Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia. Sandro Biviano intervistato dal Tg5

ansa.jpg1) Tra le 150 persone che a Roma stanno manifestando davanti alla sede del ministero della Salute a favore del metodo Stamina vi sono anche due fratelli affetti da distrofia muscolare in attesa delle cure staminali, Sandro e Marco Biviano, di Lipari, e il presidente del movimento Sicilia Risvegli Pietro Cruisafulli. Solidarieta’ e vicinanza ai sostenitori del metodo Stamina e’ stata anche espressa dal poeta-scrittore eoliano Davide Cortese che vive a Roma. Intanto, dopo quello di Elena Biviano che è il caso piu’ gravegicchè vive attaccata a un respiratore, al tribunale di Barcellona (giudice del lavoro) gli avvocati Desirè Sampognaro e Giulia Leone hanno presentato anche gli altri tre ricorsi ex art. 700 per Palmina, Sandro e Marco Biviano. Si punta sulla sensibilità del giudice per ottenere il via libera alle “cure della speranza”.

DSC_3071.jpg

I

DSC_3084.jpg

DSC_3084.jpg

ntanto, dopo quello di Elena Biviano che è il caso piu’ gravegicchè vive attaccata a un respiratore, al tribunale di Barcellona (giudice del lavoro) gli avvocati Desirè Sampognaro e Giulia Leone hanno presentato anche gli altri tre ricorsi ex art. 700 per Palmina, Sandro e Marco Biviano. Si punta sulla sensibilità del giudice per ottenere il via libera alle “cure della speranza”. – See more at: http://notiziariodelleeolie.myblog.it/#sthash.c7ZeirhD.dpuf

Intanto, dopo quello di Elena Biviano che è il caso piu’ gravegicchè vive attaccata a un respiratore, al tribunale di Barcellona (giudice del lavoro) gli avvocati Desirè Sampognaro e Giulia Leone hanno presentato anche gli altri tre ricorsi ex art. 700 per Palmina, Sandro e Marco Biviano. Si punta sulla sensibilità del giudice per ottenere il via libera alle “cure della speranza”. – See more at: http://notiziariodelleeolie.myblog.it/#sthash.c7ZeirhD.dpuf
Intanto, dopo quello di Elena Biviano che è il caso piu’ gravegicchè vive attaccata a un respiratore, al tribunale di Barcellona (giudice del lavoro) gli avvocati Desirè Sampognaro e Giulia Leone hanno presentato anche gli altri tre ricorsi ex art. 700 per Palmina, Sandro e Marco Biviano. Si punta sulla sensibilità del giudice per ottenere il via libera alle “cure della speranza”. – See more at: http://notiziariodelleeolie.myblog.it/#sthash.c7ZeirhD.dpufStasera a Lipari, alle 19.30 e’ in programma una ”Marcia per la Vita”, organizzata dall’associazione Frammenti di Sole. Un corteo partira’ da Sottomonastero e raggiungera’ Marina Corta.

DSC_3084.jpg

2) A rischio a Salina, nell’arcipelago delle Isole Eolie, il ”salinaDocFest”, rassegna dedicata al documentario narrativo, ideata e diretta da Giovanna Taviani, che, nato nel 2007, ha portato sull’isola nel corso degli anni, personaggi ed eventi di calibro nazionale e internazionale. Per salvarlo l’ideatrice ha lanciato un appello, al quale hanno aderito, tra gli altri Franco Battiato e Roberto Saviano. ”Lanciamo questo appello – dice Taviani – per i giovani delle Eolie, che scontano sulla propria pelle questo drammatico isolamento, per tutti gli amici appassionati che ci hanno aiutato e seguito fino ad ora, per chi ama il cinema e la cultura. E’ arrivato il momento di dire basta”. ”La politica – aggiunge – ci ha lasciato soli. Il futuro e’ emigrato via. Soltanto in Italia la cultura, la formazione e la ricerca hanno subito tagli cosi’ ingenti, proprio quando sarebbe stato opportuno fare il contrario. La cultura non e’ un lusso a cui rinunciare in tempo di crisi. E’ il fondamento di qualsiasi economia: non c’e’ economia senza conoscenza”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia. Sandro Biviano intervistato dal Tg5ultima modifica: 2013-07-10T13:45:35+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgLIPARI – E’ stata inaugurata a Lipari, nella frazione di Quattropani, la cantina vincola piu’ grande delle Eolie, di proprieta’ del manager bergamasco Massimo Lentsch. Alla cerimonia erano presenti, oltre alle autorita’, anche una delegazione di operatori giapponesi. L’estensione dei vigneti e’ di 20 ettari dei quali 9 vitati e 11 da vitare nei prossimi 5/8 anni con l’obiettivo di arrivare a una produzione annua di 120 mila bottiglie. Gia’ a settembre si vendemmiera’ nella ”Tenuta di Castellaro”.
   ”Tutto il processo di vinificazione – spiega Massimo Lentsch – avviene per caduta senza l’ausilio di pompe nei diversi travasi ed e’ previsto il solo uso di lieviti indigeni. L’orientamento e’ la produzione di vini naturali di eccellenza valorizzando nei blend prodotti i vitigni autoctoni delle Isole Eolie (la Malvasia delle Lipari nel Bianco Pomice e il Corinto nel Nero Ossidiana). Oltre a questi due vini, a gennaio 2014 sara’ presentata la Malvasia delle Lipari Doc”. Il vino di Lipari e’ gia’ esportato in tutto il mondo: America, Australia, Giappone e nei principali paesi europei.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-06-19T13:39:05+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgLipari – Sei anni e 7 mesi di reclusione sono stati inflitti alla sezione distaccata del tribunale a otto persone a Lipari per aver costruito abusivamente nell’Arcipelago delle Eolie, divenuto ”Patrimonio dell’Umanita’, grazie all’Unesco e con una decina di vincoli, tra i quali in alcuni parti delle isole, anche di inedificabilita’ assoluta. Le sentenze sono state emesse  dal giudice Fabio Gugliotta.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-06-15T12:50:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgLIPARI- Lesioni personali e violenza ai danni del fotografo liparoto Gaetano Di Giovanni. Con questa ipotesi di reato Naomi Campbell e’ stata citata a giudizio e il 4 dicembre prossimo dovra’ comparire davanti al giudice della sezione distaccata del tribunale delle Eolie. Il rinvio a giudizio e’ stato firmato dal sostituto procuratore Francesco Massara. A fine luglio 2009 la top-model era stata denunciata per aver aggredito e picchiato il giovane fotografo che in pieno centro, a due passi dalla famosa piazzetta di Marina Corta le aveva scattato alcune immagini.
   Di Giovanni aveva riportato graffi in un occhio che gli costarono tre giorni di prognosi, accertata e certificata dai medici al pronto soccorso dell’ospedale.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-06-06T11:35:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Rassegna Stampa. “Corriere.it”, Catania: Il controllo era stato richiesto lo scorso 15 febbraio. Morto tre mesi fa, l’Asp lo cerca a casa per una visita «urgente»

ansa.jpgCATANIA. Il controllo era stato richiesto lo scorso 15 febbraio. Morto tre mesi fa, acorriere.it.jpgl’Asp lo cerca a casa per una visita «urgente».

La denuncia del presidente dell’associazione Sicilia Risvegli, fratello del protagonista di questa vicenda

 

«Mio fratello morto a febbraio lo cercano per visitarlo dopo quasi 3 mesi. Ma in che mondo viviamo?». Lo chiede Pietro Crisafulli, presidente dell’associazione Sicilia Risvegli che si sta occupando dei quattro fratelli Biviano di Lipari, affettai da distrofia muscolare e in attesa delle cure con cellule staminali. «L’altro giorno, durante la mia assenza – racconta Crisafulli, fratello di Salvatore morto dopo un risveglio da un coma in cui era entrato dopo un incidente stradale che lo aveva reso disabile permanente – si presenta a casa mia, a Catania, una dottoressa dell’Asp che a mia madre chiede del signor Crisafulli. Mia madre risponde: ma Crisafulli chi? Cercavo Salvatore Crisafulli, devo fare una visita pneumologica».

«Potete immaginare la rabbia di mia madre – aggiunge il presidente di Sicilia Risvegli – come se l’Asl non sapesse che mio fratello fosse morto lo scorso 21 febbraio. Era – sostiene Crisafulli – la visita richiesta con urgenza lo scorso 15 febbraio ed il tutto si trova al vaglio della magistratura per valutare le responsabilità sulla morte di mio fratello. Ma non è tutto: anche l’Inps, ha inviato una lettera a mia madre, invitandola a restituire la pensione, mai riscossa, di mio fratello Salvatore per il periodo di marzo, minacciando di compensare il debito sulla sua pensione. Dobbiamo combattere contro la burocrazia». flash-service.png

LA NOTA PRECEDENTE DELL’ANSA. “Mio fratello morto a febbraio lo cercano per visitarlo dopo quasi 3 mesi. Ma in che mondo viviamo?”. Lo chiede Pietro Crisafulli, presidente dell’associazione Sicilia Risvegli che si sta occupando dei quattro fratelli Biviano di Lipari, affetti da distrofia muscolare e in attesa delle cure con cellule staminali.
   ”L’altro giorno, durante la mia assenza – racconta Crisafulli, fratello di Salvatore morto dopo un risveglio da un coma in cui era entrato dopo un incidente stradale che lo aveva reso disabile permanente –  si presenta a casa mia, a Catania, una dottoressa dell’Asp che a mia madre chiede del signor Crisafulli. Mia madre risponde: ma Crisafulli chi? Cercavo Salvatore Crisafulli, devo fare una visita pneumologica”.
   ”Potete immaginare la rabbia di mia madre – aggiunge il presidente di Sicilia Risvegli – come se l’Asl non sapesse che mio fratello fosse morto lo scorso 21 febbraio. Era – sostiene Crisafulli – la visita richiesta con urgenza lo scorso 15 febbraio ed il tutto si trova al vaglio della magistratura per valutare le responsabilita’ sulla morte di mio fratello. Ma non e’ tutto: anche l’Inps, ha inviato una lettera a mia madre, invitandola a restituire la pensione, mai riscossa, di mio fratello Salvatore per il periodo di marzo, minacciando di compensare il debito sulla sua pensione. Dobbiamo combattere – chiosa Crisafulli – contro la burocrazia”.

Rassegna Stampa. “Corriere.it”, Catania: Il controllo era stato richiesto lo scorso 15 febbraio. Morto tre mesi fa, l’Asp lo cerca a casa per una visita «urgente»ultima modifica: 2013-05-30T11:16:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari&Porto turistico

mgiacomantoniopiccola1.jpgdi Michele Giacomantonio

Vorrei fare un ragionamento pacato sul progetto della Lipari Porto spa anche alla luce del dibattito di oggi in Consiglio comunale. Dirò subito che condivido ampiamente la posizione dell’Amministrazione e non solo per dovere di funzione giacché ne sono il “portavoce”  ma soprattutto perché ritengo che quella avviata sia la strategia più consona – checché ne pensi qualche consigliere comunale – per raggiungere  gli obiettivi che il movimento di sei-sette anni fa, “porti si, ma non così”, si proponeva.

Allora, al di là del fatto che la procedura era stata avviata in maniera quantomeno discutibile giacché l’approvazione in Consiglio comunale del progetto e della decisione di creare una società con i privati per la sua attuazione era stata mascherata nel programma triennale delle opere pubbliche, i rilievi più importanti riguardavano le contrarietà:

– a che il porto commerciale fosse consegnato a una società al 70% a capitale privato,

– la cementificazione di Marina lunga con tutta una serie di costruzioni da destinare ad attività commerciali e a quindi il rischio che si creasse una Lipari commerciale del porto contrapposta a quella della città;

– le perplessità sul progetto di Marina corta e la preoccupazione che venisse compromesso lo skyline (il profilo, l’immagine) di Lipari dal mare;

– alcuni interrogativi rispetto a Pignataro riguardo alla funzione di porto rifugio ( al di là delle classificazioni formali) e per la sorte dei concessionari dei pontili.  

Personalmente invece non ero mai stato contrario ai porti turistici anche con partecipazione dei privati tanto che avevo manifestato attenzione e interesse quando una società aveva proposto di intervenire su Marina corta, senza grandi stravolgimenti.

Oggi che cosa è rimasto del famoso “megaporto” che fece tanto discutere e creò mobilitazione e raccolta di firme fra i cittadini?

1. E’ stato cancellato per intervento regionale dal progetto il porto commerciale perché la procedura per opere di questo tipo e completamente diversa dai porti turistici;

2. Il primo atto dell’Amministrazione è stato quello di dichiarare a Condotte d’Acque spa la contrarietà a quanto previsto a Marina lunga e Bagnamare decisione che è stata accettata dal partner privato. Naturalmente, con questa cancellazione, sono cambiate le convenienze per cui lo stesso socio privato ha chiesto alla Regione di intervenire, con un contributo calcolabile in circa 30 milioni di euro per coprire la perdita di circa il 25% di posti barca. La Regione si è riservata di rispondere perché teme una sanzione europea potendo configurarsi, questa partecipazione, come “aiuto di Stato”. E’ vero che c’è il precedente dell’aeroporto di Trapani il cui ampliamento è stato realizzato con contributo regionale, ma lì si riuscì a dimostrare che l’opera avrebbe portato un grosso incremento del turismo cosa che non è scontata nel nostro caso visto la crisi che sta traversando il diportismo.

3. Ammesso e non concesso che la Regione decida di intervenire e quindi il partner privato superi le sue remore, il Sindaco ha già dichiarato che subito l’Amministrazione porterà in Consiglio comunale la definizione di un accordo di programma fra i soggetti interessati che a questo punto dovrebbero essere Comune di Lipari, Regione Siciliana e Condotte d’Acque spa. Cioè una realtà completamente capovolta rispetto al passato perché a questo punto, nella Lipari Porto spa, gli entri pubblici potrebbero rappresentare la maggioranza del capitale ed è con questa nuova situazione che si andrebbe a discutere e definire, nell’accordo di programma, gli interventi riguardanti Pignataro e Marina corta.

Se invece la Regione deciderà di non intervenire con ogni probabilità Condotte d’Acque spa recederà dalla società e probabilmente si aprirà un contenzioso sul ripianamento del deficit e le responsabilità per il non raggiungimento dell’obiettivo che la Lipari Porto spa si era proposto.

Una partita aperta e difficile, per quello che possiamo comprendere, ma indubbiamente più agevole per il Comune rispetto alla strada prospettata da molti  di denunziare la società lo scorso anno subito all’insediamento della Giunta Giorgianni. Forse sarebbe stato un atto politico forte ma con quali riflessi sul Comune a cui il partner avrebbe potuto attribuire la responsabilità di una rescissione volontaria e forse anche ingiustificata se vista nella continuità amministrativa?

Un ultima cosa. E’ stato notato da qualche giornalista presente che l’ex sindaco Mariano Bruno, gongolava durante il Consiglio comunale sostenendo che vedeva in aula tanti convertiti alle sue posizioni a cominciare dalla Amministrazione. Se quello che abbiamo detto risponde a verità non mi pare proprio che ci sia una convergenza con i misfatti dell’Amministrazione passata. Quanto a “gongolare” io attenderei per vedere quanto costerà al Comune di Lipari questo tentativo di rimediare ad errori del passato, e se su questi prezzi la Corte dei Conti non avrà nulla da dire.

Lipari&Porto turisticoultima modifica: 2013-05-22T18:57:46+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgI fratelli Biviano affetti da distrofia muscolare, potranno accedere nella chiesa di Santa Croce a Pianoconte”. Lo ha precisato il parroco Lio Raffaele. “Ho già dato mandato a dei professionisti – ha puntualizzato – d’istruire l’iter per la costruzione di una rampa in cemento, che sarà realizzata appena l’iter sarà completato. Sono parroco della comunità di Pianoconte da solo cinque mesi, sin dal mio arrivo ho sempre cercato di essere vicino a tutti andando incontro alle sofferenze ed alle difficoltà che la gente ha nella vita e nel cuore. Nella parrocchia di Santa Croce, inoltre da quasi 10 anni esiste e viene usata una rampa in legno per i diversamente abili che ogni domenica viene utilizzata”. Don Lio Raffaele ha anche aggiunto che ”la parrocchia è presente nella vita della famiglia Biviano, e lì dove c’è bisogno di aiuto, sostegno, amicizia e vicinanza a tutti coloro che sono meno fortunati di noi”. La drammatica storia di Elena, Palmina, Sandro e Marco Biviano in attesa delle staminali che per loro è l’ultima speranza per “sopravvivere”, ha già fatto il giro del mondo. In tanti gli eoliani sparsi in Italia e all’estero che hanno scritto a “Il Notiziario delle Eolie online”. L’eolian-berlinese” Gilormino Casali è stato sintomatico: “Sono stato sempre orgoglioso di essere nato nell’Isola piú bella al mondo, sono orgoglioso dei mie paesani. Per la prima volta mi accorgo, che quando si chiede aiuto, sono tutti  (o quasi) presenti e compatti! Ho seguito con molta attenzione, l’appello fatto dal cannetaro per acquistare un bus per disabili.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-05-21T18:43:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgAncora fiamme nell’ex discarica dei rifiuti di Lami, a Lipari, e due abitanti sono finiti in ospedale perche’ intossicati dal fumo. Un precedente incendio doloso si era sviluppato nei giorni scorsi, quando le le fiamme alte si erano propagate nella boscaglia adiacente. Le due persone finite in ospedale accusano disturbi respiratori e gastrointestinali. La discarica era stata chiusa alcuni anni fa, ma non era mai stata bonificata.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-05-20T10:58:04+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

C’E’ POSTA PER “IL NOTIZIARIO”. Lipari, aiutiamo i “Fratelli Biviano”

Gentile direttore,

sbivianomammasorella1.JPGho avuto modo di ascoltare la commovente intervista dei fratelli Biviano mbivianosorella1.JPGrilasciata al suo giornale online e il primo intervento utile per far comprendere che alle Eolie non sono stati verosilmente abbandonati riguarda la disponibilità di un pulmino, dotato di rampa per accedere con le carrozzine, in modo da consentire ai quattro fratelli di poter circolare per l’Isola a seconda delle varie esigenze e non essere costretti a rimanere segregati in casa; condizione, quest’ultima, che, evidentemente, crea ulteriori sofferenze ad una famiglia già flagellata dalla terribile malattia. La richiesta di Sandro ed Elena non deve essere intesa come un tentativo di disporre di un mezzo da destinare ad esclusivo servizio della propria famiglia, posto che hanno precisato che il pulmino sarebbe da destinare in favore di tutti coloro che, sfortunatamente, sono affetti da disabilità motorie e che, in tal modo, potrebbero trovare un sollievo – quantomeno – dal punto di vista sociale.

Cordiali saluti

Lettera firmata

C’E’ POSTA PER “IL NOTIZIARIO”. Lipari, aiutiamo i “Fratelli Biviano”ultima modifica: 2013-05-18T14:08:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Eolie&Turismo

mgiacomantoniopiccola1.jpgdi Michele Giacomantonio*

Stamattina, al Comune di Lipari si è tenuta la prima riunione del “Forum per il turismo” alla presenza del Sindaco Marco Giorgianni, dell’Assessore al Turismo Roberto Cuccia e dall’Assessore alla Cultura ed all’Istruzione, Tiziana De Luca. Invitati una ventina di operatori delle diverse filere del turismo: albergatori, ristoratori esercizi pubblici, diportismo, trasporti marittimi interni e agenzie di viaggio, associazioni culturali più significative del territorio. L’obiettivo, come ha spiegato il Sindaco, è quello di creare un luogo allo stesso tempo consultivo e cooperativo per confrontarsi sulle varie iniziative per promuovere il territorio. Inizialmente questo Forum sarà istituzionalizzato con una determina sindacale anche per essere operativi nel più breve tempo possibile. In seguito, quando i lavori si saranno avviati, il “Forum” dovrebbe lasciare il passo ad una Consulta vera e propria definita con delibera del Consiglio Comunale.

Il primo compito del Forum sarà quello di fare un calendario delle manifestazioni anche se in stato embrionale che si conta di sviluppare e di supportare col contributo di tutti. Il Sindaco ha quindi fatto alcuni esempi: dal potenziamento della festa di San Bartolo che già lo scorso anno ha dato ottimi risultati, al folkmare, ad un festival musicale da prevedere a settembre.

L’Assessore Cuccia si è soffermato in particolare sulle varie tipologie di turismo che possono essere adeguate alle nostre isole: da quello sportivo, al naturalistico, al culturale, a quello dei grandi eventi, a quello dei valori e delle tradizioni, al sociale, a quello di studio (studenti e università con i master) a quello congressuale infine.  Soprattutto questi tre filoni di turismo sono particolarmente significativi per il futuro delle Eolie anche perché possono dare un buon contributo alla destagionalizzazione.

La proposta dell’Amministrazione ha incontrato il favore dei partecipanti e sono stati numeri gli interventi di chiarimento e di approfondimento.

L’incontro si è chiuso stabilendo un metodo di lavoro e con l’impegno di dare vita, nel più breve tempo possibile, alla prima riunione operativa.

*Portavoce giunta Giorgianni

Eolie&Turismoultima modifica: 2013-05-18T13:50:58+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgA Filicudi, nelle Eolie, la benzina costa 2,35 euro al litro: e’ la piu’ cara d’Italia, secondo gli isolani che protestano insieme ai turisti per il prezzo salato del carburante. Un’interrogazione e’ stata anche presentata al sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, da cui dipende Filicudi. ”L’importo di 2,35 euro – si legge nell’interrogazione di Bartolo Lauria, consigliere comunale Udc – risulta essere maggiorato rispetto a quello praticato e autorizzato nelle altre isole”.

di Loredana Ales

Prezzi stellari alle Eolie. La piccola isola di Filicudi si conferma prima in Italia per il costo della benzina, ben 2,35 euro al litro. Ed è già protesta tra gli isolani e i turisti, costretti a pagare un prezzo troppo salato anche rispetto alle altre isole: “Non ce la facciamo più – dichiara Maria Grazia Bonica, presidente del Consiglio della Circoscrizione di Alicudi e Filicudi -. Non è la prima volta che sull’Isola si registrano prezzi da record ma non capiamo perchè. E’ ovvio che nelle piccole isole il gasolio costi un po di più ma non a questi livelli. E poi, perchè a Filicudi la benzina costa 2,35 e a Salina, cioè a poche miglia di distanza costa 1,90 euro al litro?”.

