Vulcano, ambulanti solo all’ex stazione marittima. “No” alla vendita di prodotti alimentari e abbigliamento

vulcanoportopiccola.jpgVulcano – Il sindaco Marco Giorgianni ha emesso una ordinanza per vietare l’esercizio del commercio su aree pubbliche di qualsiasi tipologia, per il periodo estivo, nella localita’ Porto Levante. Gli ambulanti possono invece utilizzare l’area demaniale, già concessa dalla Regione, dell’ex stazione marittima. Sono autorizzati gli ambulanti che vendono merce di carattere artigianale e artistica. Vietata la vendita di prodotti alimentari e  abbigliamento. 

Eolie, alla mostra di Venezia con la “Guerra dei Vulcani”

ibergaman.jpgVenezia celebra il miracolo della “Guerra dei Vulcani”, il progetto che riporta il documentario italiano al centro della scena internazionale, La festa-evento al Centurion Palace suggellerà il successo di una produzione che ha scatenato in poche settimane l’interesse dei grandi festival del settore: Venezia, Toronto (7 settembre), New York (29 settembre, unico progetto italiano selezionato insieme ai fratelli Taviani), Londra (ottobre). Già acquistato da Cinecittà Luce e RAI Cinema, il documentario firmato da Francesco Patierno è distribuito dai francesi di Wide House ed è finora stato venduto in 12 paesi.

E’ stato realizzato in collaborazione con il Centro Studi Eoliano. Tre anni di amagnani1.jpgricerche negli archivi di tutto il mondo, un linguaggio innovativo che ripercorre una vicenda quasi dimenticata (il triangolo amoroso Rossellini-Bergman-Magnani e i due set “concorrenti” alle isole Eolie), “La Guerra dei Vulcani” mette in scena le grandezze e le debolezze umane del cinema italiano al suo apogeo e dona finalmente una giusta prospettiva storica al più grande scandalo della cinematografia mondiale. La Todos Contentos Y Yo Tambien, produttrice del documentario, ricreerà in laguna la magia delle atmosfere eoliane, con un party all’insegna dell’energia vulcanica che promette di essere uno degli eventi clou della kermesse veneziana. A un menú nel più esclusivo stile isolano faranno corredo una selezione dei rrossellini.jpgmigliori vini locali (malvasia, bianco Pomice, nero Ossidiana) e una serie di creazioni appositamente realizzate per la “Guerra dei Vulcani”: due collezioni di pendagli in pietra lavica creati da un designer siciliano (“Amore Puro” e “La Gelosia”) e un’originale presentazione di capperi strombolani in “boite artistique”.

Completano lo scenario un allestimento di gigantografie di stampe d’epoca provenienti da vecchie case eoliane e suggestivi percorsi sensoriali in cui si combineranno le essenze tipiche dell’arcipelago: gelsomino, limone e menta. Al Centurion Palace, per una sera, l’incanto di Venezia si fonderà con la magia delle eolie e le alchimie telluriche del vulcano, le forze che hanno catalizzato gli intrecci amorosi narrati dalla “Guerra dei Vulcani”.

Eolie, filo diretto con l’Australia

tdeidda.JPGLipari – Vacanze agli sgoccioli anche per l'”eolian-australiano” Tanino Deidda, pronto a rientrare a Sydney.

Da Cagliari in linea Felice D’Ambra

fdambra12.JPGdi Felice D’Ambra

Turismo& e La Farfallina di Belen.

Dalla Sardegna, un omaggio al maestro Giovanni Giardina. Carissimo maestro Giovanni, nell’inviarti la foto di questa meravigliosa creatura che belen1.jpgè Belen Rodriguez, ti ricordo che anche lei fa parte di un turismo senza soste e senza frontiere in quanto come vedi salta da un…. all’altro senza sosta.

Questa, si che è la forza di una natura meravigliosa, nata per soddisfare gli sguardi…. di tutte quelle persone che amano la femminilità delle belle e meravigliose donne che la natura offre.

In bocca al lupo e complimenti per il tuo “Simbolo di Lipari”.

Complimenti per le belle parole che sai scrivere. Tu mi ricordi l’amico Bartolo Basile (monascedda) che se n’è andato lo scorso anno.

Per favore, continua, anche se io trovo un pochino di difficoltà a leggere, piano, piano ci riesco e mi fa tanto piacere. Ti comunico in tutta sincerità che apprezzo il tuo attaccamento alla nostra Lipari, anche se non è quella dei nostri tempi, come ci diciamo spesso col mio fraterno amico l’Eolian Berlinese Girolamo Casali che saluto con affetto, ciao, in bocca al lupo,

 

Un giudice e due avvocati

sleone4.JPGdi Salvatore Leone

Il ministro della Giustizia, Paola Severino, intervistata durante la calda estate da uno dei più importanti quotidiani nazionali ha spiegato che “c’è un’ipotesi di formare dei gruppi di lavoro composti da un magistrato e due avvocati. Abbiamo fatto delle simulazioni: se applicassimo 200 persone a smaltire le cause in appello che sono in attesa di decisione da oltre tre anni, calcolando 40 mila sentenze l’anno, impiegheremmo cinque anni per azzerare l’arretrato complessivo”.

Questo è lo studio o progetto del ministro della Giustizia per risolvere l’enorme arretrato civile. E’ veramente deplorevole per i cittadini che chiedono ed aspettano ancora giustizia, vedersi decidere le proprie cause, dopo una lunga pendenza, da gruppi di lavoro composti da un magistrato e due avvocati. Forse il Ministro Severino, ottimo e ricco penalista, ma senza esperienza di formazione professionale presso le cancellerie, sicuramente non avrà mai personalmente iscritto a ruolo una causa civile, non conoscerà i numerosi problemi che affliggono gli avvocati civilisti nel richiedere fascicoli e copie di atti, non avrà mai sofferto le lunghe code disumane lungo i corridoi dei tribunali.

La riforma della giustizia ed in particolare l’arretrato deve e può risolversi solo con magistrati di ruolo che sono gli unici giudici che per costituzione devono garantire le decisioni.Spesso l’iter ed il tempo della decisione di una causa dipende solo da provvedimenti errati. Ed allora, occorre riformare solo il codice di procedura civile dal momento della pendenza del giudizio, all’ iscrizione a ruolo della causa (allungando anche il relativo termine che allo stato è fissato ancora a 10 giorni) fino alla sentenza. Per ottenere questo necessita l’apporto, non di professori universitari, ma di avvocati che quotidianamente si interfacciano con cancellerie e giudici. Solo così può risolversi il problema degli arretrati.Non occorrono corsi di specializzazione in quanto la madre di tutte le scuole è l’esperienza professionale che magistrati ed avvocati reciprocamente maturano negli anni ed i risultati ne danno atto.Si può essere preparati, ma esperienza e saggezza sono i genitori di tutte le scuole di specializzazione.Vorrei timidamente buttare un’idea: se si disponesse per un limitato periodo di tempo, senza nulla togliere alla professionalità dei magistrati d’appello, il loro trasferimento a giudici di primo grado, con un lauto aumento di stipendio, con la loro esperienza maturata nei tempi, si accorcerebbero i tempi delle decisioni dei processi con sentenze che alla fine risulterebbero non impugnabili, mentre i magistrati di primo grado potrebbero ricoprire il ruolo di giudici d’appello.

E’ solo una timida idea.Ma soluzioni concertate a tavolino con magistrati, avvocati, cancellieri ed ufficiali giudiziari, ce ne sarebbero ad iosa.  Un’altra idea potrebbe essere quella di allargare la competenza dei giudici di Pace, che ormai hanno e rivestono nei piccoli centri il ruolo dei vecchi Pretori, giudici del popolo. A molti farebbe piacere conoscere il nome del magistrato e degli avvocati che hanno partecipato al test della  Severino. Solo per trasparenza legale. Baciamo le mani.

Eolie&Trekking. Interrogazione al sindaco e al presidente del consiglio

giacolinodottore.jpgdi Gianni Iacolino*

Possiamo considerare ormai alle nostre spalle il turismo di Agosto. Già al mattino, di buona ora, si vedono i primi gruppi di escursionisti dediti al trekking , ordinati in fila indiana, rispettosi di tutto ciò che li circonda, dirigersi verso le loro mete con passo svelto e deciso.
Sono i turisti che ormai da decenni ci preannunciano l’inizio della primavera e l’avvicinarsi della dolce stagione autunnale, sono i turisti che danno ossigeno all’economia della destagionalizzazione, sono i turisti meno considerati ed anche un po’ snobbati.

Ed ,a ben pensare , non chiedono molto, non disturbano, non sanno cosa significhi sporcare; gradirebbero soltanto la fruizione dei sentieri sempre più impraticabili, molti dei quali abbandonati da anni. Sono gli stessi sentieri costruiti da chi ci ha preceduto e raccontano del nostro passato e di come si svolgeva la mobilita’ interna delle isole, gli stessi sentieri che, ripuliti e ristrutturati potrebbero essere fruiti  anche dagli stessi isolani con grande vantaggio in denaro ed in salute.
Non si possono affrontare i grandi temi del nostro sviluppo economico, tralasciando gli aspetti che rappresentano parte integrante della qualità della nostra offerta turistica e del nostro stile di vita , sempre più simile ormai a quello metropolitano e lontano dal cogliere gli aspetti più suggestivi della nostra splendida natura che non è solo mare, ma anche campagna, vulcani, colline , verde, panorami e tutto ciò che solo una sentieristica organizzata ti permette di apprezzare.

In momenti di crisi come quella che stiamo attraversando, un programma serio di ristrutturazione con opere misurate, di minimo impatto ambientale , utilizzando fondi pubblici, non sarebbe forse apprezzato anche dalla nostra imprenditoria che è fatta di tanti operai e tecnici che di lavoro hanno tanto bisogno?
La interrogo, pertanto , per conoscere quali sono i programmi della Amministazione Comunale circa la pulizia, in tempi rapidi, dei sentieri più fruiti dai turisti e dai locali e se intende intraprendere al più presto, e con quali provvedimenti, una forte iniziativa politicoamministrativa che possa segnare una svolta nel modo di intendere il turismo nel suo complesso, cercando di supportare quello che  lo scrivente reputa di qualità : il turismo che ha rispetto per l’ambiente .

*Consigliere Comunale La Sinistra

Controcorrente Eoliana

controcorrente.jpgVerrà il giorno in cui o come Ministro o come presidente del Consiglio o come Presidente della Repubblica potrebbe essere nominata Luxuria o similare. Niente di male o di strano. Anzi. Speriamo come eoliani che sia Luxuria, almeno è una grande amante di Stromboli, isola per la quale darebbe la vita. Aggiungiamo noi che anche Stromboli con il suo fascino ha dato e da la vita a tanti. Il momento di avere gente diversa al governo e sopra tutto alla luce del sole potrebbe iniziare così. Nel modo di come crea madre natura o trasforma nel proseguio. Poi se arriva qualche aiutino medico non c’è niente di diverso nella scelta di vita e di voto.

Isola Calata

notte.pngL’isola sazia aspetta il sole
per finanziare la pace del cuore.
Aspetta tutta la giornata
per vedere la calata.
Tramonti di donazione
costruiscono spettacoli a ore,
mentre magari il vento passa
nel contorno della vita
per il riposo da paciere
con l’aiuto dello stalliere.

Vero&Falso

veroefalso.jpg-Al Museo di Lipari si potrebbero esporre i mosaici di Apamea, nell’attesa si ospita l’Ape di Moretti.
-Il governatore della Regione di Krasnodar Tkaciov assumerà mille paramilitari come l’ingaggio dei 50 volontari per la Protezione ciivile che poi saranno finanziati con fondi europei assunti dal comune di Lipari.
-Beppe Grillo, dopo aver attaccato le Olimpiadi,preferisce il medagliere scoperto in una vacanza eoliana del “patruni e sutta”.
-Tevez, se giocherà nel Milan, ha promesso a Zaia una bevuta a Lipari.
-Luca Giurato giura sempre che le Eolie sono proprio belle.
-L’onorevole Giorgia Meloni, se passerà da Lipari, ricevrà in omaggio dai fratelli Laise una cassetta di angurie.
-Politico eoliano, su consiglio del sindaco, ha iniziato il corso di “ Come esprimere il proprio parere senza rabbia”.
-Diportista in vacanza alle Eolie suggerisce il libro “Baia imperiale”.
-L’attrice Tina Sloan, nota come l’infermiera Lillian Raines nella soap opera americana, vuol prendere qualche lezione all’ospedale di Lipari.

LE INTERVISTE DE “IL NOTIZIARIO” sul “Parco Letterario Eoliano”

Lipari – Al castello presentato il volume “Il Parco Letterario Eoliano, la didascalizzazione di un Arcipelago culturale di luoghi semiotici”, curato dal professore Vincenzo Cabianca e da Adriana Pignatelli Mangoni. Le interviste alla dottoressa Pignatelli Mangoni, all’assessore al turismo Federica Masin, al dottor Michele Giacomantonio e al dirigente del parco archeologico delle Eolie Umberto Spigo.

pignatellimongoni.jpg
http://www.bartolinoleone-eolie.it/pignatellimangoni30082012.wmv

http://www.bartolinoleone-eolie.it/pignatellimangoni30082012.wmv

 snapshot30082012.jpg
http://www.bartolinoleone-eolie.it/interv30082012.wmv

http://www.bartolinoleone-eolie.it/interv30082012.wmv

 



  Via Scalo, 15 98050 Malfa – Salina
  Isole Eolie ( Me ) – Italy
  Tel. 0039 090 9844222
  www.hotelsignum.it
  info@hotelsignum.it