“AugurItalia”

natmbit.jpgIl terrificante discorso di fine anno del nostro presidente Napolitano sulla situazione debitoria dell’Italia, del pagamento con cifre astronomiche di interessi sul debito, ci porta a considerare la responsabilità di tutti i politici compreso il medesimo oratore. Il quale ha scoperto adesso come Monti gli ha fatto il giro della boa senza ancorarsi, ma prendendo rotte ed ancore nuove. Il linguaggio della verità è questo. Il resto sono discorsi che si accettano per l’età e restano imprigionati nella profondità politica testamentata da fine anno a fine anno. I sacrifici imposti in modo unilaterali al popolo italiano hanno cementificano solo il disprezzo verso una classe politica alla quale solo chi parla dice quello che pensa anche se poi la criminalità organizzata non è solo quella raccontata. Che ciascuno accetti gli auguri per quelli che sono.

Buon Anno

di Salvatore Agrip

banno9.jpgPenso che, quelli di Giancarlo Niutta siano gli auguri più auspicabili che noi tutti possiamo sperare.
Voglio farli miei e auguriamoci un futuro fatto di meno ingiustizie e più serenità sociale.