Un codice identificativo per regolarizzare gli affitti brevi

 Il problema dell’abusivimo nel settore degli affitti brevi è un tema molto sentito in Sicilia.

Da più parti si parla dei codice identificativo, strumento per individuare le strutture ricettive che operano nel sommerso, richiesto a gran voce dagli operatori per avere una maggiore vigilanza nel settore come sottolinea la lettera inviata a travelnostop.com da Michele Burgio, de I viaggi del Michelone, che suscitato la solidarietà delle Associazioni di categoria e di tanti operatori.

Non è un caso che Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, abbia rimarcato l’inserimento di nuovi emendamenti nel ‘dl crescita’, sottolineando che che: “coloro che metteranno in locazione la propria abitazione dovranno dotarsi di un codice alfanumerico con cui saranno registrati all’Agenzia delle Entrate e identificati sulle piattaforme di intermediazione”.
Soddisfazione da parte di Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti, che in una nota fa sapere che “si tratta di un passo rilevante per intercettare quella parte di abusivismo presente nel settore, nel rispetto delle migliaia di imprese del comparto ricettivo che operano da sempre nella legalità”.

Stromboli, dal 1 luglio scatta il ticket d’accesso

Slitta al 1 luglio l’entrata in vigore del ticket di accesso allo Stromboli, fissato in 5 euro. Lo ha disposto con propria ordinanza il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, “stante la necessità degli adempimenti indispensabili per l’attivazione del Centro di coordinamento escursioni e dell’attivazione dell’Albo degli agenti contabili delegati alla riscossione, entrambi in corso”.

www.travelnostop.com

EOLIE HOTEL BOOKING LE MIGLIORI TARIFFE E OFFERTE DIRETTAMENTE DAGLI HOTEL

TROVA IL TUO HOTEL IDEALE

www.isoleolie.it/eolie/category/stromboli/

Alitalia volerà a Comiso, e non solo: tutte le novità estive dello scalo

Alitalia collegherà l’aeroporto di Comiso Pio La Torre con Roma ma solo ad agosto, il periodo clou delle vacanze estive. Dall’1 al 10 agosto sono previsti 5 voli settimanali (escluso mercoledì e domenica), mentre i voli successivi sono stati programmati il 15, 17, 19, 22, 24, 25, 26, 29 e 30 agosto. Si tratta della prima volta di Alitalia da Roma a Comiso.

Inoltre, Alitalia incrementerà anche i voli da Milano (attualmente limitati a sabato e domenica). Da fine luglio i voli si trasferiranno da Linate a Malpensa (a causa di lavori nello scalo milanese) e, per tutto il mese di agosto si volerà anche il giovedì e si aggiungerà il 30 agosto (venerdì). Cambiamenti anche per i voli Ryanair: dall’1 aprile Ryanair sposterà i suoi voli da Ciampino a Fiumicino (più utile per la maggior parte dei passeggeri), ma eliminerà il volo domenicale.

Eolie siti utili www.isoleolie.it –www.vacanzeeolie.it – alberghieolie.com –
eolianinelmondo.com – www.eolieintouch.it

Eolie, alla f.re.e. di Monaco continua la “caccia” ai turisti

Grande interesse per le Isole di Sicilia alla f.re.e. di Monaco.

Le isole di Sicilia si presentano a Monaco con un’immagine unitaria che le valorizza come destinazione turistica e i primi riscontri sono decisamente incoraggianti.

La missione alla La f.re.e. di Monaco – una delle più importanti fiere turistiche europee del b2c – è stata attuata dal GAC / FLAG Isole di Sicilia, nell’ambito dell’azione 1.B.5 del piano d’azione finanziato dal FEAMP 2014-2020 e dal Dipartimento Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, nella consapevolezza che la diversificazione delle attività di pesca non possa che passare attraverso lo sviluppo di forme sostenibili di sviluppo turistico.

Per cinque giorni, presso lo stand “Sicily Islands”, i visitatori della F.re.e., hanno avuto la possibilità di ricevere informazioni sulle iniziative del GAC-FLAG e sull’offerta turistica delle isole siciliane rappresentata nell’occasione dalla costituenda DMO delle Isole di Sicilia.

In conferenza stampa – di fronte ad una ricca e molto interessata platea di giornalisti e tour operator – Pietro La Porta, Direttore del GAC / FLAG e Christian Del Bono, Presidente di Federalberghi Isole di Sicilia e coordinatore della DMO delle Isole di Sicilia, hanno avuto modo di presentare le finalità del GAC/FLAG e la valenza dell’offerta integrata delle isole siciliane. Alla conferenza stampa ha partecipato anche Pippo Incaviglia, pescatore dell’isola di Marettimo che ha potuto testimoniare la propria esperienza di pescatore dedito anche a trasmettere ai visitatori i valori della cultura del mare. La conferenza stampa è stata completata da una cena, organizzata in un ristorante siciliano, a base di prodotti tipici, alla presenza di 30 addetti ai lavori tra giornalisti e tour operator.

Le isole di Sicilia puntano a consolidare i flussi turistici provenienti dal mercato tedesco e ad incidere maggiormente sui nuovi mercati di nicchia particolarmente sensibili ai temi di promozione individuati dalla costituenda DMO delle Isole di Sicilia. Mare e natura, storia e cultura, paesaggi e antiche tradizioni, cibo e vino. Questi gli otto temi sui quali scommettono le isole di Sicilia per creare proposte turistiche personalizzate e dedicate a chi rimane affascinato dal prodotto isole minori.

“Il Gruppo di Azione Costiera (GAC-FLAG) Isole di Sicilia è un’agenzia di sviluppo locale, spiega il suo Presidente, Giuseppe Pagoto che è anche Sindaco di Favignana. Puntiamo a facilitare le connessioni tra il mondo della pesca artigianale e quello del turismo e delle produzioni tipiche locali”. Tra gli obiettivi principali del nostro GAC – dichiara il direttore Pietro La Porta – quello di rafforzare la competitività delle piccole imprese di pesca locali ed aiutarle a diversificare verso settori come il turismo. I pescatori sono molto importanti per le nostre comunità isolane e sono anche fattori di attrazione culturale e turistica.

In questo scenario, si colloca “Islands of Sicily” – la costituenda Destination Marketing Organisation delle piccole isole siciliane – che nell’occasione ha messo a disposizione il proprio progetto di branding per la promozione turistica delle isole di Sicilia.

“Islands of Sicily ha un duplice obiettivo che contiamo di raggiungere pienamente nel biennio 2019-2020, dichiara il suo coordinatore, Christian Del Bono. Da una parte ci occuperemo, come fatto in questa occasione, di promozione turistica del nostro territorio e quindi di destination marketing. Dall’altra, offriremo sia ai tour operator italiani e stranieri sia all’utente finale un ricco catalogo delle isole di Sicilia, con pacchetti mirati ad esaltare e a far scoprire le caratteristiche e i temi da noi individuati per valorizzare ed esaltare il fascino delle nostre isole. Siamo molto soddisfatti dei feedback registrati nel corso della partecipazione alla F.re.e di monaco sia nel corso della conferenza stampa che durante la 5 giorni di fiera da parte dell’utenza tedesca, a conferma del fatto che il brand Isole di Sicilia funziona”.

Eolie siti utili isoleolie.it  –vacanzeeolie.it – alberghieolie.com –
eolianinelmondo.com – eolieintouch.it

La Sicilia a Itb di Berlino e Mitt di Mosca: online gli avvisi per gli operatori turistici

Sono online sul sito dell’assessorato regionale delle Attività produttive gli avvisi dedicati alle aziende del settore turismo per partecipare alle fiere ITB Berlino dal 6 al 10 marzo, e MITT di Mosca dal 12 al 14 marzo.

Sono ammessi a presentare domanda di partecipazione: tour operator e agenzie di viaggio(in misura massima del 50% del totale operatori selezionati): operatori che svolgono attività di incoming e che realizzano un proprio catalogo, anche telematico, destinato alla promozione e commercializzazione dell’offerta turistica siciliana e in regola con la normativa regionale vigente;

strutture ricettive (in misura massima del 40% del totale operatori selezionati): hotel, residence turistici e altre strutture ricettive con almeno 30 camere e almeno 3 stelle. Ove la struttura ricettiva non raggiunga il requisito minimo richiesto potrà associarsi o consorziarsi, anche temporaneamente, con altre strutture ricettive analoghe;

trasporti/vettori (in misura massima del 10% del totale operatori selezionati): charter aerei, marittimi e terrestri.

La data di scadenza per inviare le domande è martedì 26 febbraio 2019 entro le 13.

Le istanze potranno essere inviate: via e-mail all’indirizzo internazionalizzazione.ap@regione.sicilia.it; tramite servizio postale (anche corriere autorizzato), con raccomandata A.R.; consegna brevi manu presso l’ufficio accettazione posta al seguente indirizzo Regione Siciliana – Assessorato Regionale Attività Produttive Dipartimento Attività Produttive -Servizio 4 Internazionalizzazione, Attività Promozionale e Print – Via degli Emiri 45 – 90135 PALERMO. Non verranno prese in considerazione le istanze pervenute via Fax.

Gli avvisi sono consultabili ai seguenti link:

http://www.sprintsicilia.it/eventi/avviso-per-le-imprese-settore-turismo-itb-berlin-2019-dal-06-al-10-marzo-2019

http://www.sprintsicilia.it/eventi/avviso-per-le-imprese-settore-turismo-mitt-mosca-2019-dal-12-al-14-marzo-2019

travelnostop.com

In Emilia Romagna arrivano i primi ‘Condhotel’, si potrà vendere 40% delle stanze

Sarà l’Emilia-Romagna la prima regione a sperimentare i ‘Condhotel’. Una formula che all’estero va forte, ma che in Italia è arrivata solo l’anno scorso sotto forma di decreto approvato dal governo. Si tratta di hotel condivisi perché al loro interno, oltre alle camere, ospiteranno anche appartamenti privati. E in Emilia Romagna debutteranno forse già dalla prossima estate, dato che le nuove norme dovrebbero essere approvate tra la fine di marzo e aprile. Intanto è arrivato il semaforo verde delle associazioni di categoria: “Finalmente un’azione concreta, in tempi in cui sentiamo solo slogan”, esultano Federalberghi e Assohotel-Confesercenti.

Il meccanismo messo a punto dalla Regione è semplice. Ogni struttura potrà vendere fino al 40% della propria dotazione di stanze, ma sarà vincolata a reinvestire i ricavi in interventi di riqualificazione e ristrutturazioni. I privati, invece, utilizzeranno gli spazi acquistati come fossero loro appartamenti, ma potendo usufruire in più dei servizi alberghieri, come la lavanderia, la reception o il ristorante. Non solo: la legge prevede che nei periodi di non occupazione le stanze vendute possano essere affittate, un passaggio che spetterà al gestore unico della struttura, quindi l’albergatore stesso. I termini economici verranno fissati di volta in volta tra le parti.

Nel testo è stato inserito un capitolo dedicato alle ex colonie, colossi in voga dei decenni passati e oggi ridotti a scheletri deprimenti sulla costa adriatica: anche per loro potrà valere questo particolare percorso di riqualificazione.

Eolie siti utili isoleolie.it  –vacanzeeolie.it – alberghieolie.com –
eolianinelmondo.com – eolieintouch.it

L’aeroporto di Palermo raggiunge i 6,6 mln di pax, 260mila per le feste di Natale

Boom di passeggeri durante le feste natalizie all’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino che si avvia a chiudere l’anno con sei milioni e 600mila passeggeri (+15%), circa 841mila viaggiatori in più del 2017.

Dalle stime elaborate dalla Gesap, nel periodo compreso tra il 22 dicembre 2018 e il 7 gennaio 2019, transiteranno circa 260mila passeggeri, 15mila in più (+6%) rispetto allo stesso periodo a cavallo tra il 2017 e il 2018.

Dicembre 2018 si è chiuso a quota 450mila passeggeri, +6,12% (26mila in più rispetto a dicembre 2017), mentre i movimenti (379) sono cresciuti del 6% (190 in più).

Con la crescita del 15% e un totale passeggeri di 6milioni 600mila, lo scalo palermitano si colloca al secondo posto tra gli aeroporti italiani con più di 5 milioni di transiti per avere raggiunto, nel 2018, una maggiore crescita percentuale di passeggeri, primo tra gli aeroporti siciliani. Anche sul versante del numero di voli si registrano dati più che positivi: in totale sono stati effettuati 48.273 movimenti, con un aumento di 4.615 (+11%) rispetto al 2017.

Durante il 2018, i movimenti nazionali (36.390) sono aumentati di poco oltre il 7% (+2.070).

Ma da rilevare è soprattutto l’impennata di passeggeri internazionali: 1.674.500, cioè un incremento del 23,30% (oltre 320mila viaggiatori in più rispetto al 2017). Percentuali in crescita anche per i movimenti internazionali: 11.711 (+21,2%), con un aumento di 2.060 movimenti.

Le prime cinque compagnie per volume di traffico sono: Ryanair, Alitalia, Volotea, EasyJet Group e Vueling mentre le rotte nazionali con più traffico passeggeri sono: Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Milano Linate, Bergamo e Bologna. Le rotte internazionali preferite sono invece: Parigi (ORY), Londra (STN), Monaco, Londra (LGW) e Madrid.

Ma quello che sta per iniziare sarà un anno importante particolarmente importante per l’aeroporto di Palermo. Oltre al consolidamento dell’aumento del traffico passeggeri e all’aumento del numero di rotte, contestualmente a un ventaglio di nuove destinazione, il prossimo aprile apriranno i cantieri per l’adeguamento sismico dell’aerostazione e per l’ampliamento del terminal passeggeri. Mille giorni di lavori per il primo lotto funzionale (oltre 48 milioni di euro di fondi Gesap)

Gli interventi riguarderanno complessivamente: l’adeguamento alla normativa antisismica; la ristrutturazione architettonica del terminal passeggeri; la realizzazione di impianti elettrici, idrici, meccanici, speciali, antincendio e fotovoltaici; opere accessorie, come rampe pedonali, pontili di collegamento al piazzale aeromobili, per garantire la piena funzionalità dell’edificio nell’assetto finale; omogeneità da un punto di vista architettonico, sia per gli esterni sia per gli interni; aumento del numero dei gate d’imbarco, dei varchi di sicurezza e dei banchi check-in.

Saranno riconfigurate le sale per i passeggeri e per i viaggiatori a ridotta mobilità (Prm); saranno creati nuovi uffici per gli enti che hanno sede in aeroporto, per gli handler e la biglietteria. Sarà ammodernata la sala per la restituzione dei bagagli, così come l’area arrivi Shengen e imbarchi extra Shengen. Fronte unico per i varchi di sicurezza, che passeranno da 14 a 18. Su un unico fronte anche i banchi check-in, che cresceranno di 9 unità: da 35 a 44, mentre i gates passeranno da 14 a 16. Nuovi ristoranti, locali terrazza e lounge vip. A fine intervento l’area complessiva del terminal aumenterà del 21%. La superficie complessiva infatti passerà dagli attuali 37.264 metri quadrati ai 44.977 ma l’obiettivo è mantenere costantemente in esercizio aerostazione e contenere al massimo eventuali disagi.

“L’anno che sta per finire è stato eccezionale – dice Tullio Giuffré, presidente di Gesap – e premia gli sforzi e gli investimenti messi in campo dalla società di gestione, sia sul fronte dei servizi ai passeggeri sia su quello delle relazioni con le compagnie aeree. Tuttavia, questi importanti risultati vanno legati certamente all’immagine rinata di Palermo ed agli eventi nazionali e di caratura internazionale che si svolgono in città. Alla soddisfazione per il posizionamento rilevante sia in campo nazionale sia in Europa – conclude Giuffré – nel 2019 porteremo a termine obiettivi ancora più sfidanti, utili al consolidamento dello scalo”.

“Il 2018 è stato l’anno dei record – afferma Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap – Il 2019 sarà l’anno dello sviluppo e della crescita. Con i lavori di ampliamento, l’area commerciale crescerà del 42%, la superficie commerciale infatti passerà da 2.890 a 4.100 metri quadrati, mentre le zone retail passeranno da 10 a 19 e le zone food & beverage da sei a dieci. Lo sviluppo delle aree commerciali porterà benefici in termini di ricavo addizionale lordo non aviation per almeno 5 milioni di euro all’anno. Inoltre – conclude Scalia –  stiamo portando avanti i progetti finalizzati a sviluppare il settore cargo e l’area di aviazione generale del segmento luxury”.

Lipari&Istituto, alle 11,30 incontro con gli albergatori su “alternanza scuola lavoro”

Giovedì 19 aprile, alle ore 11.30, presso l’aula magna dell’Istituto di Istruzione Superiore Isa Conti Eller Vainicher, si terrà un incontro organizzato dall’Istituto e la Federalberghi Isole Eolie sul tema dell’alternanza scuola lavoro.

Leggi tutto

Lipari&Istituto, alle 11,30 incontro con gli albergatori su “alternanza scuola lavoro”

Salina vuole recuperare la spiaggia de ‘Il postino’   

La spiaggia di Pollara a Salina, tra le location dell’ultimo film di Massimo Troisi, potrebbe ricevere interventi di messa in sicurezza e ripascimento. Da anni è vietato sostarvi per il rischio di caduta massi dal costone. Ora, però, la giunta del Comune di Malfa, guidata da Clara Rametta, ha fatto elaborare il progetto all’ingegner Antonino Sutera e ha richiesto 4,2 milioni all’assessorato regionale del Territorio.“Contiamo nella sensibilità della Regione – dice Rametta – per far eseguire questi lavori urgenti di recupero e riqualificazione ambientale della fascia costiera di Pollara. Grazie al film “Il postino”, del 1994, diretto da Michael Radford, con Massimo Troisi e Maria Grazia Cucinotta, la spiaggia – così come la casetta rosa – è divenuta famosa in tutto il mondo e i tanti turisti che frequentano l’isola sono molto dispiaciuti per le condizioni in cui versa”.

images/banners/immagini_random/eolieintouch.gif

Italiani primi in Europa per organizzare viaggi da mobile – Travelnostop

L’Italia è in cima alla classifica per utilizzo di device mobile per organizzare le vacanze (26%). A rivelarlo un’indagine condotta da Ogury, piattaforma di mobile data, che ha analizzato le abitudini di navigazione di oltre 200 mila utenti italiani per scoprire quali sono le app e i siti che spopolano tra i ‘bookers’ di viaggi da mobile.

Per la stagione estiva del 2017 la compagnia aerea low cost Raynair ha dominato la classifica dei siti e delle app del settore airlines più visitati dagli utenti mobile, portando a sé più del 56% degli utenti analizzati e sbaragliando easyjet che si porta a casa una percentuale di utenti del 22,8%. Dall’analisi di Ogury si evidenzia che il secondo posto è occupato da Alitalia.
Gli italiani sono fra i più attivi utilizzatori di Airbnb. Nell’estate 2017 AirBnB si accaparra ‘appena’ il 19,1% dei navigatori per il settore hotel e accomodation. Una percentuale relativamente bassa, soprattutto se paragonata alla major che occupa il primo posto del settore: Booking, la cui percentuale di visitatori unici è di poco meno del 90%.
Sembra dunque che gli italiani che programmano viaggi da mobile preferiscano affidarsi al fiore all’occhiello del colosso Priceline, che ormai da alcuni anni si annovera tra gli ‘Over the top’ del mondo online, ovvero i giganti di internet.
La sharing economy, ovvero l’economia della condivisione, è un modello di business in forte espansione che coinvolge tutti gli ambiti, anche quello del trasporto. Ne è un esempio BlaBla Car, piattaforma per la condivisione di viaggi in auto che conta oltre 35milioni di utenti. Una realtà apparsa ed esplosa in poco tempo anche in Italia, che nell’estate 2017 ha attirato oltre il 30% di utenti che cercavano trasporti in automobile. Una percentuale notevole, ma che non riesce a scalzare dal primo posto Rentalcars, una piattaforma di confronto tariffe tra varie realtà ‘tradizionali’ di noleggio che ha una percentuale di visitatori unici su sito e app di più del 62%. Sembra che gli italiani abbiano ancora in mente le raccomandazioni di ‘non accettare passaggi dagli sconosciuti’.

Eolie in Touch