Lipari&San Bartolomeo. Il video del concerto di Roberto Vecchioni

rvecchioni.jpgLipari – Messo a riposo il Santo, si spicchiettano i resti della festa con fuochi1.jpgquello che si puo’. Ciascuno aggiunge il suo modo di suddividere il grande evento dell’ Iddu che a Lipari e’ San Bartolo e non lo Stromboli. fuochi2.jpgSistemati i pendolari della festa, ascoltato l’ultimo brano dentro la piazza che e’ dentro il mare, e’ quasi inverno. Ci sono i conti da sistemare e quel mare di problemi da risolvere, che tutti annotiamo e basta. Ma la fuochi4.jpgverita’ che galleggia fuochi3.jpgfra vie e vicoli e’ una sola. Cosi non si puo’ andare avanti. Manca un piano economico alternativo per il rilancio. La politica illude parlando con toni elefantiaci mentre basterebbero i fatti con i toni della formica. Le feste appena iniziano, finiscono. Alle Eolie e’ ancora tempo di feste?

Foto di Antonio Iacullo e Gaetano Di Giovanni.

– Gli spettacoli per la festa del protettore San Bartolomeo. Dopo Roberto Vecchioni, ieri sera è toccato a Luca Carboni.lcarboni.jpg

Il video.
http://www.bartolinoleone-eolie.it/carboni24082013.wmv

http://www.bartolinoleone-eolie.it/carboni24082013.wmv

La giunta Giorgianni con tre targhe ha concertovecchioni.jpgricordato gli imprenditori recentemente scomparsi: Federico Finocchiaro, Edoardo Bongiorno e Salvatore Schiera. E’ stata ritirata dai figli Peppe, Manuela e John.

Il video del concerto di Roberto Vecchioni. Per seguirlo cliccare nel link che segue:

http://www.bartolinoleone-eolie.it/vecchioni23082013.wmv

http://www.bartolinoleone-eolie.it/vecchioni23082013.wmv

LE INTERVISTE DE “IL NOTIZIARIO”. Lipari. Castello&Ex carceri. “Oradaria”, Silvia Carbone, Michele Bellamy Postiglione e Daniele Billitteri

dbillitteriamico.jpgLipari – Appuntamento nei locali dell’ex carcere all’interno del castello con il giornalista Daniele Billitteri che ha parlato dei “Grandi ossimori dei Siciliani” nel suo PIANTI AI MATRIMONI, RISATE AI FUNERALI.

Le interviste a Silvia Carbone, Michele Bellamy Postiglione e Daniele Billitetri.

bellami22082013.jpg

http://www.bartolinoleone-eolie.it/bellami22082013.wmv

http://www.bartolinoleone-eolie.it/bellami22082013.wmv

 

-di Marcello D’Amico (Melbourne)

Ho letto con grande emozione l’articolo della manifestazione artistica al castello mdamicogruppo.JPGdi Lipari  “Pensieri di una Notte al Tropico”- allestimento del carissimo  amico Michele Postiglione Bellamy- con la regia di Emanuele Bottari. Mi hanno colpito particolarmente la parole di Michele nel descrivere  la performance della protagonista Paola Centorrino :”Emozionante Performance….maturita’ artistica e il suo grande talento”. Queste parole illustrano perfettamente l’artista Paola.
L’ho incontrata personalmente a Malfa a settembre del 2009 dopo lo spettacolo Otello, diretto sempre da Emanuele Bottari, presentato in notturna, ma quella volta sensa i pirotecnici naturali, nel cortile della Biblioteca Comunale. Tutto il cast e’ stato bravissimo ma mi ha colpito in particolare la performance di Paola Centorrino nel ruolo del “cattivo” Iago. Ruolo alquanto difficile perche’ nell’originale testo di Shakespeare Iago e’ un uomo. La bellissima ed incantevole Paola riusci’ a trasformarsi in un vero mostro di tutto cio’ che e’ cattivo.
Una settimana dopo ero a Casajanca a Canneto dove l’amica Silvia Carbone mi aveva offerto il salone del suo albergo per allestire una mostra pittorica. Ma non potete immagginare il mio shock quando lei mi disse che Michele Postiglione Bellamy si aveva offerto di mettere su la mostra e curarsi pure di tantissime altre cose.
Ma il giorno prima che la mostra venisse presentata al pubblico mi venne la brillante idea di chiedere all’attrice Paola Centorrino, dopo avermi consultato con Michele che aveva la parola finale- se fosse disposta a leggere delle poesie mie, dell’amica poetessa canadese Rona Shaffran, ed in particolare quelle del genitore di Silvia. Rimase sorpreso quando lei mi rispose immediatamente si. Poco dopo incontrai il maestro Pavano e gli chiese se potesse accompagnare con la sua chitarra Paola mentre recitava. Anche lui confermo’ la sua disponibilita’.
E cosi’ il giorno dell’inaugurazione, mentre io e Michele ci occupavano degli ultimi tocchi tecnici, il maestro Pavano e Paola facevano le prove con serieta’ e professionalita’, si fermarono solo un’ora prima dell’inaugurazione.
L’inaugurazione fu un enorme successo grazie soprattutto alla performance dei due artisti. La sala era gremita di persone ed alcuni dovettero rimanere fuori. Conclusa la parte ufficiale  verso mezzanotte un gruppo d’amici ci siamo riuniti  davanti alla vasca d’acqua calda termale di Casajanca e i maestri della chiatarra Pavano e Lo Cascio improvvisarono un concerto musicale che si concluse alle ore piccole del mattino, accompagnato anche da uno sconosciuto dal nome Johnny Walker Red Label!!  Quella e’ stata per me un’esperienza indimenticabile e sono sicuro che mi perdonerete se ringrazio nuovamente alcune persone che sono stati i veri artefici del successo di quella mostra: Silvia ed il suo consorte Massimo e tutta la famiglia, il carissimo amico Michele Postiglione Bellamy, Paola Centorrino, i maestri Pavano e Lo Cascio, il nostro direttore  Bartolino Leone, il direttore tecnico Massimo e la presentatrice Barbara Brundu e naturalmente l’amico fraterno Antonio Brundu. Ed infine gli amici di Lipari Fabiola e Fabrizio Famularo.
Ritornando a Paola, proprio come dice Michele che d’arte non e’ un  principiante, ha un enorme talento che come tanti altri spesso e volentieri viene dimenticato dalle autorita’ locali quando si organizzano delle manifestazioni culturali. In passato, e questo continua ancora, abbiamo visto degli artisti “importati”, alcuni anche di nome, che hanno deluso con le loro prestazioni, mentri gli artisti locali ignorati proprio perche’ erano del luogo, non avrebbero certamente sfigurato. Mi rivolgo ai responsbili, voi avete il diritto ed il dovere di far fiorire il talento locale e di non metterlo da parte a favore degli “importati”. E poi sono sicuro che costerebbero molto di meno.

– di Michele Bellamy Postiglione

Alle ore 19 appuntamento con il giornalista Daniele Billitteri che ci parlerà dei “Grandi ossimori dei Siciliani” nel suo PIANTI AI MATRIMONI, RISATE AI FUNERALI.

-Pochi ma buoni alle carceri, per la lettura interpretata PENSIERI DI UNA NOTTE AL TROPICO con Paola Centurrino e Daniele Cannistrà per la regia di Emanuele Bottari. Splendide le scenografie naturali offerte dai fulmini che squarciavano il fazzoletto di cielo sopra le teste degli attori, accompagnati dal roboante sottofondo dei tuoni.
Non alle prime gocce, ma appena la concentrazione lo ha concesso ci si è spostati nella cella che ospita l’opera di Matteo Appignani, per concludere tra applausi scroscianti e scrosci di pioggia l’emozionante performance di Paola Centurrino, che sempre più dimostra la sua maturità artistica e il suo grande talento.

– “Oradaria”, rassegna di arte, musica, cultura. E’ in corso all’ ex carceri al castello di Lipari fino al 24 di agosto.

Tutti i giorni è possibile visitare  la rassegna tematica di arte con i lavori di: Renata Conti, Giorgio Distefano e Matteo Appignani, artisti selezionati per l’edizione 2013.
E’ inoltre presente una retrospettiva di Gianni Conti.
Aperta dalle ore 18.30 alle 21. Ingresso libero
 
invito-2013.gif

Pantelleria, preoccupa la riforma delle Province

pantelleria.jpgCon una nota a firma del Coordinatore del Circolo PD di Pantelleria, Giuseppe La Francesca, indirizzata al Vice Presidente della Commissione Affari Istituzionali all’Assemblea regionale Siciliana, on.le Giovanni Panepinto, viene chiesto di valutare attentamente la situazione delle isole minori all’interno della Riforma delle Provincie nella Regione Sicilia, in quanto di per se già territori svantaggiati.

La bozza di riforma delle Provincie, presentata dall’Assessore Patrizia Valenti, non lascia soddisfatto il PD – dichiara Giuseppe La Francesca – in quanto in questa prima stesura risulta un insieme di idee prive però di una veduta di insieme; ecco perché il partito Democratico sta lavorando ad una propria proposta di riforma, con il coinvolgimento anche degli amministratori locali, affinché i liberi  Consorzi di Comuni, che di fatto sostituiranno le Provincie, possano divenire vero strumento di rilancio e sviluppo economico per tutto il territorio siciliano.

Ciò che si deve evitare assolutamente – conclude La Francesca – è che con questa riforma si vada   a creare una frattura fra la regione e i Comuni, non creando altresì sovrapposizioni di competenze anche in un’ottica di miglioramento dei servizi.

LE INTERVISTE DE “IL NOTIZIARIO”. Lipari, sulla torre greca del castello “mini-concerto” della banda, Parlano Lino Natoli e Giovanni Cullotta. E a seguire…

gcullottagruppo.jpgdi Lino Natoli

Grazie allo straordinario lavoro di Flavia Grita è online il sito dell’associazione (http://amicimuseoluigibernabobrea.wordpress.com/) dove troverete tutti gli aggiornamenti e le iniziative in corso.
Per restare costantemente aggiornati vi suggerisco cliccare sull’icona +follow in basso a destra ed inserire il vostro indirizzo email. In questo modo, ogni volta che verrà pubblicato un nuovo articolo, verrete automaticamente informati tramite email.

– Lipari – Emozionante “mini-concerto” sulla torre greca al Castello, cristoforobanda.jpgorganizzata dall’Associazione “Amici del museo si è esibita la banda banda6.jpgcittadina di Lipari, diretta dal Maestro Giovanni Cullotta.

mbenfarigruppo.jpgLe interviste al presidente dell’associazione “Amici del Museo” Lino Natoli e al Maestro Giovanni Cullotta, Subito dopo potrete seguire alcuni pezzi eseguiti dalla banda “Città di Lipari”, magistralmente diretta dal Maestro Cullotta.

cullotta05082013.jpg

http://www.bartolinoleone-eolie.it/cullotta05082013.wmv

http://www.bartolinoleone-eolie.it/cullotta05082013.wmv

Per un’ottimizzazione della visione del video: 

 

  1. aprite windows media player sul vostro computer;
  2. sulla tastiera cliccate i tasti Ctrl + U;
  3. nella finestra che compare copiate ed incollate l’indizzo url che mettiamo sempre sotto ogni finestra video.

Lipari. La Compagnia Piccolo Borgo Antico a Milo

lspano'.jpgdi Luana Spanò

Giovedì 1 agosto la Compagnia Teatrale Liparota, ha partecipato alla rassegna Arte Cultura milo.jpgEventi, che si tiene ogni anno a cura del Comune di Milo, per la direzione artistica di Franco Battiato. Un cartellone ricco di eventi iniziato il 29 luglio, che si protrarrà fino all’8 settembre. Tanti i nomi conosciuti, da Luca Carboni, Gianluca Grignani, Noemi, Enrico Ruggeri, Neffa, Tinturia e molti altri. Le varie compagnie in gara, per la sezione teatrale, si contenderanno il “Premio Angelo Musco”. Il Piccolo Borgo Antico ha portato in scena la commedia “Biscotto alla Noci”, regia Tindara Falanga. Presso il famoso teatro “Lucio Dalla”. Già tanti i consensi riscontrati durante la serata.

Stromboli, “Volcano extravaganza”

di Benedetta Rutigliano

mabramovic1.jpgImperdibile, per chi è residente e per i vacanzieri, l’appuntamento estivo del Fiorucci Art Trust, che per il terzo anno consecutivo si fa promotore e organizzatore di Volcano Extravaganza, nella suggestiva location di Stromboli.

Esatto: questa volta parliamo non di quel che avviene tra il cemento cittadino, ma di quel che avviene in un contesto naturale mozzafiato, che offre per l’occasione, a chi non si arrende all’idea che vacanza sia solo mare, anche stimoli diversi, arti visive, musica, cinema, moda, performance.

Tutto questo e altro in Evil under the sun, ecco il nome di questa edizione 2013, che si ispira al giallo del 1982 di Agatha Christie Delitto sotto il sole, ambientato chiaramente su un’isola. Evil under the sun, curato da Lucy McKenzie e Milovan Farronato, che ha preso il via per alletare e allietare le menti e i corpi fino al 24 agosto con una girandola di eventi e performance.

La serata è stata inaugurata da Nicholas Bussmann, compositore, performer e sound artist, che presenterà sull’isola – in anteprima italiana – il video Etüde in bürgerlichen Gefühlen e la performance I like Marina Abramovic & Marina Abramovic likes me. Così l’autore racconta il suo progetto: «Con termini come: dolce, blu, lacrimoso, mit zärtlicher Hingabe…i compositori europei dal XVIII secolo hanno arricchito le loro notazioni per dare all’esecutore un’idea dell’attitudine musicale che avrebbero dovuto interpretare. Questo vocabolario di parole che evocavano emozioni in varie lingue europee, forma  un nuovo corpo nella società, meglio descritto in tedesco come “ Bildungsburger”.  Il video, in forma sonata, è una collezione molto personale e una riflessione su una possibile tradizione delle emozioni». La performance, dedicata alla performer Marina Abramovic, vedrà la partecipazione di Antonia Baehr, Lucy McKenzie e Lucile Desamory.

E Antonia Baehr, coreografa, filmaker, performer, sarà la protagonista dell’altra performance di stasera, chiamata Ridere, A Selection of Laugh Scores, assieme al suo libro con l’annesso LP chiamati RIRE / LAUGH / LACHEN. Ovvero “ridere” in francese, inglese, tedesco, per analizzare tutte le desclinazioni del ridere. «I like to laugh. I laugh often. I am often seen laughing» dice la Baehr. L’artista imbastisce una sorta di piece sul ridere, analizza il ridere semplicemente come ridere, considerando questa espressione come un entità sovrana la cui parola chiave è la contaminazione, confrontandosi col suono e la forma, la musica, coreografia e dramma, il ritmo e i gesti di chi ride.

Per Volcano Extravaganza 2013, Lucile Desamory ha presentato il suo nuovo film Abracadabra con un’interessante indagine fuori porta.

Ma non vogliamo raccontare tutto quello che sarà…Anticipiamo solo i nomi, e rimandiamo qui per il programma. Per chi passerà da Stromboli, quindi, rigenerazione del corpo e della mente con i lavori di Atelier EB, Antonia Baehr, Michael Bracewell, Nicholas Bussmann, Enrico David, Lucile Desamory, Nicoletta Fiorucci, Maria Hassabi, Beca Lipscombe, Martin McGeown, Lucy McKenzie, Ray McKenzie, Alan Michael, pelican avenue, Anna Blessmann & Peter Saville, Bernie Reid, Markus Selg, Anthony Symonds, Alison Yip.
Fino al 24 agosto…da non perdere!

CONFIDENTIAL. Lipari, traffico da spiagge

confidential.jpgIl traffico intenso dell’estate  che paralizza, assorda, inquina Lipari, Canneto e contrade varie, e’ per sete di spiagge. Le strade sono quelle e quelle resteranno, non esistono soluzioni ingegneriste miracolose, non servono piagnistei misericordiosi verso chi raccoglie guai e semina guai. Fin quando, il comune di Lipari non investira’ nell’unico bene necessario al turismo di mare, il traffico automobilistico aumentera’ e se diminuira’ sara’ perche’ il turismo avra’ scelto altri lidi. Il Notiziario da quando ha prodotto la prima pagina del primo numero ha sempre gridato al recupero del vecchio sistema spiagge di Lipari. Ma tutti sordi, oggi che le voci vengono all’orecchio, c’e’ poco da nuotare per stare a galla. Vedrete la spiaggia delle Sabbie Nere di Vulcano dopo le vasche del depuratore…

Lipari, alle 22 “Biscotti alle noci”. Parte la 12′ rassegna teatrale “Le Maschere di Dionisio”

lspano'.jpgdi Luana Spanò

Da questa sera prenderà il via la 12′ rassegna teatrale “Le Maschere di Dionisio”. E’ organzizata dalla Rassegna teatro.JPGCompagnia Piccolo Borgo Antico.

Per saperne di piu’ cliccare sull’allegato.

Salina. Al Festival stasera esplosiva miscela musicale di Drum and Bass, Rock e World Music

mcavallaro.JPGIpercussonici e la loro esplosiva miscela musicale di Drum and Bass, Rock e World Music, oggi sabato 27 luglio alle 22.00 nella piazza di Santa Marina di Salina, sono i protagonisti assoluti della sesta giornata di Salina Festival 2013. Alice Ferrara , Carlo Condarelli, Luca Recupero, Marcello Ballardini e Michele Musarra, sono fautori di suoni antichi, dialettali, e attraverso la musica e lo spettacolo comunicano un messaggio di speranza per le generazioni future, come nel brano “Quannu moru faciti ca nun moru”, uscito in occasione del ventesimo anniversario della strage di Capaci. Durante la loro performance sul palco di Salina, Ipercussonici indosseranno delle maschere con raffigurati i volti di persone che sono state vittime della mafia. La musica diventa quindi efficace mezzo per comunicare la Cultura della Legalità, scopo centrale della kermesse eoliana ideata e diretta da Massimo Cavallaro, che quest’anno consegnerà idealmente il premio CineMareMusica a Peppino Impastato.

Acclamati al WOMAD di Peter Gabriel, ospiti fissi delle playlist di Caterpillar (Rai Radio 2) e colonna sonora di Greenpeace, con la loro Mururoa, per la campagna referendaria contro il ritorno del nucleare in Italia, Ipercussonici sono a tutti gli effetti i messaggeri internazionali del Liotro Sound, quel genere musicale capace di legare sapientemente strumenti come marranzani, didgeridoo e percussioni alla ricerca della poliritmia siculo-africana. Il tutto condito dall’uso del dialetto come lingua inaspettatamente internazionale, che riduce distanze, unendo anime, volti, popoli in un dialogo musicale tra storie mediterranee.

LA NOTA PRECEDENTE. La cantante portoghese Sofia Ribeiro e il chitarrista italiano Bartolomeo Barenghi,  giovedì 25 luglio, Piazza Malfa, ore 22.00, sono i protagonisti assoluti del secondo appuntamento musicale di Salina Festival 2013.

Omaggiata a livello internazionale con le più importanti onorificenze nel mondo del Jazz, Sofia Ribeiro è considerata una delle più importanti voci del fado, la musica popolare portoghese. Apprezzata per le straordinarie capacità vocali ed emozionali, le sue canzoni sono un mix di suoni provenienti dal Jazz, dalla musica brasiliana e da quella portoghese. La strepitosa voce della cantante iberica è accompagnata dalla sublime chitarra di Bartolomeo Barenghi, giovane e talentuoso musicista italiano, che crea spartiti originali e melodie uniche, figlie dell’incontro di diversi generi musicali.

La kermesse eoliana porta così sul palco un duo dinamico che mescola suoni provenienti dalla commistione di diverse culture, in grado di rapire l’attenzione dello spettatore e di generare emozioni uniche.

LA NOTA PRCEDENTE. Quando l’impegno per l’Ambiente incontra il grande Cinema. JEREMY IRONS, mercoledì 24 luglio presso Rapa Nuj, Santa Marina Salina, ore 22.30 , è il protagonista della sezione cinematografica di Salina Festival 2013 conil documentario “TRASHED – VERSO RIFIUTI ZERO”, un viaggio planetario a caccia dell’inquinamento che devasta, deturpa e sfregia la Terra. Prodotto e interpretato da Jeremy Irons e firmato dalla giovane Candida Brady, “TRASHED – VERSO RIFIUTI ZERO” è un percorso attraverso i cinque continenti, dal Libano all’Inghilterra, dall’Asia all’America, e i loro rifiuti che oltre a uccidere lentamente il Pianeta minacciano in prima persona l’essere umano. Una video inchiesta intensa, cruda, ma mai priva di speranza, capace di stregare platee e giurie e vincere premi internazionali come l’Audience Award Movies That Matter al Maui Film Festival 2012, lo Special Jury Prize presso il Tokyo Film Festival 2012, lo Special Docu al Fife International Environmental Film Festival 2013. La cura dell’ambiente e il risparmio energetico sono le priorità di Salina Festival che è l’unica manifestazione delle Eolie e della Sicilia che ottempera gli obblighi fissati dal protocollo di Kyoto per ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera. Anche quest’anno la kermesse eoliana riceve la certificazione “100% energia pulita” di Multiutility ( http://www.youtube.com/watch?v=4Brw3bcqZ_c) . I consumi elettrici del festival sono stati certificati immettendo nella rete elettrica nazionale 50.000 kWh (fabbisogno energetico stimato per i giorni della manifestazione) di energia proveniente da fonti rinnovabili. Una scelta green che farà risparmiare 12.500 Kg di petrolio ed eviterà l’immissione in atmosfera di quasi 35 tonnellate di CO2. Nel pomeriggio, alle ore 18.30 presso Santa Marina di Salina nella sede Delphis Center, il cartellone della VII edizione di Salina Festival propone uno straordinario percorso dedicato ai più piccoli, pensato ad hoc dai volontari del centro di ricerca per far conoscere la bellezza e il fascino del mare attraverso i cinque sensi: tatto, udito, olfatto, gusto e vista.

LA NOTA PRECEDENTE. Salina – Dopo il successo della serata inaugurale, continua il cartellone ricco di appuntamenti di Salina Festival 2013 che,lunedì 22 luglio alle ore 22.00 presso il Museo Archeologico di Lingua, ha per protagonista il musicista Francesco Mazza che porta on stage una performance in grado di far rinascere una lingua quasi scomparsa, l’arbëreshe.

Moti Shkon è l’ambiziosoprogetto che Francesco Mazza presenta in concerto con l’obiettivo di far rivivere, grazie alla musica, l’arbëreshe, la lingua ancestrale delle prime comunità albanesi in Calabria. Un idioma che per decenni è rimasto nascosto e che ora rinasce, grazie a queste note, riportando tutta la forza di uno sradicamento culturale, di una fuga iniziata cinque secoli fa e che ha visto interi paesi di cultura arbëreshe emigrare per la sopravvivenza. Un flusso mai concluso. Una diaspora sempre viva, oggi come allora, in musica.

Dopo il concerto, alle ore 23.00, si parte dal Museo Archeologico alla volta della “Passeggiata sonora notturna”, un’escursione guidata e organizzata da Emanuele Bottari alla ricerca dei suoni naturali che trasformano le Isole Eolie in cassa di risonanza per il respiro melodico della Natura. Un’esperienza insolita, che permette di ascoltare la voce di Salina nel silenzio della notte. 

LA NOTA PRECEDENTE. Acclamata dalla critica internazionale . Più volte omaggiata delle più importanti onorificenze nel campo Jazz . La voce, l’arte, la passione in musica di Sofia Ribeiro e la sublime chitarra di Bartolomeo Barenghi [25 luglio, Piazza, Malfa, ore 22.00] accendono la settima edizione di Salina Festival , l’appuntamento annuale diretto da Massimo Cavallaro , realizzato con il contributo dell’amministrazione comunale di Santa Marina Salina e Malfa, che dal 21 al 28 luglio 2013 chiama a raccolta a Salina sul tema dell’ Incontro arte, musica, cucina, poesia ed ecologia. Grandi temi. Grandi protagonisti che anche quest’anno rendono omaggio alle Eolie con la propria Arte. Tra questi Ugo Nespolo che celebrail Festival con un’opera inedita riprodotta nel manifesto della kermesse e Sergio Santamarina che ha personalmente realizzato, per la prima volta scolpito, il Premio CineMareMusica 2013 .

Prima e unica manifestazione delle Eolie e della Sicilia che ottempera gli obblighi fissati dal Protocollo di Kyoto per la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera, nel rispetto e la cura dell’Ambiente che permea tutto l’evento, il Salina Festival anche quest’anno riceve la certificazione “100% energia pulita” di Multiutility. I consumi elettrici di Salina Festival 2013 sono stati infatti certificati immettendo nella rete elettrica nazionale 50.000 kWh (fabbisogno energetico stimato per i giorni della manifestazione) di energia proveniente da fonti rinnovabili. Una scelta green che farà risparmiare 12.500 Kg di petrolio ed eviterà l’immissione in atmosfera di quasi 35 tonnellate di CO2.

Con l’edizione 2013 al Salina Festival arriva l’esplosiva miscela di drum and bass, rock e world music de Ipercussonici [27 luglio, Piazza, Santa Marina Salina, ore 22.00], acclamati al WOMAD di Peter Gabriel, ospiti fissi delle playlist di Caterpillar (Rai Radio 2) e colonna sonora di Greenpeace, con la loro Mururoa, per la campagna referendaria contro il ritorno del nucleare in Italia. The adventurous new sound of Sicily, come sono stati presentati in occasione della partecipazione al Festival diretto dall’ex Genesis, Ipercussonici sono a tutti gli effetti i messaggeri internazionali del Liotro Sound, quel genere musicale capace di legare sapientemente strumenti come marranzani, didjeridoo e percussioni alla ricerca della poliritmia siculo-africana. Il tutto condito dall’uso del dialetto come lingua inaspettatamente internazionale, che riduce distanze, unendo anime, volti, popoli in un dialogo musicale tra storie mediterranee.

Ancora contaminazione con Moti Shkon [22 luglio, Museo Archeologico, Lingua, ore 22.00], progetto del musicista calabrese Francesco Mazza che riscopre l’arbëreshe, la lingua ancestrale delle prime comunità albanesi in Calabria, un idioma che per decenni è rimasto nascosto, quasi sussurrato, e che ora rivive, grazie a queste note, riportando tutta la forza di uno sradicamento culturale, di una fuga iniziata cinque secoli fa e che ha visto interi paesi di cultura arbëreshe emigrare per la sopravvivenza. Un flusso mai concluso. Una diaspora sempre viva, oggi come allora, in musica.

Quando l’impegno per l’Ambiente incontra il grande Cinema . Il viaggio planetario di Jeremy Irons a caccia dell’inquinamento che devasta, deturpa e sfregia la Terra è l’atteso protagonista della sezione cinematografica di Salina Festival 2013. TRASHED – VERSO RIFIUTI ZERO [24 luglio, Rapa Nuj, Santa Marina Salina, ore 22.30], prodotto e interpretato da Jeremy Irons e firmato dalla giovane Candida Brady, è un percorso attraverso i cinque continenti, dal Libano all’Inghilterra, dall’Asia all’America, e i loro rifiuti che oltre a deturpare il Pianeta minacciano in prima persona l’essere umano. Discariche, cumuli di rifiuti urbani, isole di detriti galleggianti negli oceani… una video inchiesta intensa, cruda, ma mai priva di speranza, capace di stregare platee e giurie e vincere premi internazionali come l’Audience Award Movies That Matter al Maui Film Festival 2012, lo Special Jury Prize presso il Tokyo Film Festival 2012, lo Special Docu al Fife International Environmental Film Festival 2013.

Musica e Teatro, Teatro in Musica con La lunga notte del dottor Pennac [21 luglio, Molo di Lingua, ore 20.00] con Angelo Campolo (Distretto di Polizia, Tutti i padri di Maria) e le musiche eseguite dal vivo da Giuseppe Mangano alla chitarra classica e Alida De Marco al flauto traverso. Una produzione firmata DAF – teatro dell’esatta fantasia che porta on stage uninsolito incontro tra ritmo frenetico, battute a raffica, brevi quadri delineati con umorismo feroce. Una partitura teatrale e musicale scandita da gag, carica di imprevisti e sorprese in una tragicomica notte al pronto soccorso.

Doppio appuntamento tutto da assaporare con la degustazione di prodotti tipici a cura della comunità di Salina Isola Slow [21 luglio, Molo di Lingua, ore 21.00] e l’incontro inedito tra spartito e forchetta, con Piero Oliveri, uno dei massimi esperti di cucina eoliana, chef del famoso ristorante Alfredo in cucina e il musicista Maurizio Curcio, pianista, polistrumentista, arrangiatore e ingegnere del suono, cultore ed esperto di Stick a 10 corde, capaci insieme di unire in un solo spettacolo la grande musica e la grande cucina, appassionando tra note e degustazioni tutti i sensi [26 luglio, Ristorante Alfredo in cucina, Lingua, ore 21.00].

Ma al Salina Festival, quando si parla di Musica, da sempre, non c’è solo quella composta dall’uomo. Spazio anche in questa edizione al progetto Parco acustico con due appuntamenti, uno dei quali espressamente ideato per i più piccoli realizzato in collaborazione con Delphis center di Salina [24 luglio, Delphis center, Santa Marina Salina, ore 18.30] e uno ‘notturno’ per tutti gli altri [22 luglio, partenza Museo Archeologico di Lingua, ore 23.00] guidato da Emanuele Bottari, alla ricerca dei suoni naturali che trasformano le Isole Eolie in cassa di risonanza per il respiro melodico della Natura.

Come consuetudine il Salina Festival si conclude con il Premio CineMareMusica [28 luglio, Piazza, Santa Marina Salina , ore 20.00] quest’anno consegnato idealmente a Peppino Impastato , martire civile per mano di cosa nostra e simbolo della lotta culturale alla mafia, con la seguente motivazione: “A Peppino Impastato per aver avuto il coraggio di usare l’arma dell’ironia e la leggerezza delle parole contro la mafia che, come diceva, è una montagna di merda”. Ritira il premio il fratello Giovanni Impastato .

Il Premio, fortemente voluto dal direttore Massimo Cavallaro per indicare con un riconoscimento concreto i personaggi della cultura, dello spettacolo, della società civile che abbiano saputo portare nel mondo un’idea diversa di Sicilia, nei precedenti anni ha visto a Salina Rita Borsellino e Maria Falcone (2012), Franco Scaldati (2011), Marcello Sorgi (2010) Antonio Presti (2009), Paolo e Vittorio Taviani (2007) e Francesco Alliata (2006).

Ospite della serata Pif, ideatore de “Il Testimone”, programma di MTV che ha spesso puntato la lente d’ingrandimento su Mafia e Lotta alla Mafia, e autore, interprete e regista del film “La mafia uccide solo d’estate” (nelle sale italiane dal 28 novembre 2013, 01 Distribution).

Inoltre Salina Festival rientra tra le iniziative promosse dall’ ONU per il conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, in particolare per la promozione di nuovi processi culturali nell’area mediterranea.

Vulcano, alle 22 si accendono le scintille del Teatro del Fuoco

MPFERLAZZO.JPGdi Maria Pia Ferlazzo

Si accendono oggi le scintille del Teatro del Fuoco a Vulcano.

Vulcano ospiterà “Sparks in Pandora” alle 22 di oggi sabato 27 luglio alle Terme di Vulcano.  Strani esseri dalle caratteristiche luminescenti prenderanno vita per valorizzare il tesoro di risorse naturali situate alle terme di Vulcano l’ area della pozza dei fanghi naturali circondata dalla collina sulfurea con soffioni acqua calda. Sparks in Pandora è il secondo show in programma nella VI edizione del Teatro del Fuoco ® International Firedancing Festival previsto tra Lipari, Vulcano e Palermo. Il Teatro del Fuoco è il festival internazionale di artisti e danzatori di fuoco che ha iniziato a Lipari la sua sesta ediozione e che proseguirà a Palermo il 30 e  31 luglio a villa Filippina.

Costo Biglietto 10 euro acquistabile dai promoters

Gli show del Teatro del Fuoco proseguono a Palermo il 30 e 31 luglio con “Burning Desire” a villa Filippina, costo biglietti 10,15,18 euro con posti numerati in vendita circuito box office.