RASSEGNA STAMPA, CORSERA, IL WEB TORNA PIU’ ORIZZONTALE

di Federico Cella

CORSERA.jpgLa crisi entra di forza anche nelle abitudini di Facebook.JPGnavigazione del nostro Paese, ma forse non è questo il punto più interessante dell’analisi del Web all’italiana fornita da Nielsen confrontando i dati del 2007 con quelli raccolti nello scorso mese di dicembre. Da un lato infatti si può notare una contrazione dell’uso della posta elettronica, la cosiddetta webmail, rispetto ai siti di community e ai loro strumenti di comunicazione, dall’altro entrano nella Top 10 delle categorie di siti più visitati quelli che vengono definiti “tool di ricerca” – siti con contenuti creati dagli utenti stessi, come Wikipedia e Yahoo! Answers -, a scapito dei siti di news come il nostro, che passano dalla sesta all’ottava posizione della classifica (vedi sotto).

grafico1.gif
Due “movimenti” significativi e interessanti, che Ombretta Capodaglio, Marketing manager di Nielsen Online evidenzia così: “Le email sembrano ora perdere gradualmente l’esclusiva come mezzo per tenersi in contatto, a vantaggio dei social network, che consentono di chattare, condividere foto, video, interessi e altro ancora“. Sul “crollo” delle news, Nielsen conferma che si tratterebbe di un segno che gli utenti si stanno abituando ad un Web più partecipativo e alla comunicazione orizzontale. Direi, “riabituando”, data la perfetta o quasi orizzontalità della prima Internet.
Sul fronte crisi, le conseguenze online sono fondamentalmente due. Nella classifica per categorie entrano per la prima volta anche i siti dei rivenditori online, con grande evidenza per la sottocategoria delle cosiddette aste al ribasso, cioè la corsa alle occasioni: tra i primi cinque siti di aste più visitati in Italia, ben due – Bidoo.com e AsteClick – appartengono a questa categoria.

Seconda conseguenza, il rifugio nelle categorie di svago: il fenomeno YouTube e simili è quello che cresce di più, passando dal 43 al 54% della penetrazione sugli utenti attivi in Rete. In tal senso, buone performance anche per i siti per scaricare suonerie e giochi per il cellulare e i siti dei giochi online, oltre ai già citati siti di social network (vedi grafico sotto).

grafico2.gif
Infine, ecco la “star” del 2008. Indovinate. Ovviamente FaceBook, passato dall’essere visitato dal 2% dei navigatori italiani alla fine del 2007 a quasi il 45% del totale degli utenti nel dicembre scorso. Come dire uno su due (vedi sotto le tre performance migliori).

grafico3.gif
In conclusione, Nielsen ci dice che il 2008 è stato un anno positivo per il Web italiano: nel mese di dicembre ogni navigatore ha passato sul web 26 ore al mese contro le 20 di dicembre 2007, collegandosi 33 volte e visitando 82 siti rispetto alle 29 volte e i 66 siti di un anno fa.

ANCHE L’ITALIA E’ SEMPRE PIU’ SUL WEB

internet.jpgIl consumatore multicanale è in evoluzione». Inizia così il comunicato con il quale Nielsen, Connexia e la School of Management del Politecnico di Milano hanno presentato i dati della ricerca dell’Osservatorio Multicanalità 2008. Tre le dinamiche al centro dell’attenzione: «l’evoluzione del consumo dei “nuovi media” da parte della popolazione italiana»;  «l’impatto della multicanalità nel processo d’acquisto del consumatore»; «l’approccio delle aziende italiane alla multicanalità nella gestione della relazione con i consumatori». Quel che emerge dai dati è un rapporto sempre più sfaccettato tra l’utenza ed i brand con cui l’utenza stessa entra in relazione: la molteplicità dei canali disponibili, infatti, ha reso più complesso il fattore decisionale, e quindi oggi «sono ormai 7,2 milioni gli italiani la cui decisione d’acquisto e relazione con la marca sono determinate dall’interazione con molteplici canali di comunicazione». La ricerca, spiega il comunicato, è stata condotta su un panel di 3000 famiglie per un totale di 7000 individui. Il rapporto conclusivo riassume in una serie di evidenze i risultati che emergono dal sondaggio: Nell’ultimo anno il numero degli italiani “reloaded” (utenza più definitamente multicanale) è aumentata del 31%, rendendo dunque il fenomeno sempre più incisivo; La consapevolezza dello strumento Internet è oggi sparsa su 22 milioni di utenti con un aumento delle ore navigate pari al 32% in un solo anno; Il 63% degli utenti sul Web è nella fascia 25/54 anni: è questa la fascia d’età più influente per gli acquisti online; L’Italia si conferma il paese dei cellulari, ove la rivoluzione mobile coinvolgerà una fascia d’utenza più vasta rispetto al resto del mondo. Dal punto di vista del marketing è questa una nota fondamentale: «poliedrico e strettamente personale, il telefono cellulare può rappresentare un potente mezzo a supporto delle attività di marketing e di gestione del processo di relazione con il cliente»  Aumenta il numero di utenti che cerca informazioni online prima di acquistare e, nel contempo, aumentano gli utenti che prima si informano in negozio e poi acquistano online. Non solo: «i blog ed i social network aumentano la loro rilevanza nel processo d’acquisto: il 27% dei consumatori legge opinioni di altri consumatori su forum e blog ed il 10% partecipa attivamente a tali discussioni; inoltre il 15% dei consumatori dichiara di non comprare un prodotto dopo aver letto un giudizio negativo su Internet»; La ricerca ha saputo evidenziare anche il modo in cui le varie forme promozionali vengono recepite: bocciata la pubblicità via SMS, promosse le iniziative nei punti vendita, apprezzati i siti web aziendali. Cresce la percentuale di donne sul web (45%, +4% in un anno), Facebook si conferma il fenomeno dell’anno, ma secondo la ricerca in tutto ciò le aziende non avrebbero ancora recepito il cambiamento in atto. Sebbene l’utente disperda tra più canali la propria attività di ricerca, le aziende spesso sperperano sul mezzo televisivo i propri investimenti perdendo l’occasione di iniziative mirate e maggiormente monetizzabili relative al Web ed al mondo mobile. «Allo stesso tempo a gran parte delle imprese italiane manca una visione completa circa una strategia di integrazione multicanale lungo tutte le fasi del processo di gestione della relazione con il cliente, secondo un approccio organico improntato sull’ascolto attivo ed il coinvolgimento del consumatore nei processi di creazione del valore dell’impresa». Tutto ciò viene giudicato nel report alla luce di un atavico ritardo culturale che frena le capacità organizzative e strategiche delle aziende nostrane.

IL MONDO E’ SEMPRE PIU’ ONLINE

internet.jpgIl mondo è sempre più online: per la prima volta, il numero di utenti ha superato quota un miliardo, circa della popolazione mondiale. La Cina e gli Stati Uniti sono i paesi in cui si trovano il maggior numero di navigatori, ma in generale è il versante pacifico dell’Asia a fare la parte del leone: il 41% degli accessi al web avvengono da lì.
A proclamare il superamento del traguardo del miliardesimo internettiano è stata la società specializzata comScore, che si occupa di studiare il traffico sulla Rete. Secondo i ricercatori, l’evento è avvenuto nel mese di dicembre e rappresenta – nelle parole del presidente di comScore, Magid Abraham – “una significativa pietra miliare nella storia di Internet”. Il miliardo di utenti è un’altra testimonianza, per Abraham, dell’esistenza di una “comunità globale sempre più integrata, e ci ricorda che il mondo sta diventando piatto”. Il secondo miliardo di utenti, per gli esperti di comScore, “saranno online prima che ce ne accorgiamo e il terzo miliardo arriveranno ancora più in fretta”.
In realtà il totale delle persone che sono ormai in grado di collegarsi al web in tutto il mondo è probabilmente già assai più alto di un miliardo. La ricerca di comScore non tiene infatti conto degli utenti sotto i 15 anni e non calcola le connessioni da luoghi pubblici come gli Internet cafè e da cellulari e palmari. Ma già il dato sulle connessioni da casa e dagli uffici offre un panorama significativo.
La Cina risulta in testa con 179 milioni di visitatori unici di siti web a dicembre (17,8% del totale globale), seguita dagli Usa con 163 milioni (16,2%). Tra i primi 15 paesi al mondo figura anche l’Italia, dodicesima, con 20,7 milioni di utenti della Rete (2,1%).

Lo studio ha preso in esame anche la popolarità dei maggiori siti, con la galassia di realtà che fanno capo a Google che domina il panorama con 775 milioni di visitatori unici a dicembre (il 77% dell’audience planetaria è passato dai siti del colloso del web di Mountain View). Alle spalle di Google ci sono i siti Microsoft, con 646 milioni di visite, seguiti da Yahoo! (562 milioni), Aol (273 milioni) e l’insieme delle realtà della Fondazione Wikimedia, a cui fa capo Wikipedia.
Tra i dati più significati c’è anc he il boom di Facebook, che domina tra i social networks con 221 milioni di iscritti, e che in un anno è cresciuto del 127%.

LA G.C.COMPUTERS RIVENDITORE “COMEG” PER LE EOLIE

COMPUTER.jpg La g.c. computers vi informa che è diventato rivenditore COMEG per le isole eolie e fino al 30/12/2008 vi offre:

 

 

Abbonamento adsl 7 mega flat, traffico internet illimitato, 10 caselle di posta, un dominio di secondo livello gratuito * (es. www.cliente.it), un numero geografico voip gratis** (es. 02/1774589), chiamate gratuite tra tutti gli utenti comeg voip, attivazione gratuita su lineee rtg o isdn, nessuna spesa di impianto/installazione su linea isdn o rtg euro 20,00 mese

*valido solo per il primo anno, successivamente canone annuo euro 15,00

 

**valido solo per il primo anno, dal secondo anno in poi il canone mensile e’ di euro 2,00, il canone mensile si azzera se il cliente effettua almeno una ricarica di euro 20 ogni tre mesi.

 

***offerta cumulativa valida solo se i servizi offerti vengano richiesti il 30/12/08

I prezzi suddetti sono al netto dell’iva al 20 %  E per l’assistenza ???

Garantisce G.C. Computers con interventi on site entro 8 ore feriali dalla richiesta di intervento

Per maggiori informazioni potete contattare: Giacomo Corda g.c.computers@email.it www.gccomputers.eu 090/9811543 368/7326533

FORMEZ, SI CONGRATULA CON IL COMUNE DI LIPARI PER IL PROGETTO “EOLIE WIRELESS”

894852727.4.jpgLIPARI – I rappresentanti del Formez si congratulano con il maggior Comune eoliano e in particolare con il funzionario Livio Ruggiero per il progetto “Eolie Wireless”.

A seguire la lettera che è stata inviata al Comune di Lipari

Egregio dott. Livio Ruggiero,

Sono lieta di informarLa  che  il  progetto ” Eolie Wireless ” già inserito nella banca  dati del Formez www.buoniesempi.it ,  sarà segnalato al Dipartimento tra i progetti più  interessanti della banca dati ai fini di una eventuale diffusione  sul sito del Dipartimento della Funzione Pubblica nella sezione www.nonsolofannulloni.forumpa.it/100-storie/ : cento e più storie di buona pubblica amministrazione.

A tale scopo avrei bisogno delle seguenti informazioni:

           se il suddetto progetto è già stato segnalato nel sito “Non solo fannulloni”;

–       la Sua qualifica professionale a completamento del suo nome, in qualità di referente;

–        ulteriori e/o aggiornati  risultati conseguiti dal progetto.

 

La prego di fornirmi le informazioni richieste, preferibilmente via mail, entro e non oltre il 15 ottobre p.v.

 

Cordiali saluti,

Arianna Basilica
FORMEZ
Segreteria Centro di Competenza
Diffusione della Qualità nelle P.A. e Benchmarking”
T    081 5250.203
F    081 5250.485
E    abasilica@formez.it

LIPARI, NUOVO LABORATORIO DI INFORMATICA

di Giacomo Corda

310965504.jpgIl Laboratorio si trova a Lipari in Via Guglielmo Marconi, 53 –  tel 090/9811543 – 368/7326533 e fornisce, oltre alla vendita dei computer assemblati “su misura”, un servizio di assistenza tecnica e riparazione anche a domicilio.
Possiamo intervenire su tutti i PC e notebook in ambiente Windows e Linux.
Siamo in grado di progettare e realizzare infrastrutture informatiche per azienda o uffici quali server e postazioni work-station.
Infine un grande vantaggio che G.C. Computers offre è il contratto di assistenza. Infatti a fronte del  pagamento di un canone annuo si offre la manutenzione e aggiornamento periodico del parco informatico consentendo così un grande risparmio e prevenendo possibili guasti. Nel caso comunque che si verifichino dei guasti, ai clienti che sottoscrivono questo tipo di contratto, G.C. Computers garantisce l’assistenza entro e non oltre 8 ore (feriali) dalla segnalazione di guasto.

Per maggiori informazioni potete contattare:

Giacomo Corda
g.c.computers@email.it
www.gccomputers.eu
090/9811543
368/7326533

IL RICORDO DI QUEI PERSONAGGI…

dcf6445fd972c81f4e96ec94a6f04ea1.jpgCaro direttore,
scusi l’incognito.
Sono una parente di un caro che non c’è più.
Desidero ringraziarLa per il pensiero e sono veramente commossa per come  lei ama ricordare uomini e cose di queste nostre isole.
Continui così con il Suo giornale.
Una lettrice del Notiziario – Lipari