Qui, fanno sapere dall’Isola, c’è un distributore Agip dal quale dipende l’unico presente a Filicudi, senza insegna: “L’unico distributore di Filicudi – continua la Bonica  – è al porto. Gli abitanti dell’Isola non stanno tutti al porto ma anche a 12 chilometri di distanza. Non è possibile sostenere questi costi ogni giorno. La differenza tra le isole è troppa, è vergognoso. La nostra situazione non interessa a nessuno”.

Intanto un’interrogazione e’ stata anche presentata dal consigliere Bartolo Lauria al sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, da cui dipende Filicudi. ”L’importo di 2,35 euro – si legge nell’interrogazione – risulta essere maggiorato rispetto a quello praticato e autorizzato nelle altre isole”.

Il caro benzina, però, non è l’unico problema di Filicudi. La piccola isola delle Eolie ogni giorno è costretta, così come la vicina Alicudi, a combattere con i disagi dovuti al trasporto di mezzi e persone. L’Isola è collegata alla Sicilia da un’unica nave, la Antonello Da Messina che non riesce a garantire la traversata sia per i turisti che per gli abitanti: “Ogni volta che tentiamo di prenotare un biglietto per Milazzo – continua la Bonica– non c’è mai posto per noi .La Compagnia delle Isole dice che i posti sono esauriti. Non parliamo del trasporto dei mezzi. Ci stanno abbandonando. Questo vuol dire che raggiungere l’Isola è troppo complicato, sia per gli abitanti che per i turisti. Abbiamo parlato con l’amministratore delegato di Compagnia delle Isole Alessandro Seminara, ma la società smentisce, dicono di non sapere nulla. La gente è esasperata”.

Altro problema è la chiusura progressiva di tutte le attività commerciali compresi gli hotel: “I turisti a causa di questi problemi, non riescono ad arrivare sull’Isola – conclude la Bonica -. Questo sta causando il tracollo di tutti gli esercizi commerciali. Abbiamo inviato una lettera al sindaco di Lipari e al coordinatore dell’Ancim (Associazione Comuni isole minori) per intervenire su questo fronte. Noi lavoriamo 20 giorni a settimana ma paghiamo le tasse come se lavorassimo tutto l’anno. Chiediamo al sindaco di Lipari l’attuazione di misure straordinarie”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-05-06T17:30:09+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgQualche giorno fa e’ stato emesso l’avviso di criticita’ e in queste ore lo Stromboli, il vulcano dell’isola delle Eolie, e’ tornato attivo: una colata lavica scende nella Sciara del Fuoco ma senza creare alcun allarme. In questi giorni l’isola ospita parecchi turisti.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-05-02T09:35:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgBuon movimento turistico nelle isole Eolie per il lungo ponte fino al primo maggio. Sono soprattutto i gruppi di turisti stranieri che hanno invaso le isole. Si tratta di francesi, tedeschi e inglesi che hanno scelto in particolare le isole di Lipari e Stromboli. Quasi tutti gli alberghi hanno aperto i battenti e si preparano alla nuova stagione. A Salina per qualche giorno si e’ rifugiato nella sua casa di Malfa, il ministro della pubblica istruzione Francesco Profumo, sbarcato insieme alla moglie. Gli aliscafi cominciano a viaggiare super carichi. In qualche corsa – tipo stamane per Stromboli – non vi era posto. Gia’ in movimento anche i vaporetti turistici soprattutto della societa’ ”Tarnav” che giornalmente trasbordano nelle isole centinaia e centinaia di turisti. Per gli operatori turistici ed economici prima boccata d’ossigeno dopo la lunga stagione invernale.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-27T08:03:13+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgLa giunta Giorgianni ha conferito l’incarico all’avvocato Fulvio Cintioli per ricorrere al Tar di Catania contro la soppressione della sezione distaccata del tribunale di Lipari. Gli avvocati eoliani preannunciano di volersi incatenare davanti alla sede di Zinzolo che dal 13 settembre chiudera’ i battenti.
   Gli stessi legali, d’intesa con i colleghi delle altre isole minori italiane, sono intenzionati a lanciare un appello a Giorgio Napolitano, che trascorre le sua vacanze estive a Stromboli. Gia’ il presidente del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Michele Galluccio, ha richiesto alla sede di Lipari l’invio dei fascicoli.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-24T20:18:19+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Eolie&Turismo, questo emerito sconosciuto

bferlazzopiccola.jpgdi Bartolino Ferlazzo

Il turismo per quanto vogliamo sforzarci, non è più quello degli anni ottanta e primi novanta, è cambiato radicalmente, sia nella formza, sia nella sostanza sia nella qualità.-
   Le stazioni turistiche nel corso degli anni si sono adeguate, evolute verso una richiesta nuova ed anche molto diversa da quella originaria.-
   Le Eolie ? Queste sette meravigliose isole, sono rimaste ai tempi dei primi pionieri, un esempio su tutti; alla fine degli anni settanta e primi anni ottanta i piroscafi di linea impiegavano per raggiungere Milazzo due ore di navigazione, oggi i tempi di percorrenza sono identici, negli stessi anni i primi aliscafi impiegavano un’ ora per raggiungere la terraferma, nel 2013 i mezzi superv attrezzati e super veloci impiegano lo stesso tempo, questa nuova tecnologia, questo progresso che tipo di miglioramenti ha dato alle Eolie ? nessuno.-
  

Per quanto riguarda la nostra economia turistica, le cause dell’ essere in negativo, a parte quelle connesse alla crisi economica generale, posso essere facilmente individuate nei maggiori costi generali, nel maggior costo del trasporto per raggiungere le isole, nella mancanza di una vera e seria politica ei sviluppo ed una adeguata programmazione turistica per abbattere i costi, nel non prolungare la stagione turistica, la mancanza di contrapposizione efficace, valorizzando adeguatamente il nostro ricchissimo patriomonio artistico, culturalem climatico, paesaggistico, archeologico e religioso, all’ agguerrita concorrenza di altre stazioni turistiche sicuramente con molta < meno > di noi.-
   Per questi motivi, bisogna avere il coraggio di guardare lontano, bisogna capire se è necessario ridimensionare e riqualificare il nostro turismo, senza discriminazioni, senza preconcetti pensando solo a cosa  < è > più utile per le nostre terre, senza mai dimenticare o perdere di vista che quella turistica è un’ industria che interessa in modo pieno e continuativo, tutti i settori dell’ economia eoliana.-
  

Le Eolie, sono state divinamente create per un turismo raccolto, attento, capace del silenzio, sono state concepite per delle esperienze interiori profonde, intime, silenziose di impensabili incontri con la natura, con la storia, con l’ arte; per questo è stato ampiamente dimostrato, anche e principalmente a livello internazionale, che per la loro limitata estensione e la loro conformazione geomorfologica, le isole minori non possono soppirtare senza dannosi effetti, i risultati li abbiamo gioirnalmente sotto gli occhi, l’ urto turistico di massa, inteso come concentrazione nel tempo limitato, a questa logica, a nostro avviso, non possono sottrarsi le Eolie.-
   Dunque bisogna sedersi ad un tavolo amministratori, albergatori operatori turistici ed economici, per un’ attenta analisi di quanto sta succedendo, per ridisegnare un modello di sviluppo del nostro turismo, decidendo se scegliere un turismo giovanile di massa, di frastuono bisaogna attrezzarsi in talsenso e stesso discorso va fatto e deciso se si propende per un turismo escursionistico del mordi  efuggi o del turismo di elire che ti porta richhezza e benessere, ma si deve decidere il tempo dei rinvii del domani vediamo e vderemo è passato da tantisismo tempo, il rinviare tutto aggrava una situazione ormai al collasso economico e, bisogna far presto perchè stanno nascendo nuove opportunità che coinvolgono protagonisti che fino ad oggi, non erano presenti o addirittura esclusi da questo tipo di mercato.-
  

Per ottenere questo bisogna, coinvolgere in prima persona gli operatori eoliani, ed è per questa che ci è sembrata astrusa, la nomina all’ Assessorato al Turismo, del Prof. Cuccia di Palermo valente libero porfessionista, ma ci chiediamo cosa conosce dei problemi turistici delle Eolie, li ha mai vissuti in prima persona e sulal sua pelle, ne conosce cause ed effetti, per questo sarebbe stata opprtuna una nomina eoliana, non aver preso una tale decisione suona come una bocciatura verso che giorno dopo giorno, mese  dopo  mese  ed anno dopo anno sta investendo i propri capitali nelle attività, tentando < da soli > di risollevare questi < scogli > utlizzando tempo, pazienza ed esperienza, un affronto simile non andava assolutamente perpetrato, questo vuol dire che chi non vuole vedere non si è ancora accorto, anche volutamente, come il tempo dello spontaneismo sia superato dalle pressanti leggi della concorrenza.-
   Dal 1948, periodo in cui Lipari, le Olie e gli Eoliani si affacciarono a nuove prospettive, sono trascorsi tantissimi anni, oggi facciamo il punto e cerchiamo di suggerire e proporre, lo faremo in seguito, qualche spunto di riflessione su fatti di esperienza ad un settore qualificato, qualificante e sensibile verso il desiderio di rinnovamento che pervade, malgrado tutto, le popolazioni eoliane.-
     Auguri Lipari.-

Eolie&Turismo, questo emerito sconosciutoultima modifica: 2013-04-23T16:06:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgIl Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo ha revocato l’affidamento della gestione del porto di Santa Marina alla societa’ milazzese Safim. La decisione del Cga conferma quanto gia’ statuito lo scorso anno in materia.
   La Safim gestiva il porto eoliano dal 2009, ma la conduzione delle attivita’ era stata aspramente criticata dall’Amministrazione comunale (e non solo), soprattutto per le tariffe elevatissime.
   Soddisfatto il sindaco Massimo Lo Schiavo: ”il Cga – spiega – ha dato ragione a quanto sostenevamo da tempo: la darsena turistica deve essere gestita dal Comune dell’isola”. Dopo lunghe battaglie (basti ricordare anche il trasferimento della sede del sindaco dal comune al porto) estenuanti e alquanto complesse (e mi tengo leggero nei commenti) il nostro comune ha piena legittimita’ per la gestione della darsena turistica, almeno di ulteriori giochi,che, ove dovessero esserci, mi porteranno questa volta a dormire sotto qualche rinomato palazzo di Palermo, il porto turistico saremo noi a gestirlo”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-20T10:10:13+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpg1)”Ritengo che Roberto Cannistra’ non sia l’esecutore materiale dell’uccisione di Eufemia Biviano”. Lo ha detto a Lipari il generale Luciano Garofano, ex comandante dei Ris di Parma, che ha effettuato un nuovo sopralluogo nella casa di Quattropani, ancora sotto sequestro, dove la vigilia del Natale di due anni fa venne uccisa la proprietaria. Dell’omicidio della donna, che sarebbe avvenuto a scopo di rapina, e’ accusato Roberto Cannistra’, tuttora detenuto. Garofano e’ stato incaricato come consulente dagli avvocati Luca Frontino e Gaetano Orto che difendono l’imputato. La ricognizione e’ stata autorizzata dalla Corte d’Assise di Messina, davanti alla quale e’ in corso il processo che dovrebbe concludersi entro l’estate.
   ”La ricognizione di oggi e’ stato molto importante – ha spiegato il perito – perche’ ci ha permesso di verificare la natura delle macchie di sangue, perche’ non basta solo il dna”. L’ex comandante dei Ris di Parma, e’ stato accompagnato dai legali di Cannistra’; l’ispezione e’ avvenuta alla presenza dei carabinieri. Garofano ha anche sostenuto che i delitti di Novi Ligure e di Cogne, di cui e’ accusata la mamma del piccolo Samuel Anna Maria Franzoni, hanno molti punti di contatto con quello avvenuto a Lipari: ”grazie all’utilizzo di una prova scientifica nuova, la ‘Bpa’, contiamo di fare chiarezza”.

2) E’ ripresa sul cratere dello Stromboli, nelle Eolie,  l’attivita ”stromboliana” in modo intenso con lancio di lapilli e con la fuoriuscita di magma che finisce lungo la sciara fino a raggiungere il mare. L’eruzione e’ visibile sia da Panarea che da Lipari. L’attivita’ del cratere e’ seguita dalla Protezione civile e anche dall’Ingv.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-18T07:29:58+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgDue tartarughe marine della specie caretta-caretta sono state salvate al largo delle Eolie. Sono state notate da alcuni diportisti mentre nuotavano con difficolta’, probabilmente per un amo finito in gola. I due esemplari, consegnati alla capitaneria di Lipari, sono state poi trasferite in un centro specializzato di Comiso (Ragusa) dove saranno curate.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-16T19:58:55+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgI sindaci delle isole minori siciliane si dividono sul ticket di 5 euro. Il sindaco di Lipari Marco Giorgianni lo ha definito ”un risultato storico”, ma contrari si dichiarano i primi cittadini di Santa Marina Salina, Leni e Favignana che hanno annunciato che non usufruiranno delle norme previste dal disegno di legge sulla gestione dei flussi turistici delle isole minori’ cui ha dato il via libera la giunta Crocetta, su proposta dell’assessore alle autonomie locali e funzione pubblica Patrizia Valenti. 

Il disegno di legge prevede la possibilita’ per i sindaci di introdurre una piccola tassa per i turisti che sbarcano sulle isole minori, dell’importo massimo di 5 euro. I sindaci potranno scegliere se applicare o meno il balzello. Secondo i sindaci di Salina e Favignana, l’attuale ”tassa di sbarco” di 1,50 euro, e’ equa e proporzionata, e pertanto non verra’ elevata ulteriormente, per non scoraggiare i visitatori in questo periodo di particolare crisi e per non penalizzare i pendolari. La tassa restera’, quindi, contenuta e fissa a questa cifra, secondo quanto stabilito al livello nazionale dall’Ancim, l’Associazione Nazionale Comuni Isole Minori. Il sindaco di Lipari Giorgianni invece punta a incassare 2 milioni di euro l’anno, considerato che i turisti giornaeiri ammontano a circa 400 mila.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-13T14:03:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpg1) Il presidente della Regione Rosario Crocetta e il nuovo assessore al Turismo rcrocettagruppo1.jpgcrocetta6.jpgMichela Stancheris  giungeranno alle 13:30 a Lipari. Nella sede del Comune incontreranno il sindaco e gli operatori turistici e economici della maggiore isola delle Eolie.
   Al centro della discussione, il momento difficile che sta attraversando la comunità eoliana, alla luce anche dell’ultimo evento tragico che ha visto l’albergatore Edoardo Bongiorno togliersi crocetta7.jpgla vita.

2) ”Rilanceremo le isole minori della Sicilia”. Lo ha detto il presidente dellacrocetta9.jpg Regione, Rosario Crocetta, appena sbarcato a Lipari, accompagnato dal nuovo assessore al turismo Michela Stancheris. Sono stati accolti dal sindaco Marco Giorgianni.
  ”Oggi sono qui – ha aggiunto il governatore – anche per essere vicino agli abitanti dell’arcipelago delle Eolie dopo il suicidio dell’albergatore Edoardo Bongiorno, anche se ritengo che la causa del suo estremo gesto non sia da attribuirsi esclusivamente alla crisi economica del crocetta10.jpgturismo”.
   Crocetta ha anche annunciato che nei prossimi giorni a Palermo crocetta14.jpgorganizzera’ un incontro con tutti i sindaci delle isole minori: ”la mia giunta – ha puntualizzato – ha gia’ approvato un disegno di legge per il loro crocetta11.jpgrilancio e con i primi cittadini di questi arcipelaghi, intendiamo raggiungere una unita’ di intenti su sviluppo di trasporti, scuole, sanita’, gestione dei rifiuti”.
  ”Sono in uno dei luoghi piu’ belli e’ evidente che con tutte le nostre forze ci adoperemo per rilanciare questi posti incantevoli”, ha affermato Stancheris. 
   crocetta12.jpg”Lo scorso anno – ha osservato il sindaco Giorgianni – tra Regione e Stato, il taglio al comune e’ stato di 2 milioni di euro e si e’ crocetta13.jpgdovuta aumentare la pressione fiscale sui cittadini con addizionale Irpef e Imu”.

3) ”Per venire incontro agli imprenditori, stiamo procedendo a una moratoria, anche di un anno, con la societa’ di riscossione dei tributi”. L’ha detto a Lipari il presidente della Regione, Rosario Crocetta, durante l’incontro con gli imprenditori eoliani.

4) “Da oggi le imprese che operano in Sicilia pagheranno le tasse in Sicilia. Uno dei sogni dei padri dello statuto siciliano e degli autonomisti trova attuazione su proposta della Regione siciliana”.

Ad annunciarlo è il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, dopo l’accordo col governo nazionale “che ha approvato all’unanimità il provvedimento – ha detto il presidente della Regione – sulla base delle buone prassi di bilancio che il governo siciliano ha avviato, attraverso le azioni di spending review, i tagli delle province, delle partecipate, la revisione di spesa per gli assessorati, il taglio del salario accessorio, la chiarezza dei conti, quindi, sulla base dell’azione di buon governo che la Sicilia sta portando avanti”.

Crocetta ha sottolineato che la Sicilia utilizzerà “nel miglior modo possibile la fiducia che ci viene data, portando avanti con giustizia le politiche di rigore senza massacro sociale, sostenendo le imprese e i poveri. Da oggi inizia una pagina nuova per la Sicilia, la sfida di cominciare a farcela da soli, con l’orgoglio di essere siciliani, mettendo a posto i conti e sviluppando l’economia. La Sicilia non vuole vivere di assistenzialismo e parassitismo, vuole vivere con le proprie risorse e questo cambia la prospettiva totale e inverte la tendenza politica di oltre 50 anni”.

Il governatore si è poi soffermato sul doppio voto di genere appena approvato all’Ars. “Nel parlamento europeo la delegazione italiana è tra le ultime per presenza di donne. Per la presenza delle donne nelle istituzioni, l’Italia è in Europa l’ultimo Paese seguito solo dalla Grecia. Con la nuova legge la Sicilia evita la trappola delle quote rosa e soprattutto l’altra ancor più grave dell’eliminazione del voto di preferenza”.

5) Il neo assessore al turismo della Regione siciliana, Michela Stancheris, ha convocato per martedi’ a Palermo, i rappresentanti regionali delle categorie imprenditoriali e sociali. Lo annuncia Christian Del Bono, presidente Federalberghi Isole Eolie e isole minori della Sicilia.
   ”Dal nostro canto – dice Del Bono – abbiamo avuto modo di ribadire l’assoluta necessita’ di garantire la stabilita’ dei collegamenti marittimi e quindi la certezza dei fondi regionali necessari a bandire le nuove gare e che, auspichiamo, possano ristabilire le linee tagliate lo scorso anno. Abbiamo la necessita’ di una legge speciale per le piccole isole che preveda una serie di deroghe a compensazione degli svantaggi causati dall’insularita”’.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-07T07:35:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgArmatore multato nelle Eolie perche la sua nave cisterna per un problema tecnico fini’ il  27 agosto 2010 sugli scogli adiacenti l’isola di Panarea. Il tribunale ha condannato Alberto Vecchiarelli, 50 anni, di Roma, al pagamento di una multa di 20 mila e 150 euro. E’ stato difeso dall’avvocato Valerio Melazzo. La sentenza e’ stata emessa alla sezione distaccata del tribunale di Lipari dal giudice Fabio Gugliotta. Secondo il capo d’imputazione l’armatore ”non avrebbe tenuto le apparecchiature della nave in modo conforme a causa delle errate individuazioni dell’angolo di barra del timone”. La nave cisterna di conseguenza si incaglio’ sugli scogli di Panarea, imbarcando acqua e inclinandosi a sinistra.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-05T17:25:16+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgIl maltempo si abbatte ancora sull’Arcipelago delle Eolie. Il vento soffia da ovest, il mare è mosso, forza 6, e gli aliscafi si sono fermati. Da Milazzo viaggiano solamente i traghetti per Vulcano, Lipari, Salina e, se le condizioni del mare lo permetteranno, proseguiranno anche per le isole minori che al momento sono prive di collegamenti.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-03T10:37:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgA causa della crisi turistica chiudono due storici alberghi di Vulcano: Le Sables Noirs e L’Eolian Hotel. Negli anni 60 sono stati tra i primi a sorgere sull’isola delle Eolie. Entrambi situati sulla spiaggia delle sabbie nere, la piu’ frequentata dell’isola sono stati frequentati da personaggi famosi.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-04-01T10:43:57+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgPasqua con il sole alle Eolie, ma il pienone di turisti e’ solo un ricordo. Poche le persone arrivate con aliscafi e traghetti – molti sono escursionisti giornalieri -, quasi tutti gli alberghi sono ancora chiusi.
Molte strutture turistiche sono state costrette a chiudere i battenti per la crisi: diverse sono in vendita.
Unica meta dell’arcipelago in cui c’e’ il tutto esaurito e’ Stromboli, invasa da turisti, soprattutto stranieri, che almeno  in questo periodo potranno tornare a raggiungere la cima del vulcano.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-31T13:07:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpg”Sos” per la spiaggia di Pollara, divenuta famosa in tutto il mondo grazie al film ”Il Postino” con Massimo Trosi. Lo ha lanciato il sindaco del Comune di Malfa Salvatore Longhitano, da cui dipende il villaggio che ospita la casetta rosa dove fu girato la pellicola diretta da Michael Radford, con Philippe Noiret e Maria Grazia Cucinotta. ”Anche la prossima estate – ha spiegato il sindaco  – quasi tutto il litorale non potra’ essere utilizzato dai turisti per il rischio caduta massi. L’unica parte della bellissima baia che si potra’ frequentare per i bagni in mare continuera’ ad essere la scogliera limitrofa al litorale, ove vi sono le grotte utilizzate un tempo dai pescatori”.
   ”Negli anni passati – ha  detto Longhitano – abbiamo presentato un progetto al ministero dell’ambiente per il recupero della splendida spiaggia e anche per mettere in sicurezza tutto il costone. Ma fino a oggi, l’unico risultato ottenuto e’ il silenzio”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-22T19:44:06+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgIl Tribunale di Mistretta ha accolto il ricorso proposto da una precaria della scuola riconoscendole circa 30 mila euro per le differenze retributive delle mensilita’ di luglio ed agosto per gli ultimi 5 anni di insegnamento oltre l’anzianita’ di servizio e tfr sin dal primo contratto. La sentenza sostanzialmente ha ritenuto illegittima la reiterazione dei contratti a termine cui sono sottoposti i precari equiparandoli sotto il profilo economico e degli scatti di anzianita’ ai docenti assunti invece a tempo indeterminato. La precaria e’ stata assistita dall’avvocato Vincenzo La Cava.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-20T20:33:54+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgPer salvare il tribunale di Lipari si muove la giunta comunale di centro sinistra. Il sindaco Marco Giorgianni fara’ ricorso al Tar di Catania contro la decisione del governo nazionale. Il consiglio comunale ha gia’ approvato un ordine del giorno unitario per dire ”no” all’accorpamento al tribunale di Barcellona inviato anche al ministero della giustizia. Analoga iniziativa e’ stata attuata dal Comune di Leni. Silenzio dai Comuni di Malfa e Santa Marina. Giorgianni si e’ anche incontrato con il presidente del tribunale di Barcellona Michele Galluccio al quale ha ribadito che ”Lipari e le Eolie non possono e non devono perdere il tribunale”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-16T14:26:00+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgNevica anche sulle Eolie: la cima piu’ alta dell’arcipelago e’ infatti ammantata di bianco. E’ accaduto sul Monte Fossa delle Felci, a quota 962 metri. Violenta grandinata anche a bassa quota. Alle Eolie la temperatura si e’ notevolmente abbassata. Problemi anche a cusa del mare forza 7: da Milazzo per Vulcano, Lipari, Salina e ritorno viaggiano solo i traghetti della Compagnia delle Isole. Prive di collegamenti da ieri pomeriggio le altre quattro isole.

LA NOTA PRECEDENTE. l’ondata di maltempo nell’arcipelago delle Eolie. Le sette isole sono da ieri pomeriggio prive di collegamenti con pesanti disagi. Da Milazzo per Vulcano, Lipari e Salina è partito solamente il traghetto “Lippi” della Compagnia delle Isole al comando di Damiano Russo. A bordo 130 passeggeri e 20 mezzi. Fermi tutti gli altri mezzi.  Per il forte vento proveniente da ovest il mare e’ forza sette. A Lipari e’ anche ferma nel porto di Sottomonastero la nave della Compagnia delle Isole.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-15T19:06:52+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgNel Comune di Santa Marina Salina sindaco e assessori si sono aumentati gli stipendi. Per il Comune di 800 abitanti, guidato da Massimo Lo Schiavo (che e’ anche coordinatore dell’Ancim Sicilia, l’associazione dei comuni delle isole minori), la spesa annuale aumenta di circa 10 mila euro. La delibera, la numero 24, e’ dello scorso 18 febbraio.
L’aumento e’ stato contestato dal capogruppo di minoranza  Bartolo Domenico Giuffre’: ”Mentre nel Paese dilaga un forte sentimento di anti-politica e le casse pubbliche sono al verde, non si puo’ operare in questo modo”.

La replica del sindaco Lo Schiavo: “La delibera dello scorso 18 febbraio – dice – rispetta pienamente la norma vigente”.
 

Oltre a Santa Marina, nell’Isola di salina vi sono altri due Comuni (Leni e Malfa) per un totale di 2.400 abitanti. Le altre sei isole delle Eolie sono governate da Lipari, la maggiore dell’arcipelago. Qui il consigliere Antonio Casilli (Pdl), vista la crisi dell’ente, ha proposto di eliminare il gettone di presenza ai consiglieri e di ridurre le indennita’ di sindaco, assessori e presidente del consiglio. Ma dall’altro lato, la consulente Angela Mazziotta, che dall’inizio della consiliatura cura i rapporti con la Regione siciliana, e’ passata da un incarico a titolo gratuito a uno retribuito 1.200 euro al mese.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-13T10:13:00+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgLe Eolie sono isolate: per tutta la notte sulle sette isole dell’arcipelago si sono cannetomareggiata.jpgabbattute violente raffiche di vento da sud-est, che hanno raggiunto 50 nodi. Aliscafi e  traghetti sono bloccati nei cannetomareggiata1.jpgporti. A Lipari le mareggiate hanno invaso le strade nelle zone di Marina Lunga, Marina cannetomareggiata2.jpgmarinacortatempesta.jpgCorta e Canneto. Anche oggi giornata di disagi nelle scuole: quasi tutti gli insegnanti sono bloccati a Milazzo.
Ieri sera il traghetto della Ngi e’ riuscito a raggiungere  Lipari, portando un centinaio di passeggeri che dalle 13 erano bloccati a Milazzo. Le isole minori, invece, sono prive di collegamenti da ieri pomeriggio.

Foto di Gaetano Agrip

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-06T17:10:00+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgIl Museo archeologico di Lipari Luigi Bernabo’ Brea presta al Getty Museum di Los Angeles alcuni reperti che saranno esposti in una mostra organizzata in collaborazione con l’assessorato Beni culturali della Regione siciliana, dal titolo ”Sicily. Art and invention between Greece and Rome”. Lo hanno annunciato i dirigenti del parco archeologico delle Eolie, Ugo Spigo e Michele Benfari. L’esposizione sara’ inaugurata il 3 aprile e rimarra’ aperta fino al 19 agosto.
   ”Si tratta – ha spiegato l’archeologa Maria Clara Martinelli – di meravigliosi manufatti trovati nella necropoli greca e romana di Contrada Diana, a Lipari, che facevano parte dei corredi delle tombe o nel caso dei crateri, contenevano le ceneri dei defunti. Uno dei pezzi del Museo piu’ noti nel mondo, e’ Il Cratere a calice a figure rosse datato alla fine del IV sec. a.C. Il vaso e’ stato sottoposto in questi mesi a un accurato restauro per meglio garantire la sua conservazione”.
   ”I crateri a figure rosse – hanno aggiunto i dirigenti Spigo e Benfari – con scene dedicate a Dioniso, insieme all’usanza di deporre nei corredi modellini di maschere in terracotta di personaggi della commedia e della tragedia, rappresentano un patrimonio esclusivo di Lipari”. Partiranno anche cinque modellini di maschere teatrali, un altro cratere a figure rosse e lo specchio in bronzo (fine IV sec. a.C.) con il manico figurato a rilievo su cui e’ modellato Eracle in lotta con l’Amazzone”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-05T16:49:37+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgL’edificio scolastico di Stromboli, nelle Eolie, e’ stato intitolato ad Ingrid Bergman e a Roberto Rossellini, che nel 1948 giro’ nell’isola ”Stromboli”. La decisione e’ stata presa all’unanimita’ dal Consiglio della circoscrizione.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-03-02T13:37:38+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpg”Da settimane Alicudi, la piu’ piccola isola delle Eolie, fa i conti con l’isolamento a causa dei fondali che non sono stati dragati davanti al porticciolo”. Proteste si registrano da parte dei 100 abitanti dell’isola. La giunta comunale di Lipari, da cui dipende amministrativamente Alicudi, ha stanziato oltre 12 mila euro per effettuare i lavori, ma la ditta incaricata non sarebbe in condizione di eseguirli.
   Della vicenda si e’ interessato anche il deputato regionale Fabrizio Ferrandelli, che ha sollecitato il presidente della Regione: ”La ditta che avrebbe dovuto fornire macchinario e servizio – ha spiegato – e’ stata bloccata per illeciti. Mi chiedo come sia possibile che in tutta la Sicilia non ci sia un altro macchinario simile che possa essere utilizzato per ripristinare i fondali marini di Alicudi? Ho gia’ preparato un’interrogazione per chiedere al governo regionale quali iniziative intende porre in essere per ripristinare la funzionalita’ del porto e ristabilire i collegamenti con Alicudi”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-02-27T14:04:29+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgInaugurato a Lipari il ”Museo della memoria”, progetto del Group Service presieduto da Davide Starvaggi, per il quale ”il museo ricorda, illustra e valorizza tematiche e avvenimenti fondamentali per la storia delle Eolie: le cave di pomice, lo stabilimento termale di S. Calogero e mette in luce alcuni passaggi significativi per la storia, la cultura e l’economia della popolazione, fondando il racconto su due temi sostanzialmente inediti: testimonianza storica, sociale ed etno-antropologica di un passato recente, non piu’ attuale, ma che lascia ancora tracce nella memoria e nel tessuto sociale”.
   Nel corso dell’inaugurazione e’ stato proiettato il documentario ”Gente Lontana” – vincitore del Gran Premio Orso d’Oro del festival di Berlino nel 1957 – sulla vita dei cavatori di pomice.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-02-22T13:42:12+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgA distanza di 21 anni, 40 abitanti della frazione di Ginostra, nell’Isola di Stromboli, nelle Isole Eolie, tornano a votare nel proprio seggio elettorale. La notizia e’ stata ufficializzata dalla Prefettura di Messina. Alle elezioni di domenica e lunedi’ prossimi i ginostresi potranno votare senza doversi trasferire a Stromboli. ”Nel 1992 – ricorda Riccardo Lo Schiavo – il seggio elettorale di Ginostra era stato ‘accorpato’ alla sezione di Stromboli. L’altra parte dell’isola e’ pero’ raggiungibile solamente via mare, ma con condizioni meteo-marine non ottimali cio’ non sempre e’ stato possibile”. ”Il risultato raggiunto – conclude Lo Schiavo – e’ il frutto di una costante, solitaria, ventennale battaglia di civilta’ che pone fine a buie pagine di negata piena partecipazione alla vita democratica della nostra nazione. Vivissimi ringraziamenti vanno al Presidente della Repubblica e al Prefetto di Messina che si sono adoperati a tutela dei diritti della comunita’ ginostrese, mostrando piena disponibilita’ ed eccezionale sensibilita’ istituzionale”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-02-21T17:49:00+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgUn gruppo di abitanti di Pantelleria e Lipari hanno protestato a Roma, davanti alla sede del ministero della salute, per chiedere la riapertura dei punti nascita nelle loro isole, chiusi da un provvedimento del precedente governo regionale. Contemporaneamente altre due manifestazioni si sono svolte a Palermo, davanti all’assessorato alla Salute, e a Pantelleria davanti all’ospedale. Nel capoluogo, i manifestanti hanno consegnato all’assessore regionale alla Sanita’, Lucia Borsellino, una petizione con 1.500 firme.
   Le donne lamentano che spesso le partorienti vengono accompagnate sulla terraferma in elicottero e ogni viaggio costa alla Regione siciliana circa 16 mila euro, senza contare le difficolta’ dei collegamenti in inverno, a causa del maltempo.
   ”Il Piano regionale della salute approvato nel 2011 prevedeva il mantenimento delle deroghe per Lipari e Pantelleria, in quanto zone considerate ‘disagiate’. Inspiegabilmente pero’ – denunciano i manifestanti – un successivo decreto dell’assessorato ne ha programmato, invece, la chiusura”. L’assessore Borsellino ha promesso di rivedere il piano e di riparire i punti nascita.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-02-18T18:21:54+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpg”Un ticket di 5 euro per i turisti-escursionisti che d’estate vanno alle Eolie”. Lo ha annunciato il sindaco di Lipari Marco Giorgianni, nel corso del meeting “Eolie al centro”, che si è svolto stamane e a cui hanno partecipato il senatore Gainpiero D’Alia e il consigliere provinciale Rosario Sidoti, Udc. Il sindaco Giorgianni a spiegato che il provvedimento e’ previsto nel ddl sulle isole minori che sara’ discusso dall’Assemblea regionale siciliana. ”Ad agosto, nelle nostre isole, giornalmente arrivano anche 5-6 mila turisti pendolari. Sara’ un’occasione – ha concluso – per rimpinguare le casse del Comune”.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-02-13T16:25:42+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgNeve e temperature basse anche nelle sette isole Eolie: le cime di Salina, salinaneve8.jpgsalinaneve9.jpgsalinaneve10.jpgStromboli, neve1.jpgFilicudi e Lipari sono bianche. Lungo la strada provinciale del quartiere Quattropani, a Lipari, il camion della spazzatura e quattro auto sono rimaste impantanate e neve2.jpgc’e’ voluto l’intervento dei vigili del fuoco per liberare i mezzi. Anche due giorni fa nelle isole dell’arcipelago si neve3.jpgneve4.jpgera registrata una nevicata che aveva imbiancato alcune neve5.jpgspiagge.neve19.jpg

Foto di Giancarlo Baldanza, Gesuele Fonti, Bartolo Fonti, Alfredo di Salina, Giuseppe Natoli e Elio Benenati.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-02-10T17:46:06+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgVincita milionaria per tre eoliani in Australia. Alla lotteria di quella che viene considerata come l’ottava isola delle Eolie (vi sono ben 40 mila eoliani tra prima, seconda, terza e quarta generazione), hanno vinto oltre un milione di dollari. I tre fortunati sono il ristoratore Santino Trimboli, il suo autista Nino Cincotta e l’operatore turistico Franco Matarazzo che si trova in vacanza in Australia, tutti originari di Lipari. Il piu’ felice e’ stato Franco Matarazzo che ha subito speso la vincita acquistando una ”Lamborghini”, gialla fiammante.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-02-09T13:54:36+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italia

ansa.jpgDopo l’incendio del traghetto “Palladio” della Compagnia delle Isole, in navigazione da Lampedusa a Porto Empedocle, la società ha trasferito la nave “Pietro Novelli” dalle Eolie alle Pelagie. Sospeso di conseguenza il collegamento con Napoli che era garantito dal traghetto ex Siremar. Il collegamento Eolie-Napoli dovrebbe riprendere a fine mese, con il rientro in linea della nave “Laurana” che si trova in cantiere a Palermo per lavori. Nelle Eolie – soprattutto nelle isole di Stromboli e Panarea – intanto montano le proteste.

Le notizie del nostro giornale online fanno il giro d’Italiaultima modifica: 2013-02-08T09:01:45+01:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo