Eolie, martedi’ il giro d’Italia a vela

velastromboli2.jpgLipari – Nel quadro delle attività statutarie della Lega Navale Italiana, dal 01 al 31 luglio p.v., verra’ effettuato un percorso itinerante a vela, denominato “Giro  d’Italia”, che transiterà per ogni Area Marina Protetta del bacino tirrenico e ligure. A Lipari farà tappa martedi’ 2 luglio. 

Per saperne di piu’ cliccare nel link che segue:

Giro d’Italia a Vela

Lipari – Il maestro Giovanni Giardina, canta: “Alle Eolie” di Bartolino Famularo

images?q=tbn:ANd9GcQkxXyudxzF2abs1yIabrOyisrfnSETjFKVhzHuJpxq7ciNReRTGentile Direttore, oggi 30-06-2013- ricorre l’anniversario della scomparsa dell’indimenticabile amico Bartolino Famularo ed io lo voglio ricordare cantando  una sua canzone  “Alle Eolie“.
Grazie per il gentile spazio e cordiali saluti
Giovanni Giardina.
gionnygarden@virgilio.it
 

 
Bartolino Famularo.jpg
http://www.bartolinoleone-eolie.it/Alle-Eolie-di-BFamularo-cantata-da-GGiardina.mp3

clicca sul triangolo bianco per ascoltare

 

Lipari, finalmente S.Pietro

bferlazzopiccola.jpgdi Bartolino Ferlazzo

Andavo ancora alle elementari, quando vidi per l’ ultima volta la processione spietro.jpgdi S. Pietro nella nostra parrocchia, ricordo  che allora era ancora in vita la Confraternita con la mantellina verde, ricordo Don Giovannino Bonica che mi convinse con i fatti a diventare chierichetto, ricordo quell’ ultima processione come se fosse oggi, ma ieri è stata una gioia grandissima rivedere quella statua per le vie del centro di Lipari è stata un’ emozione fortissima, finalmente dopo tantissimi anni S. Pietro rivede, cambiata purtroppo in peggio, la Sua città, rivede la Sua gente, rivede le Sue vie e rivede i Suoi fedeli.

Tutto è stato perfetto, dal lato diciamo folcloristico, la bella processione l’ emozione del partecipare, ma la cosa che ha colpito tutti è stata la grande partecipazione e, non mi riferisco all’ ultima sera era scontato  il motivo, ma a quanti hanno dato la loro adesione spontanea, gratuita con fede ai preparativi, la chiesa finalmente ricolma di gente tutte le sere, questo significa che i liparoti quelli sani e cristiani di principi esistono ancora, sono quelli che hanno inteso l’ atteggiamento cristiano non come un insieme di buone abitudini tramandate di padre in figlio che stentiamo a vivere perché le percepiamo come un’ imposizione, ma perché hanno scelto di vivere secondo una semplice e fondamentale regola, la vita va vissuta giornalmente in pienezza rispettando gli altri.

gsardellaparrocoleone.jpgImpossibile realizzare quanto avvenuto se alla base non c’è un credo vero e sentito, non si poteva realizzare se non ci fosse stato un pastore che ha raccolto le pecorelle nei modi cristiani di partecipazione, Mons. Gaetano Sardella, che festeggiava il 40° anniversario della sua ordinazione a sacerdote, 40 anni spesi nella parrocchia di S. Pietro al servizio della gente e per la gente, un parroco che con la sua semplicità, la sua schiettezza e perché no con la sua esuberanza, ha attirato a se quanti magari avevano abbandonato per mancanza di stimoli, ha ricevuto consensi, ha ottenuto risultati, ha anche subito angherie, calunnie ed invidie, che non hanno mortificato il suo operato, ma lo hanno rinvigorito e reso più disponibile sempre, e solo, con il sorriso sulle labbra e con il perdono nel cuore; e grazie per tutto anche a Francesco, ho detto una volta,  il suo apporto non è utile ma fziinosacrista.jpgindispensabile, ha riportato alla luce vecchie tradizioni, vecchi ricordi che hanno commosso i tantissimi liparoti presenti e destata la curiosità dei villeggianti presenti, senza un ritorno al passato non si potrà mai affrontare con speranza ed orgoglio il futuro, liberi nella propria volontà, che è un bene che ristora e ritempra, incoraggia e ci sprona ad andare sempre avant,i anche nella più grandi difficoltà.

Grazie Mons. Sardella, grazie Francesco, senza la Vostra opera per il Vostro impegno, con piccole ma essenziali gesta aprite il cuore della gente, ci vuole tutta una vita per imparare a vivere, a diventare uomini e donne e tante volte non ci riusciamo nemmeno, Mons. Sardella Lei, in questi primi 40 anni di sacerdozio, ha aperto una speranza che possiamo così riassumere
” … per chi crede di credere e per chi crede di non credere … “.
Grazie dal profondo del cuore per quanto Ha dato e per quanto darà ancora.<br

Eolie, “vanno rivisti gli itinerari orari degli aliscafi e anche dei traghetti”. Le reazioni nel web

vaporettoturisticopiccolo.jpgLipari – “Troppe corse di aliscafi che si accavallano tra le due società Compagnia delle Isole e Ustica Lines”. Gli isolani hanno richiesto alla giunta Giorgianni di attivarsi per rivedere gli itinerari orari delle due società che penalizzano fortemente i movimenti degli eoliani e anche dei vacanzieri. “Ci sono corse che si accavallano – dicono gli isolani – e poi per ore non ci sono collegamenti. Qualche modifica fa fatta anche per i traghetti”.

Le reazioni nel web.

Giansanto Lo Giusto: Ed anche e soprattutto le coincidenze con gli altri vettori di trasporto pubblico, in primo luogo autobus, pullman extraurbani e collegamenti con aeroporti.

L'”eolian-torinese” Cristina Leone prima tra gli “artisti emergenti”

cleonepiccola.jpgL’artista “Eolian-torinese” Cristina Leone é al primo posto nella classifica della canzoni di artisti emergenti del circuito Itunes
date un voto su www.radioamore.eu (sito ufficiale), emergenti-invisibile di Viola

Eolie-Messina-R.Calabria, “il recupero del collegamento segnale positivo ma…”

cdelbono.jpg“Il ripristino della tratta Eolie – Reggio Calabria nei mesi centrali di questa stagione turistica ormai avanzata è un segnale incoraggiante che lascia ben sperare per il futuro ma non basta”, dichiara Christian Del Bono, presidente Federalberghi Isole Eolie e isole minori Sicilia.

Sin dal 2011, assieme ai sindaci delle isole minori, avevamo avuto modo di denunciare anche formalmente e in più occasioni – aggiunge Del Bono – la scelleratezza della decisione che aveva portato il governo regionale ad avvalersi dell’istituto del quinto d’obbligo per ridurre del 20% il budget disponibile per i collegamenti marittimi con le piccole isole siciliane. Tra i tagli operati a scapito delle piccole isole, quello delle corse su Reggio Calabria ha sicuramente rappresentato per le Eolie uno dei danni principali, in quanto le ha private improvvisamente dell’unico collegamento sensato con l’aeroporto dello stretto.

“Riteniamo che a questo importante passo in avanti della Usticalines, conclude Del Bono, la politica debba far seguire degli impegni economico-finanziari concreti per far si che i collegamenti marittimi tornino in linea con le esigenze di sviluppo delle realtà micro insulari, estromettendoli una volta per tutte dal computo dei possibili capitoli di spesa da tagliare per far quadrare il bilancio regionale”.

Sindaci, Scajola e scatole in auto blu

sleonepiccola3.jpgdi Salvatore Leone

Quanto accade a Grillo insegna agli italiani che con la politica non si cambiano le cose ma cambiano i
politici. Una volta che si entra si cambia nel modo di vedere le cose e…soprattutto nei rapporti con i cittadini. Prendiamo ad esempio il caso (per rimanere nel piccolo) dei Sindaci, Questi una volta eletti scompaiono dalle strade, entrano in letargo “scrivanaiolo”. Nessuno li vede più e…addirittura per sapere cosa fanno e dove vanno arrivano i loro portavoce. Non c’è niente da fare. La politica cambia…non la nostra vita ma la loro vita.

E…che dire del povero Scajola, che sindaco non é, ma é ridotto al lastrico dopo l’acquisto della casa fronte Colosseo sotto attico di Lory Del Santo. Poveraccio, per traslocare dal nuovo acquisto (sembrerebbe a sua insaputa) é stato silenziosamente aiutato da un amico, industriale alimentare di prodotti tipici liguri di Ceriana (Imperia). Si vede proprio che non poteva pagare un’impresa di trasloco (per le palanche i liguri battono gli scozzesi). Ha proprio ragione, quando dice che dopo il pagamento dell’Imu per la predetta casa è rimasto a secco. Chissà quanto ha pagato d’Imu per la nuova casa e…se ha avuto l’agevolazione di prima casa acquistata a sua insaputa (forse ci sarà qualche codicillo nascosto che parla di agevolazione di prima casa acquistata a propria insaputa). Ma per Scajola non finisce qua. Qualcuno, sempre ad insaputa di Scajola, si è avvicinato nei pressi dell’immobile temendo un furto, nel vedere uscire scatole e scatoloni scaglionati e scajolati.

Sfortuna è, che si è trattato di una piccola auto blu (una Punto) ma sempre blu, anche se intestata al PDL di via dell’Umiltà. Che brutto vicinato che ha trovato Scajola, anche criticato per avere visto l’auto blu carica dal bagagliaio ai sedili posteriori di paralumi, computer e scatolette. Povero Scajola, non lo lasciano in pace, forse qualcuno dei condomini ha il dente avvelenato per non avere comprato a prezzo stracciato casa Scajola per la quale è finito sotto processo al Tribunale di Roma, per il reato di “finanziamento illecito a parlamentare”. Secondo i magistrati l’appartamento di 180 mq (piano rialzato) con vista Colosseo fu pagato in parte dallo stesso Scajola (600 mila euro) e in parte (1 milione e 100 mila euro) dal costruttore Diego Anemone, anch’egli imputato nel processo. Qualche mala lingua dice che gli hanno consigliato di sgomberare l’appartamento, per sostenere in udienza che la casa era inabitabile in quanto rumorosa e giustificare così il prezzo basso d’acquisto. Che scandalo caro Presidente, meglio far parlare un portavoce.
Baciamo le mani.

Rubrica Religiosa a cura di monsignor Alfredo Adornato

aadornato2.jpgdi Alfredo Adornato

Guardare avanti per vivere in pienezza. XIII domenica. Tempo ordinario – Anno C.

(…) Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio. Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va’ e annuncia il regno di Dio». (…)

Vuoi che scenda un fuoco dal cielo e li consumi? La reazione di Giacomo e Giovanni al rifiuto dei Samaritani segue la logica comune: farla pagare, occhio per occhio.
Gesù si voltò, li rimproverò e si avviò verso un altro villaggio. Nella concisione di queste parole si staglia la grandezza di Gesù. Che difende chi non la pensa come lui, che capovolge la logica della storia, quella che dice: i nemici si combattono e si eliminano. Gesù invece intende eliminare il concetto stesso di nemico. E si avviò verso un altro villaggio. Il Signore inventore di strade: c’è sempre un nuovo villaggio con altri malati da guarire, altri cuori da fasciare; c’è sempre un’altra casa dove annunciare pace. Non ha bisogno di mezzi forti o di segni prodigiosi, non cova risentimenti. Lui custodisce sentieri verso il cuore dell’uomo, come canta il salmo: beato l’uomo che ha sentieri nel cuore (84,6), che ha futuro e fiducia. E il Vangelo diventa viaggio, via da percorrere, spazio aperto. E invita il nostro cristianesimo a diventare così, a continui passaggi, a esodi, a percorsi.
Come accade anche ai tre nuovi discepoli che entrano in scena nella seconda parte del Vangelo. Ad essi, che ci rappresentano tutti, dice: Le volpi hanno tane, gli uccelli nidi, ma io non ho dove posare il capo.
Eppure non era esattamente così. Gesù aveva cento case di amici e amiche felici di accoglierlo a condividere pane e sogni. Con la metafora delle volpi e degli uccelli Gesù traccia il ritratto della sua esistenza minacciata dal potere religioso e politico, sottoposta a rischio, senza sicurezza. Chi vuole vivere tranquillo e in pace nel suo nido non potrà essere suo discepolo.

Noi siamo abituati a sentire la fede come conforto e sostegno, pane buono che nutre, e gioia. Ma questo Vangelo ci mostra che la fede è anche altro: un progetto che non assicura una esistenza tranquilla, ma offre la gioiosa fatica di aprire strade nuove, il rischio di essere rifiutati e perfino perseguitati. Perché si oppone e smonta il presente, quando le sue logiche sanno di superficialità, di violenza, di inganno, per seminarvi il futuro.
Lascia che i morti seppelliscano i loro morti. Una frase durissima che non contesta gli affetti umani, ma si chiarisce con ciò che segue: Tu va e annunzia il Regno di Dio. Tu fa cose nuove. Se ti fermi all’esistente, al già visto, al già pensato, non vivi in pienezza. Noi abbiamo bisogno di freschezza e il Signore ha bisogno di gente viva. Di gente che, come chi ha posto mano all’aratro, non guardi indietro a sbagli, incoerenze, fallimenti, ma avanti, ai grandi campi della vita, che gli appartengono, a un Dio che viene dall’avvenire.

Da Lami in linea Saverio Merlino

smerlinopiccola1saverio.jpgdi Saverio Merlino*

L’’Associazione “Borgata Lami” invita tutti quelli che intendono onorare il ricordo di quei lavoratori crocelami.JPGcaduti sul lavoro a partecipare, oggi, Domenica 30 Giugno alle ore 19.00, alla Santa Messa che sarà celebrata nel Vallone Castagna, a valle del monumento inaugurato 6 anni or sono per non dimenticare ed onorare tutti “i cava tori della pomice” scomparsi nelle grotte bianche scavate nel Vallone Castagna, a Monte Pelato e sul Monte Chirica.

*Presidente BorgataLami

NotiziariOggi e “Nono posto a livello nazionale”

www.isoleolie.it

 

 

 

Un pensiero affettuoso alla famiglia Biviano di “ferro”.giulia.jpg
 
 
 
 
 

 

aaaaaaaa.jpgCONTROCORRENTEOLIANA

Le condizioni economiche in cui si trova il comune di Lipari secondo il mago dei numeri Angelo Sidoti, non lasciano dormire sonni tranquilli agli isolani di Lipari, Vulcano, Panarea, Stromboli, Filicudi e Alicudi. La voce matematica del “Sole 24 delle Eolie” non passa inosservata per il silenzio che gira intorno a chi mantiene l’amministrazione anche contabile del comune che da ciarliero si é zittito di colpo sull’argomento. Forse il chi tace acconsente é l’unica risposta che a breve entrerà nelle tasche di questi isolani di queste sei isole.

 

 

 VERO&FALSOaaaa.jpg
 

-Letta fra i 200 mila nuovi posti conferma che 7 sono per le Eolie.

-Tevez farà un salto dai Tesoriero di Panarea per consegnare la maglia numero 10.

-Politico eoliano saputo che l’aumento dell’Iva é congelato, ordina subito un cono crema e nocciola.

-Lo Stato vuole riaprire il carcere di Lipari, trasformandolo in bed&brekfast sconta pene.

-Albergo eoliano disposto a trasformarsi per 200 euro a notte in casa per scambisti.

-La Soprintendenza prenderà spunto da Jiangcun (regione del Chushur) per creare alle Eolie l’architettura di case socialiste a schiera. Tutte uguali.

-Andoni Luis Aduriz, il cuoco che sussurra alle patate, si cimenterà anche con il sussurro ai totani eoliani.

 

 

 

ISOLA PANE
 
cartoline8.jpg

Creare col tovagliolo la sagoma di barchette,

incita la voglia di baghette.

Come pane francese scelto dal governo delle intese

per spopolare col conto a fine mese.

Spunta dal sacchetto come serpente a filetto

per nutrire con l’odore perfetto.

Quasi da tenere in mano come trionfo di fame

senza sgualcire l’aggiunta di salame.

L’isola appende la voglia di una colazione antica

per salutare con il “Vossia binidica”.

 

 

PRIMA PAGINA. LA CADUTA DEL MISTEROaaaaaaa.jpg

 

Giulio Linguanti é un ex maresciallo. Ha 76 anni. Nel 1980 lavorava al Sios nell’aeroporto di Bari. E’ andato sulle montagne calabre della Sila per il recupero del Mig 23 libico dove trovò insieme all’aereo un nido di vermi lunghi 5 cm. nel cadavere putrefatto del pilota. Quattro conti di praticità per capire che Mig libico e DC9 Itavia sono caduti la stessa sera. Nel 1982 Spadolini disse: “Risolvete il giallo del Mig23 e avrete trovato la chiave per scoprire la verità su Ustica”. Giulio Linguanti, prima di allora, li aveva già visti volare e pure atterrare in tranquillità sul territorio italiano. “A Bari, una volta ci ritrovammo una intera squadriglia di elicotteri di Ghddafi, addirittura il 22 giugno del 1980 all’aeroporto di Tessera erano parcheggiati dei C-130 dell’aviazione della Jamahiria araba libica, poi  c’erano piloti che Gheddafi mandava in segreto ad addestrarsi a Galatina, alla scuola di volo dell’Aeronautica dove atterravano i Mig libici, prima e dopo la strage di Ustica. Dal cielo é caduto il mistero che non potrà più volare.

 

 

 
aaaaaa.jpgNOTIZIELLE
 
 

-Un escursionista milanese é morto precipitato dall’alpe Pioda, sulle alture della Valle Vigezzo, una delle laterali dell’Ossola.
 
-A 91 anni é morta Margherita Hack . Grande amante di Stromboli.
 

.-L’ex assessore al commercio di Cortina e Portofino e gioielliere Luca Alfonsi è indagato per non aver emesso la ricevuta nella vendita di quattro brillanti del valore di un milione di euro. I diamanti sono stati venduti ad un senatore bresciano delcon un assegno non coperto e successivamente pagati con bonifico.

 
-Un uomo di 42 anni, di Rivarolo Canavese é stato arrestato perché acquistava auto online pagandole con assegni falsi o rubati e le rivendeva producendo documenti contraffatti.
 
-Alcuni abitanti di Reggio Calabria hanno denunciato la mancanza di acqua in alcuni quartieri della città. I carabinieri, attraverso un elicottero, hanno individuato un impianto idrico illecito che riforniva un ovile con novanta animali. Con l’accusa di furto é stato arrestato A.M., di 63 anni.
 
-36 tonnellate di alimenti vari, tra i quali quasi 6 tonnellate di prodotti ittici per un valore di circa 2 milioni di euro, in pessimo stato di conservazione e invasi da parassiti, sono stati sequestrati dai carabinieri del Nas di Napoli, Salerno e Caserta. I militari hanno ispezionato 139 tra ristoranti, bar, supermercati, panifici, pescherie e depositi rilevando 91 casi di irregolarità. Sequestrati anche 90 tonnellate di prodotti fitosanitari.
 
-Il governo italiano ha tempo fino al 31 dicembre 2013 per adottare misure idonee per Pompei e l’ Unesco ha tempo fino al 1 febbraio 2014 per valutare cosa fara’ il governo italiano.
 

-Arrestato dai carabinieri che hanno sequestrato 2,5 kg di ”marijuana”, 40 grammi di ”cocaina”, 20 vasi concimati di grandi dimensioni e vario materiale per la coltivazione di canapa indiana, oltre a 70 mila euro. L’arrestato é un insegnante di chimica, del liceo artistico di Trapani, R.R., 38 anni, laureato in Farmacia, con coltivazione all’ultimo piano della sua abitazione ad Alcamo.

 

-Un operaio della ex Jugoslavia di 49 anni, V.X., ha cosparso di benzina il legale e ha dato fuoco al suo studio a Milano per le  le difficoltà a recuperare quel credito di 6-7 mila euro che vantava dal suo ex datore di lavoro.

 
-Teneva la sorella affetta da disturbi mentali segregata in pochi metri quadrati e per questo il fratello, un operaio di 56 anni, é stato denunciato, dai carabinieri a Castelpoto, per maltrattamenti nonostante percepisse circa 800 euro al mese quale tutore.
 

-Denunciato Il titolare di una ditta di traslochi di San Pietro a Vico Ha derubato un suo dipendente, portandogli via 120 euro dal portafogli. 

 
-Denunciato un cittadino romeno che trasportava sulla sua auto 95 batterie di veicoli esauste, senza autorizzazioni.
 
-Veglia per 15 giorni il padrone, 70 anni, morto nel sonno e lo abbandona solo quando arrivano i veterinari dell’Asl di Cagliari per catturarlo.
 
-Nascondeva negli slip 33 ovuli di droga. Un senegalese di 24 anni é stato arrestato dalla polizia municipale di Torino perché nascondeva negli slip 33 ovuli di droga.
 
-Arcangelo Pelaia, di 37 anni, é stato ucciso a colpi di pistola in un agguato a Gioia Tauro.
 
-A Martano trovato il corpo carbonizzato di Massimo Bianco, di 41 anni, un sorvegliato speciale che prima di essere dato alle fiamme sarebbe stato ucciso con un colpo di arma da fuoco alla testa.
 
-La cinquantenne Catherine Kieu di origine vietnamita di 50 anni é stata condannata all’ergastolo, in California, per aver evirato il marito da cui stava divorziando.
 
A Roma, un italiano, ha sparato ed ucciso un ladro, probabilmente uno straniero dell’est Europa.
 
-L’Italia, ma anche la Germania, la Francia e altri paesi europei hanno accordi segreti con gli Stati Uniti per il passaggio di dati personali alla National Security Agency.
 
 
 
 
bandieranotiziariopiccola.JPGSiti Top – Cultura & Società/Altro.

Le classifiche di ShinyStat elencano i siti che il giorno precedente hanno totalizzato il maggior numero di visite.

Classifica Cultura & Società/Altro del giorno 29/06/2013. Nono posto a livello nazionale.

 9° www.bartolinoleone-eolie.it Le notizie di Bartolino Leone Notizie dalle Isole Eolie Notiziario delle Eolie News

banner_notiziario.gif