Milazzo, il Gal del Tirreno “far riconoscere area di crisi complessa…”

Lanciata dalla direzione del Gal “Tirreno – Eolie”, al quale aderiscono 14 Comuni e 121 soci privati, l’idea di avanzare la propria candidatura quale referente unico per avviare le procedure del riconoscimento dell’Area di crisi complessa di Milazzo.

E’ quanto deciso dal Consiglio di amministrazione nella riunione svoltasi a Milazzo sotto la presidenza del sindaco di Lipari, Marco Giorgianni.

I sindaci presenti hanno condiviso l’iniziativa evidenziando la necessità di incontrare gli altri amministratori del comprensorio, per definire le procedure e il coinvolgimento dei vari consigli comunali.

Con questa opportunità, concessa dalla normativa si può tentare di ottenere risorse nazionale e comunitarie per la riconversione e ristrutturazione, per la ripresa di uno sviluppo economico sostenibile. Il consiglio di amministrazione del GAL nel corso della riunione ha anche approvato la partecipazione al partenariato per il riconoscimento del “Distretto delle Filiere e dei territori della Sicilia in rete”.

Si tratta di una compagine che racchiude 16 GAL , 5 GAC e le più importanti filiere strutturate delle produzioni agroalimentari della Sicilia (cerealicola, olivicola, frutta secca, officinali, orticola, agrumicola, ittica).

Ratificati anche adempimenti amministrativi della presidenza, fra i quali vi è il programma di animazione territoriale che, a settembre, vedrà la realizzazione di numerosi eventi di presentazione delle attività del GAL nonché attività di informazione sui futuri bandi di prossima pubblicazione.

 

Milazzo, il Gal del Tirreno “far riconoscere area di crisi complessa…”ultima modifica: 2019-07-27T09:46:54+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento