NotiziariOggi

www.isoleolie.it

 

 

Un pensiero affettuoso alla famiglia Biviano di “ferro”.giulia.jpg
 

 

 

 

 

 

PRIMA PAGINA. “NONNANDO”

 

aaaaaaa.jpg

I liberi nonni del mondo dicevano sempre: “i politici guardali prima in faccia e poi gli guardi le scarpe. Ma non stringergli mai la mano”. Oggi aggiungerei di guardargli anche la pancia. Indipendentemente dalla rotondità. Pancia e faccia in politica tendono ad assomigliarsi. Ciascuno di noi può chiudere gli occhi e pensare al primo politico che gli passa per la testa. In questi giorni abbiamo rivisto De Gregorio per la simpatia che il suo fisico emana ma per quanto detto prima. Facciamo una domanda alla Fiorello: Voi chi avete visto? Sarà buono a sapersi.
 
ISOLA BAROCCA
 alicspbia.jpg

C’é quasi una musica cubana
Intorno all’isola barocca,
dove saraceni antichi sbattono panni
in un balcone di pietra e ferro con polvere di storia.
Poi arriva il telo bianco e scompare l’incanto.
Rullano i tamburi della notte
senza spari di cannoni,
ma sciabole artigianali
finiscono il ballo della notte
fino all’imbarcadero che separa l’orizzonte.

 

 

aaaaaaaa.jpgCONTROCORRENTEOLIANA

La farfalla di “belenese”, il condom “bunghese” ormai sono esposti nell’archeologia delle mezze trovate e mezze realtà arricchite di fantasia. Adesso bisogna far prendere il volo senza eredi ad altri extra piaceri sessuali della vita che giornalmente si mischia alla politica per continuare il casino che l’Italia si merita. Ma non gli italiani che in qualche sgabuzzino pubblico, cercano almeno una qualche nuova pratica con traccia d’amplesso e qualche foto nel telefonino. E’ un tipo di vita che si è sempre intrecciato fra le nebbie del nord e i raggi solari del sud. La vita è bella anche apposta con o senza “belebung”. Per l’Italia d’amare e le Eolie da vivere.
 

 

 

 VERO&FALSOaaaa.jpg

 

-A Phi Phi Island il campionato del mondo dei tuffi dalla scogliera (cliff diving) è stato vinto dal britannico Gary Hurt, che ha prevalso sul russo Artem Silchenko, entrambi verranno alle Eolie per insegnare ai politici locali l’arte della “scogliatura tuffata”.
-Alex Casademunt, ex fidanzato di Rocio Munoz Morales, potrebbe fare un salto alle Eolie per non incontrare Bova.
-Massimo Boldi e Loredana De Nardis stanno leggendo la sceneggiatura per girare il film: “Sindaco eoliano”.
-Dopo la moto a 3 ruote, eoliano proggetta “vuzzu” a 3 remi.
-Politico eoliano si vanta di aver letto il libro “L’impeccabile”.
-Diego Abatantuono nel suo ristorante milanese cucina solo polpette. Di carne in 40 modi diversi e di totano in 7 modi diversi.
-Ryan Burns, oltre ad essere il sesto modello più pagato al mondo, vuole essere il settimo velo delle Eolie.

 

 

LA LIBRERIA DEL NOTIZIARIO

di Francesca Muttiaaablibreria.jpg



La banda Sacco


di Andrea Camilleri

 
Raffadali, provincia di Agrigento, anni Venti del Novecento. I fratelli Sacco sono passati dalla miseria nera a una vita dignitosa di contadini con quattro salme di terra. Sono uomini liberi, di idee socialiste, hanno il senso dello Stato, si sono fatti da sé seguendo l’esempio del padre Luigi che li ha allevati nella cultura del lavoro e del rispetto degli altri e che ha costruito la sua fortuna con l’arte di innestare i sac.jpgpistacchi. La vita cambia quando una mattina il capofamiglia riceve una lettera anonima, poi un’altra, poi subisce un tentativo di furto. Luigi Sacco non ha esitazioni e denunzia le richieste estortive ai carabinieri, che però si trovano disorientati: nessuno in paese ha mai osato denunziare la mafia, tutti preferiscono accettare e tacere. Da quel momento i Sacco dovranno difendersi. Dalla mafia e dalle forze dell’ordine, dai paesani complici, dai traditori, dai maggiorenti del paese tra tentativi di omicidio, accuse false, testimonianze bugiarde. Osteggiati dai carabinieri che li privano del porto d’armi e non li difendono, i fratelli Sacco diventano latitanti. Fronteggiano la mafia mostrando un coraggio e una coscienza civile straordinari per quegli anni, liberando di fatto Raffadali dall’oppressione mafiosa. Poi arriva Mori, il fascismo vuole battere Cosa Nostra, a qualsiasi costo e con qualsiasi mezzo. Ma perché dare la caccia ai Sacco che non solo non sono stati mai mafiosi, ma anzi ne sono vittime e proprio alla mafia hanno dichiarato guerra? Ecco allora che per giustificare la gigantesca, spietata caccia all’uomo che Mori scatena, i fratelli Sacco devono diventare una vera e propria banda: madre, sorelle, cognati, cugini, amici, ex sindaci socialisti, tutti vengono arrestati. Poi tocca ai fratelli che circondati da duecento carabinieri vengono feriti, arrestati, torturati. «La giustizia otterrà quello che vuole ottenere»; ai Sacco vengono addebitati quattro omicidi. Condannati all’ergastolo Vanni, Salvatore e Alfonso, girano tutte le carceri, e in alcune fanno degli incontri straordinari: Umberto Terracini e Antonio Gramsci, fra i tanti. Caduto il fascismo i Sacco non ottengono la revisione del processo e passeranno ancora decenni prima che, su sollecitazione di Umberto Terracini, i fratelli Sacco ottengano la grazia. Siamo nel 1962.
Di questa storia, un caso politico oltre che giudiziario, Andrea Camilleri ha consultato tutte le carte, documenti ufficiali, scritti familiari, atti del processo. E ha raccontato, «attraverso questo “western di cose nostre”, per usare un titolo di Sciascia, come la mafia non solo ammazzi, ma sia anche in grado di condizionare e di stravolgere irreparabilmente la vita delle persone».

aaaaaa.jpg7 NOTIZIELLE
 

-A Palermo, il catanese V. A., 29 anni ha aggredito una suora, l’ha palpeggiata e le ha strappato il velo. Risponderà di violenza sessuale, lesioni e minacce.
 
-Sequestrati beni per 210.000 euro a un calabrese 40 enne residente a Montecchio ritenuto la mente dell’organizzazione “10 e lotto”.
 

-Arrestati 3 dipendenti del Comune di Napoli addetti al servizio cimiteriale sono stati arrestati perché imponevano tangenti per consentire lo svolgimento di lavori all’intero del cimitero di Secondigliano con le seguenti tariffe: 50 euro per una semplice incisione fino a 300 euro per la manutenzione di nicchie e cappelle.

 
-Una bimba di sei mesi, deceduta all’asilo di Robbiate dopo essere stata messa nella culla dalla nonna al termine del pasto. Da stabilire se a stroncare la vita della piccola Cecilia sia stato un rigurgito oppure se sia ascrivibile ad un caso di morte bianca.
 
-A Bari  arrestato un incensurato di 17 anni, mentre cercava di nascondere una pistola sotto un furgone in sosta.
 
-Alfredo Laudonio, ex procuratore della Repubblica di Vibo Valentia è stato condannato a 2 anni e 6 mesi di reclusione per  rimborsi per trasferte ingiustificate, recandosi più volte a Roma, tra il 2006 e il 2007, per svolgere indagini.
 

-Sorpresi mentre alimentavano un “rogo tossico” appiccato sui rifiuti sversati a pochi metri da Casal di Principe, 2 algerini sono stati arrestati. dai Carabinieri in un’indagine contro gli incendi nella Terra dei Fuochi. Sono accusati di incendio di rifiuti.

     

bandieranotiziariopiccola.JPGSiti Top – Cultura & Società/Altro.

Le classifiche di ShinyStat elencano i siti che il giorno precedente hanno totalizzato il maggior numero di visite.

Classifica Cultura & Società/Altro del giorno 01/11/2013. Sedicesimo posto a livello nazionale.

 16° www.bartolinoleone-eolie.it Le notizie di Bartolino Leone Notizie dalle Isole Eolie Notiziario delle
NotiziariOggiultima modifica: 2013-11-09T00:05:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo