Anche le “alogene” vanno in pensione

di CarIo D’Arrigo*

Anche le “alogene” vanno in pensione

Una scelta corretta, e persino tardiva, l’ha presa l’Europa vietando l’immissione sul mercato delle lampade alogene. Troveremo ancora in vendita i prodotti giacenti in magazzino (gli affezionati potranno farsi una scorta) ma l’industria non potrà più produrre questi “dispositivi mangia energia”. Perché le lampade a filamento, anche se alogene, consumavano (uso il passato) molta più energia elettrica di quanta “energia luminosa” producessero. Il calore che esse emanavano era il frutto del bassissimo rendimento del dispositivo elettrico. Il divieto di vendita è scattato il 1° settembre di quest’anno, e già nei negozi si possono riscontrare gli effetti. Con il regolamento dell’Unione Europea n. 244/09 la Commissione europea ha deciso la fine della commercializzazione di queste lampade. Si vogliono così ridurre i consumi energetici anche nel campo dell’illuminazione. Era già accaduto con le vecchie lampade a filamento il 1° settembre 2012, oggi tocca alle “modificate” alogene. La loro alternativa non è la “fluorescente compatta”, le cosiddette lampade a basso consumo a gas fluorescente come alcuni ancora credono, ma le lampade a Led. La voce Led è acronimo di Light Emitting Diode o Diodo a Emissione di Luce e la sua nascita si può datare negli anni quaranta, unitamente all’invenzione dei Semiconduttori e dei Transistors. Per tanto tempo non si pensò che “il diodo” potesse far luce al pari delle vecchie lampadine, ma negli anni novanta si ebbe la svolta grazie all’opera di un gruppo di Ricercatori giapponesi. Si pensi che la (ormai vecchia) lampada alogena trasformava in luce solo il 5-10 % dell’energia assorbita, le fluorescenti il 20-30 % mentre i Led restituiscono in luce ben l’85-90 % dell’energia assorbita. Considerato che ancor oggi in Italia la maggior parte dell’elettricità è prodotta con combustibili importati, il cambio è favorevole anche alla nostra bilancia dei pagamenti.

*Fisico, Consulente di Acustica del Comune di Lipari
carlodarrigo47@gmail.com

Anche le “alogene” vanno in pensione

Anche le “alogene” vanno in pensioneultima modifica: 2018-11-08T22:57:38+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento