LA DENUNCIA. PATRIMONI A PERDERE. Lipari, la chiesa di Santa Maria delle Grazie cade a pezzi

chiesagrazie4.JPGLipari – La secolare chiesa di Santa Maria delle Grazie, rischia di cadere a pezzi. All’interno della navata è crollato il delicatissimo coro con le sue decorazioni settecentesche (oramai perdute per sempre), cosi’ come anche l’area vestibolare.

Ma oramai è tutto il luogo sacro con i suoi “gioielli” che custodisce che è a chiesagrazie11.JPGrischio. Che la chiesa sia ormai a perdere è suffragato dalle continue richieste che negli ultimi anni sono state lanciate dagli amanti di questo patrimonio storico-culturale e anche dai responsabili del museo archeologico di Lipari,  alla Soprintendenza, piu’ volte, alla Curia, al prefetto senza ricevere alcuna risposta concreta.

chiesagrazie22.JPGDall’anno scorso, e cioè da quando è crollato il delicatissimo coro con le sue decorazioni settecentesche (oramai perdute per sempre), tutto è stato lasciato nel modo che si evince dalle foto. Di fronte a questo patrimonio che giorno dopo giorno continua a cadere a pezzi, tra gli isolani c’è grande indignazione, anche perchè è per l’insipienza e l’incuria che si verificano casi del genere. Alcuni vacanzieri che hanno avuto modo si chiesagrazie33.JPGvisitare il l”luogo sacro” che è ubicato all’interno della roccaforte spagnoleggiante del castello,  di fronte a tale degrado hanno manifestato un forte sentimento di disprezzo verso le autorità preposte (in testa l’assessorato regionale dei beni culturali) che non sono capaci di tutelare e valorizzare i tesori che i predecessori hanno lasciato alla maggiore isola delle Eolie. Alcuni isolani sono anche intenzionati a indire una petizione da inviate al nuovo assessore regionale Antonio Zichichi. Un appello lo lanciamo anche alla giunta Giorgianni. I cittadini si chiedono dov’è l’Unesco? Siamo o non siamo “Patrimonio dell’Umanità”. Ma qui ormai il “Patrimonio è a perdere…”.

La chiesa di Santa Maria delle Grazie (in particolare) venne rinnovata nel 1700 dal vescovo Ventimiglia che vi volle collocare un organo sulla porta d’ingresso e che dotò la chiesa di un numero doppio di altari. Le forme settecentesche sono giunte praticamente inalterate anche nella sua decorazione plastico pittorica. Gli affreschi, datati 1708, sono opera del pittore Alessio Cutrono e il pavimento è realizzato in mattonelle di ceramica bicolore dell’inizio del XVIII secolo. Ma ora tutto questo patrimonio se non si interverrà in tempo utile, rischia di fare una fine davverso ingloriosa.

LA DENUNCIA. PATRIMONI A PERDERE. Lipari, la chiesa di Santa Maria delle Grazie cade a pezziultima modifica: 2013-02-04T11:35:36+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo