primo presidente dell’assocazione degli albergatori. Fine politico del Partito Repubblicano ai tempi di La Malfa, con incarico di assesore al turismo (sua l’idea folkloristica delle “giare” sul corso e la campagna con la Regione per far finanziare il recupero delle terme di San Calogero e sollecitare la riapertura delle terme, anche se il suo sogno – come quello di un piccolo aereoporto, quante interviste fatte per questo altro suo “pallino” – non si è potuto concretizzare) ed amante dell’amicizia.

L’imprenditorialità eoliana perde un riferimento che comunque resterà nella memoria dell’arcipelago avendo istruito i figli al prosieguo mentre lui magari passeggerà con il Suo bizzarro cappellino nella porzione di cielo eoliano dove avrà trovato angoli incontaminati dei Suoi 7 scogli cantando “Vorrei vivere alle Eolie”. Perchè ha anche inciso un disco per la Sua infinita attualità dell’essere.

Ai figli le sentite condoglianze del Notiziario.

Gennaro, Salvatore e Bartolino Leone non dimenticheranno mai don Bartolino.

 

Lo vogliamo ricordare attraverso l’ultima intervsta che abbiamo realizzato il 16 aprile 2009. Per la visione cliccare nel link che segue:

 

http://www.bartolinoleone-eolie.it/bartolinofamularo164.wmv 

Stromboli, la Protezione civile realizzerà una “Stazione base”

astrombolipiccola3.jpgStromboli – Il Dipartimento Protezione Civile potenzierà la sua attività nel’isola delle Eolie. Sarà realizzata una “Stazione Base” per il controllo dell’attività del cratere. Il decreto di immissione in possesso dei terreni sui quali posizionare il manufatto è stato firmato dal capo dipartimento Franco Gabrielli. L’immissione avverrà giovedi’ 12 luglio.  

Rubrica Religiosa a cura di monsignor Alfredo Adornato

aadornato2.jpgdi Alfredo Adornato

Il Vangelo. Gesù, il Signore della vita che porta salvezza. XIII Domenica del tempo ordinario Anno B

(…) Stava ancora parlando, quando dalla casa del capo della sinagoga vennero a dire: «Tua figlia è morta. Perché disturbi ancora il Maestro?». Ma Gesù, udito quanto dicevano, disse al capo della sinagoga: «Non temere, soltanto abbi fede!». E non permise a nessuno di seguirlo, fuorché a Pietro, Giacomo e Giovanni, fratello di Giacomo. Giunsero alla casa del capo della sinagoga ed egli vide trambusto e gente che piangeva e urlava forte. Entrato, disse loro: «Perché vi agitate e piangete? La bambina non è morta, ma dorme». E lo deridevano. Ma egli, cacciati tutti fuori, prese con sé il padre e la madre della bambina e quelli che erano con lui ed entrò dove era la bambina. Prese la mano della bambina e le disse: «Talità kum», che significa: «Fanciulla, io ti dico: àlzati!». E subito la fanciulla si alzò e camminava; aveva infatti dodici anni. (…)

Gesù cammina verso la casa dove una bambina è morta. Cammina ed è Giairo, il padre, a dettare il ritmo; Gesù gli cammina vicino, offre un cuore perché possa appoggiarvi il suo dolore: «Non temere, soltanto continua ad aver fede». Ma come è possibile non temere quando la morte è entrata in casa mia, e si è portata via il mio sole? Secondo Gesù il contrario della paura non è il coraggio, da scovare a fatica nel fondo dell’animo, ma la fede: Tu continua ad aver fede. Anche se dubiti, anche se la tua fede non ha nulla di eroico, lascia che la sua Parola riprenda a mormorare in cuore, che il suo Nome salga alle labbra con un’ostinazione da innamorati.
Aver fede: che cosa significa? La fede è un atto umanissimo, vitale, che tende alla vita e si oppone all’abbandono e alla morte. È aderire: come un bambino aderisce al petto della madre, così io aderisco al Signore, ho fiducia nella madre mia, un bambino appena svezzato è il mio cuore. Giunsero alla casa e vide trambusto e gente che piangeva. Entrato, disse loro: «Perché piangete? Non è morta questa bambina, ma dorme». Dorme, come tutti i nostri che ci hanno preceduto e che sono in attesa del risveglio. Dormono, come una parentesi tra questo sole e il sole di domani, e per Dio l’ultimo risveglio è sulla vita.

Lo deridono, allora, con quella stessa derisione con cui dicono anche a noi: tu credi nella vita dopo la morte? Ti inganni, ti sbagli, sei un illuso, non c’è niente dopo la morte. Ma la fede biblica è che Dio è Dio dei vivi e non dei morti, che le «creature del mondo sono portatrici di salvezza e in esse non c’è veleno di morte. Dio non ha creato la morte» (Sap 1,13-14). Gesù cacciati fuori tutti, prende con sé il padre e la madre, ricompone il cerchio vitale degli affetti, il cerchio dell’amore che fa vivere. Poi prende per mano la bambina. Non era lecito per la legge toccare un morto, ma Gesù profuma di libertà. E ci insegna che bisogna toccare la disperazione delle persone per poterle rialzare. La prende per mano. Chi è Gesù ? Una mano che ti prende per mano. La sua mano nella mia mano.
E le disse: «Talità kum. Bambina alzati». Lui può aiutarla, sostenerla, ma è lei, è solo lei che può risollevarsi: alzati. E lei si alza e si mette a camminare. A ciascuno di noi, qualunque sia la porzione di dolore che portiamo dentro, qualunque sia la porzione di morte, il Signore ripete: Talità kum. In ognuno di noi c’è una vita che è giovane sempre: allora, risorgi, riprendi la fede, la lotta, il sogno.
Su ogni creatura, su ogni fiore, su ogni uomo, su ogni donna ripete la benedizione di quelle antiche parole: Talità kum, giovane vita, dico a te, alzati, rivivi, risplendi. Tu porti salvezza.

Rassegna Stampa. Il “Giornale di Sicilia” e le Eolie

gds7.jpgIl Giornale di Sicilia nella pagina Messina Provincia ha pubblicato:

Eolie, pe la tassa di sbarco è scontro con Milazzo. Presa di posizione dell’architetto Laura Natoli e i risultati del sondaggio de “Il Notiziario delle Eolie online”.

Eolie-Milazzo: giornalisti austriaci in visita.

Milazzo-Eolie: da domani aliscafi al pontile di via Rizzo.

Nella pagina Fatti&Notizie:

Corte dei Conti: nei Comuni siciliani buco da 1,3 milardi di euro.

D’Alia: “Dialogo con il Pd ma non sono in corsa per la presidenza della Regione”.  

Sviluppo Eolie, “buco” da 100 mila euro (+287 mila degli anni precedenti!). Per andare avanti occorre il rifinanziamento

fmirabito.jpgLipari – La società “Sviluppo Eolie” con un “buco” di circa 100 mila euro continua ad andare avanti, ma per avere delle prospettive dovrà essere rifinanziata. L’orientamento è emerso nell’assemblea dei soci che si è tenuta alla presenza del nuovo presidente Felicino Mirabito e dell’amministratore delegato Alessandro Seminara. L’approvazione del bilancio di previsione è stata rinviata in attesa di nuovi approfondimenti.