Cani e gatti in aereo, stop ai viaggi in stiva: la proposta di Aidaa

L’associazione vuole aprire un dialogo con le compagnie aeree e il ministero dei Trasporti per arrivare a un via libera dei viaggi in compagnia dei 4 zampe, come avviene già sui treni.

925-shutterstock-108504821_270x202_c.jpgDopo i treni, via libera ai viaggi in compagnia di cani e gatti anche sugli aerei.

Questo l’obiettivo della nuova proposta di Aidaa, che intende aprire un tavolo di confronto con con le maggiori compagnie aree che operano su scala nazionale ed internazionale con base negli aereoporti italiani, coinvolgendo il ministero dei Trasporti.

Gli animali domestici sono oramai parte integrante di molte famiglie – oltre una su due secondo il Rapporto Italia 2013 dell’Eurispes – delle quali vengono considerati membri a tutti gli effetti.

Sono quindi tante le persone che desiderano poter volare insieme ai propri amici a quattro zampe senza che questi siano costretti a viaggiare nelle stive degli aerei, un’esperienza fortemente stressante per gli animali e di riflesso anche per i proprietari attenti al loro benessere.

La proposta di Aidaa è molto semplice: riservare alcuni posti sull’aereo ai ‘passeggeri con pelosi’, cosi come avviene in treno, compresi i cani di media a grossa taglia.

Fido e Micio potrebbero così volare con i padroni in condizioni di sicurezza e di rispetto per le loro esigenze e pre quelle degli altri passeggeri.

“L’esigenza di poter viaggiare con il proprio animale al seguito anche in aereo è sentita da moltissime persone, che si rivolgono spesso anche a noi per avere informazioni su possibili viaggi nazionali e internazionali con micio e fido al seguito e non in stiva – racconta Lorenzo Croce, presidente di Aidaa – e non parliamo solo di viaggi di vacanza o piacere”.

A questo proposito racconta l’ultimo caso, che riguarda un avvocato di Cosenza che nei prossimi mesi dovrebbe trasferirsi per lavoro negli Stati Uniti e vorrebbe portare con sé i suoi tre cani, che per motivi di salute non possono però viaggiare in stiva.

“Per questa persona – conclude Croce -, se non si trova una soluzione, si porrà l’assurdo dilemma di dover rinunciare al suo lavoro nella Grande Mela oppure ai cani, che sono i suoi compagni di vita

Cani e gatti in aereo, stop ai viaggi in stiva: la proposta di Aidaaultima modifica: 2013-04-05T16:23:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo