L’aeroporto di Palermo raggiunge i 6,6 mln di pax, 260mila per le feste di Natale

Boom di passeggeri durante le feste natalizie all’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino che si avvia a chiudere l’anno con sei milioni e 600mila passeggeri (+15%), circa 841mila viaggiatori in più del 2017.

Dalle stime elaborate dalla Gesap, nel periodo compreso tra il 22 dicembre 2018 e il 7 gennaio 2019, transiteranno circa 260mila passeggeri, 15mila in più (+6%) rispetto allo stesso periodo a cavallo tra il 2017 e il 2018.

Dicembre 2018 si è chiuso a quota 450mila passeggeri, +6,12% (26mila in più rispetto a dicembre 2017), mentre i movimenti (379) sono cresciuti del 6% (190 in più).

Con la crescita del 15% e un totale passeggeri di 6milioni 600mila, lo scalo palermitano si colloca al secondo posto tra gli aeroporti italiani con più di 5 milioni di transiti per avere raggiunto, nel 2018, una maggiore crescita percentuale di passeggeri, primo tra gli aeroporti siciliani. Anche sul versante del numero di voli si registrano dati più che positivi: in totale sono stati effettuati 48.273 movimenti, con un aumento di 4.615 (+11%) rispetto al 2017.

Durante il 2018, i movimenti nazionali (36.390) sono aumentati di poco oltre il 7% (+2.070).

Ma da rilevare è soprattutto l’impennata di passeggeri internazionali: 1.674.500, cioè un incremento del 23,30% (oltre 320mila viaggiatori in più rispetto al 2017). Percentuali in crescita anche per i movimenti internazionali: 11.711 (+21,2%), con un aumento di 2.060 movimenti.

Le prime cinque compagnie per volume di traffico sono: Ryanair, Alitalia, Volotea, EasyJet Group e Vueling mentre le rotte nazionali con più traffico passeggeri sono: Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Milano Linate, Bergamo e Bologna. Le rotte internazionali preferite sono invece: Parigi (ORY), Londra (STN), Monaco, Londra (LGW) e Madrid.

Ma quello che sta per iniziare sarà un anno importante particolarmente importante per l’aeroporto di Palermo. Oltre al consolidamento dell’aumento del traffico passeggeri e all’aumento del numero di rotte, contestualmente a un ventaglio di nuove destinazione, il prossimo aprile apriranno i cantieri per l’adeguamento sismico dell’aerostazione e per l’ampliamento del terminal passeggeri. Mille giorni di lavori per il primo lotto funzionale (oltre 48 milioni di euro di fondi Gesap)

Gli interventi riguarderanno complessivamente: l’adeguamento alla normativa antisismica; la ristrutturazione architettonica del terminal passeggeri; la realizzazione di impianti elettrici, idrici, meccanici, speciali, antincendio e fotovoltaici; opere accessorie, come rampe pedonali, pontili di collegamento al piazzale aeromobili, per garantire la piena funzionalità dell’edificio nell’assetto finale; omogeneità da un punto di vista architettonico, sia per gli esterni sia per gli interni; aumento del numero dei gate d’imbarco, dei varchi di sicurezza e dei banchi check-in.

Saranno riconfigurate le sale per i passeggeri e per i viaggiatori a ridotta mobilità (Prm); saranno creati nuovi uffici per gli enti che hanno sede in aeroporto, per gli handler e la biglietteria. Sarà ammodernata la sala per la restituzione dei bagagli, così come l’area arrivi Shengen e imbarchi extra Shengen. Fronte unico per i varchi di sicurezza, che passeranno da 14 a 18. Su un unico fronte anche i banchi check-in, che cresceranno di 9 unità: da 35 a 44, mentre i gates passeranno da 14 a 16. Nuovi ristoranti, locali terrazza e lounge vip. A fine intervento l’area complessiva del terminal aumenterà del 21%. La superficie complessiva infatti passerà dagli attuali 37.264 metri quadrati ai 44.977 ma l’obiettivo è mantenere costantemente in esercizio aerostazione e contenere al massimo eventuali disagi.

“L’anno che sta per finire è stato eccezionale – dice Tullio Giuffré, presidente di Gesap – e premia gli sforzi e gli investimenti messi in campo dalla società di gestione, sia sul fronte dei servizi ai passeggeri sia su quello delle relazioni con le compagnie aeree. Tuttavia, questi importanti risultati vanno legati certamente all’immagine rinata di Palermo ed agli eventi nazionali e di caratura internazionale che si svolgono in città. Alla soddisfazione per il posizionamento rilevante sia in campo nazionale sia in Europa – conclude Giuffré – nel 2019 porteremo a termine obiettivi ancora più sfidanti, utili al consolidamento dello scalo”.

“Il 2018 è stato l’anno dei record – afferma Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap – Il 2019 sarà l’anno dello sviluppo e della crescita. Con i lavori di ampliamento, l’area commerciale crescerà del 42%, la superficie commerciale infatti passerà da 2.890 a 4.100 metri quadrati, mentre le zone retail passeranno da 10 a 19 e le zone food & beverage da sei a dieci. Lo sviluppo delle aree commerciali porterà benefici in termini di ricavo addizionale lordo non aviation per almeno 5 milioni di euro all’anno. Inoltre – conclude Scalia –  stiamo portando avanti i progetti finalizzati a sviluppare il settore cargo e l’area di aviazione generale del segmento luxury”.

Lipari&Istituto, alle 11,30 incontro con gli albergatori su “alternanza scuola lavoro”

Giovedì 19 aprile, alle ore 11.30, presso l’aula magna dell’Istituto di Istruzione Superiore Isa Conti Eller Vainicher, si terrà un incontro organizzato dall’Istituto e la Federalberghi Isole Eolie sul tema dell’alternanza scuola lavoro.

Leggi tutto

Lipari&Istituto, alle 11,30 incontro con gli albergatori su “alternanza scuola lavoro”

Salina vuole recuperare la spiaggia de ‘Il postino’   

La spiaggia di Pollara a Salina, tra le location dell’ultimo film di Massimo Troisi, potrebbe ricevere interventi di messa in sicurezza e ripascimento. Da anni è vietato sostarvi per il rischio di caduta massi dal costone. Ora, però, la giunta del Comune di Malfa, guidata da Clara Rametta, ha fatto elaborare il progetto all’ingegner Antonino Sutera e ha richiesto 4,2 milioni all’assessorato regionale del Territorio.“Contiamo nella sensibilità della Regione – dice Rametta – per far eseguire questi lavori urgenti di recupero e riqualificazione ambientale della fascia costiera di Pollara. Grazie al film “Il postino”, del 1994, diretto da Michael Radford, con Massimo Troisi e Maria Grazia Cucinotta, la spiaggia – così come la casetta rosa – è divenuta famosa in tutto il mondo e i tanti turisti che frequentano l’isola sono molto dispiaciuti per le condizioni in cui versa”.

images/banners/immagini_random/eolieintouch.gif

Italiani primi in Europa per organizzare viaggi da mobile – Travelnostop

L’Italia è in cima alla classifica per utilizzo di device mobile per organizzare le vacanze (26%). A rivelarlo un’indagine condotta da Ogury, piattaforma di mobile data, che ha analizzato le abitudini di navigazione di oltre 200 mila utenti italiani per scoprire quali sono le app e i siti che spopolano tra i ‘bookers’ di viaggi da mobile.

Per la stagione estiva del 2017 la compagnia aerea low cost Raynair ha dominato la classifica dei siti e delle app del settore airlines più visitati dagli utenti mobile, portando a sé più del 56% degli utenti analizzati e sbaragliando easyjet che si porta a casa una percentuale di utenti del 22,8%. Dall’analisi di Ogury si evidenzia che il secondo posto è occupato da Alitalia.
Gli italiani sono fra i più attivi utilizzatori di Airbnb. Nell’estate 2017 AirBnB si accaparra ‘appena’ il 19,1% dei navigatori per il settore hotel e accomodation. Una percentuale relativamente bassa, soprattutto se paragonata alla major che occupa il primo posto del settore: Booking, la cui percentuale di visitatori unici è di poco meno del 90%.
Sembra dunque che gli italiani che programmano viaggi da mobile preferiscano affidarsi al fiore all’occhiello del colosso Priceline, che ormai da alcuni anni si annovera tra gli ‘Over the top’ del mondo online, ovvero i giganti di internet.
La sharing economy, ovvero l’economia della condivisione, è un modello di business in forte espansione che coinvolge tutti gli ambiti, anche quello del trasporto. Ne è un esempio BlaBla Car, piattaforma per la condivisione di viaggi in auto che conta oltre 35milioni di utenti. Una realtà apparsa ed esplosa in poco tempo anche in Italia, che nell’estate 2017 ha attirato oltre il 30% di utenti che cercavano trasporti in automobile. Una percentuale notevole, ma che non riesce a scalzare dal primo posto Rentalcars, una piattaforma di confronto tariffe tra varie realtà ‘tradizionali’ di noleggio che ha una percentuale di visitatori unici su sito e app di più del 62%. Sembra che gli italiani abbiano ancora in mente le raccomandazioni di ‘non accettare passaggi dagli sconosciuti’.

Eolie in Touch

 

Lipari, al castello ultime due visite guidate

13717399_10210009835663068_7325842807152263977_o1-930x450.jpg

di Cristina Leone*

Il progetto delle visite guidate dell’associazione Guide turistiche Eolie Messina Taormina si conclude con le ultime due date, venerdì 29 settembre alle ore 17.30 e domenica 1 ottobre alle ore 10.00.

Domenica 1 ottobre, prima domenica del mese di ottobre, l’ingresso al Museo archeologico di Lipari, alla Cattedrale di San Bartolomeo e al chiostro sono gratuiti.

Sorgente: Lipari, al castello ultime due visite guidate

Boom del turismo digitale, ora l’Italia come meta si sceglie sul web

Il turismo digitale è in espansione e secondo i dati di Google Trends relativi all’estate 2017, negli ultimi tempi si sono impennate le ricerche in rete relative alle mete turistiche del nostro Paese. Risulta così, dai dati Enit, un aumento del 19,3% dei turisti che hanno scelto sul web l’Italia come meta estiva, con Napoli (+25%), Firenze (+10%) e Milano (+8%) le città più ricercate in rete mentre tra le località di maggior interesse figurano Dolomiti (+20%), Cinque Terre (+17%) e Lago di Garda (+12). I Paesi che, online, hanno dimostrato il maggiore interesse per l’Italia sono Germania, Usa, Regno Unito e Francia, quelli con una maggiore crescita di interesse Argentina (+24%), Russia (+20%), Australia (+11%) e Spagna (+10%). L’incremento è avvenuto a partire da primavera, con un picco a giugno, luglio e agosto (+14%).

Leggi tutto: Boom del turismo digitale, ora l’Italia come meta si sceglie sul web

ISOLE EOLIE HOTEL EOLIE BOOKING

Hotel Cincotta Panarea

Hotel Cincotta Panarea

Questa struttura si trova a 16 minuti a piedi dalla spiaggia. Situato sulla cima di una scogliera, l’Hotel Cincotta di Panarea offre viste panoramiche sul Mar Mediterraneo e sulle isole vicine e vanta un’ampia terrazza solarium e una piscina ad acqua salata con getti idromassaggio.

Questo hotel presenta un tipico stile eoliano, con le caratteristiche pareti bianche sia all’interno che all’esterno e aree comuni impreziosite da tradizionali decorazioni di ispirazione mediterranea e arredi in legno.

Nelle giornate di sole, la prima colazione a buffet viene servita su una terrazza affacciata sul mare, mentre al ristorante in loco potrete gustare specialità della cucina locale e nazionale.

Tutte climatizzate, le camere presentano arredi funzionali e semplici, TV satellitare a schermo piatto, minibar, bagno interno con asciugacapelli e terrazza privata con sedie a sdraio e vista sul mare, sul giardino o su Panarea.

L’ Hotel Cincotta dista 100 metri dal porto di Panarea, che offre collegamenti con Milazzo, Messina e Palermo, e mette a vostra disposizione il trasporto gratuito dei bagagli da e per il porto.

Questa è anche la struttura con il miglior punteggio per il rapporto qualità-prezzo a Panarea! Rispetto ad altre strutture di questa città, gli ospiti ottengono di più spendendo meno.

Parliamo la tua lingua!

Hotel Cincotta è su Booking.com dal 21 apr 2011, e ha dato il benvenuto a più di 1.000 ospiti da allora.
Camere: 29

VEDI L’ OFFERTA

Lipari, ‘sfilano’ anche ‘Liberta’ e ‘Karianna’

LIBERTA-1.jpg

Lipari – Davanti Marina Lunga ha gettato le ancore “Liberta”, di 42 metri. E’ stato costruito da Newcastle negli Stati Uniti presso il cantiere Palm Coast.

Luiz de Basto Designs è responsabile della sua bellezza esterna e interior design. Può ospitare 10 persone con 5 d’equipaggio. Alimentato da 2 motori diesel Caterpillar (3412B) e azionato dalle loro eliche a doppia vite è in grado di raggiungere una velocità  di 14 nodi. Con i suoi serbatoi di carburante di 70.030 litri ha una gamma massima di 5.182 miglia nautiche a 10 nodi. I suoi serbatoi d’acqua conservano circa 23.659 litri di acqua dolce.

KI2V3tW9S6iA4bNNueQ5_Karianna-superyacht-Benetti-delivered-starboard-1280x720.jpg

AL LARGO DI MARINA CORTA C’E’ “KARIANNA”.

Karianna’, di 54 metri, è stato costruito da Benetti in Italia presso il cantiere navale di Livorno. L’interno è stato progettato da Zuretti. Ospita 12 persone con 11 d’equipaggio.  Alimentato da 2 motori diesel da 2,367 CV Caterpillar (M351C-HD) e azionato dalle sue eliche a doppia vite, raggiungere una velocità di 17 nodi. Con i suoi 66.000 serbatoi di carburante ha una gamma massima di 4.000 miglia nautiche a 12 nodi. I suoi serbatoi d’acqua conservano circa 15.000 di acqua dolce.

Sorgente: Lipari, ‘sfilano’ anche ‘Liberta’ e ‘Karianna’

Stromboli, 9° posto nella classifica “Lonely Planet” con i “panorami infiniti”

In Svezia, Lonely Planet, la nota guida turistica ha stilato la classifica delle Top 10 Destination da non mancare per il 2014. Ottime le posizioni conquistate dall’Italia che si piazza al 2° posto in tre diverse categorie: nella Top Ten dei migliori cibi da scoprire con i “vincisgrassi” marchigiani, nella Top Ten dei migliori posti da visitare con il “tacco d’Italia: Puglia, Basilicata e Calabria”, nella Top Ten dei luoghi shakespeariani da visitare con Verona; nella categoria delle Migliori destinazioni per la famiglia, l’Italia si posiziona all’8° posto mentre la troviamo al 9° nella categoria “Panorami infiniti” con Stromboli. Al 10° posto, il Fiume Noce chiude la classifica della categoria dei Migliori Fiumi al mondo per il rafting.stromboli17.jpg