Tirrenia, è già agitazione

tirrenia5.jpgOre di agitazione al porto e navi della Tirrenia partite in ritardo. È la conseguenza del nuovo braccio di ferro tra governo e sindacati.
Tutto nasce dalla voce circolata nel primo pomeriggio di un’accelerazione da parte del governo del processo di privatizzazione della Tirrenia. Voce che si è subito sparsa, arrivando anche ai sindacati. Immediata la risposta di Cgil, Cisl e Uil, che hanno indetto una serie di assemblee nei porti italiani dove attraccano le navi della Tirrenia. Tra questi anche quello di Civitavecchia, dove si sono tenute due assemblee con gli equipaggi di altrettanti navi. Gli incontri con i lavoratori della Tirrenia hanno provocato dei ritardi di alcune ore nelle partenze. E questo era proprio l’obiettivo dei sindacati, che con quest’azione puntano ad attirare l’attenzione del governo alla vigilia di una giornata che temono possa segnare un brusca accelerazione verso la privatizzazione della Tirrenia, passaggio che comporterebbe la soppressione di alcune linee, come la Genova – Olbia e la Napoli-Eolie, e di conseguenza la perdita di decine di posti di lavoro. Già da domani isindacati che sono in prima linea potrebero proclamare una serie di scioperi.

Tirrenia, è già agitazioneultima modifica: 2009-05-05T22:37:00+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo