Alitalia: voli garantiti per tutto il 2019. I soldi ci sono

Nessun pericolo se dovesse saltare l’accordo. Alitalia continuerà a volare anche in estate. Chi ha già comprato un biglietto aereo per volare con l’ex compagnia di bandiera può dormire sonni tranquilli. Si viaggerà

sicuramente almeno fino a tutto il 2019. Insomma, i cinque milioni di passeggeri che, secondo quanto rivelato da uno dei tre commissari straordinari in audizione alla Camera a fine marzo, hanno già prenotato un biglietto con Alitalia, possono stare tranquilli. Secondo quanto scrive il messaggero.it, fino ai primi mesi del prossimo anno i soldi che ci sono in cassa garantiranno l’operatività dei voli. Sempre i commissari, infatti, a fine marzo c’erano 474 milioni di euro, più altri 130 lasciati in deposito. Certo ci sono sempre i 900 milioni di euro da restituire allo Stato che li ha prestati, ma se la cessione dovesse andare in porto una parte del debito sarà trasformato in azioni del Tesoro. E comunque è difficile ipotizzare, anche nello scenario peggiore, che lo Stato richieda i soldi indietro subito. Per cui a fine anno ci si arriva.

Le tabelle che i commissari hanno consegnato ai parlamentari della Commissione Trasporti della Camera (i numeri arrivano al 31 dicembre 2018) sono molto chiare, scrive il quotidiano. In un anno e mezzo di gestione straordinaria (dal 2 maggio 2017) sono stati ricontrattati i leasing della flotta e così i costi sono diminuiti del 21%, in termini assoluti è un risparmio di 62 milioni di euro che diventano 85 se il raffronto viene fatto con il 2016.

La rinegoziazione degli altri accordi commerciali ha comportato un ulteriore risparmio di 95 milioni di euro (-4%). Intanto i ricavi da traffico passeggeri sono aumentati del 6,9%, ovvero 171 milioni. In numero assoluto i passeggeri sono passati da 21 milioni e poco più di trecentomila, a 21 milioni e mezzo (+0,9%). Sono in crescita, in particolare, quelli sul lungo raggio (+7,1%). Sono aumentati anche i ricavi da cargo (+9,4%). Gli ultimissimi dati, quelli relativi al primo trimestre 2019, secondo quanto risulta a Il Messaggero, confermano il trend positivo: il fatturato complessivo è in aumento del 2,5% rispetto allo stesso periodo del 2018 . Quello relativi al traffico passeggeri dell’1,4%. A conti fatti marzo è il sedicesimo mese consecutivo di incremento dei ricavi passeggeri. E anche in questo periodo è il lungo raggio che premia con un fatturato in progresso del 4,3%.

Eolie siti utili  isoleolie.it – vacanzeeolie.it – alberghieolie.com –
eolianinelmondo.com – eolieintouch.it – casevacanza.isole-eolie.com

Ventotene, per il dissalatore acque agitate… La protesta del sindaco Santomauro

di Gerardo Santomauro*

Sono profondamente rammaricato. Ho visto, come molti miei concittadini, il servizio giornalistico andato in onda il 9 aprile in prima serata nel corso del TG1 delle 20:00 e non posso nascondere il disappunto per le innumerevoli falsità che sono state enunciate dal gestore del servizio idrico integrato che ha installato l’impianto di dissalazione provvisoria.

Chiedo, pertanto, diritto di replica alle falsità riportate dalla giornalista del TG1 la quale, prima di mandare in onda il servizio, non si è premurata di contattare l’Amministrazione Comunale di Ventotene e chiedere se si poteva ritenere soddisfatta dell’installazione e del funzionamento dell’impianto di dissalazione, né si è premurata di accertarsi che quanto riferito da Acqualatina S.p.A. corrispondesse al vero.

Tengo a sottolineare che da ottobre 2018, a causa della pessima qualità dell’acqua che fuoriesce dai rubinetti delle utenze pubbliche e private, è stato necessario adottare un’ordinanza che ha vietato l’uso dell’acqua per usi domestici e per il consumo umano. Sono facilmente immaginabili i danni in termini economici a carico di molti cittadini, soprattutto quelli meno abbienti, costretti ad acquistare acqua in bottiglia per bere e per cucinare e finanche per lavarsi. Non sono ad oggi prevedibili i danni per la salute delle persone, che hanno il fondato timore di patire gravi conseguenze a causa di un prolungato utilizzo di acqua non potabile.

Ciò avviene perché l’acqua che fuoriesce dal dissalatore non è mineralizzata a dovere. Quindi, non è vero che l’acqua dissalata viene immessa nell’impianto arricchita di componenti minerali necessari alla salute.

Quanto alle altre inesattezze riferite nel servizio giornalistico del TG1, abbiamo la documentazione fotografica e le riprese subacquee che testimoniano che la salamoia viene scaricata in mare non al largo, bensì a ridosso della diga foranea all’interno dei massi posti a protezione della stessa, con le immaginabili ripercussioni a danno della fauna e della flora marina, che, come giustamente detto nel servizio, “mal ne tollerano la salinità, dieci volte superiore a quella del mare”.

Viene poi volutamente omesso e sottaciuto che l’opera di presa del dissalatore, per ragioni difficilmente comprensibili, è stata posizionata nel porto, che è notoriamente il luogo dove l’acqua è meno salubre e pulita.

Sia chiaro, l’Amministrazione non è contraria al dissalatore, ma chiede di essere coinvolta nelle scelte che riguardano l’individuazione della corretta ubicazione degli impianti e nella fase del controllo scientifico della qualità dell’acqua, nella massima tutela della salute di tutti gli isolani e dei turisti che frequentano l’isola.

L’Amministrazione di Ventotene ha cercato di contrastare in ogni modo questa operazione, così come è stata condotta, poiché alla luce dei fatti non sembra essere qualificata dal principale interesse diffuso della collettività isolana, certamente sensibile e propensa al tema della riduzione dei costi di approvvigionamento della risorsa idrica, purché questo non si traduca nei fatti, come sta accadendo, in un grave attentato alla salute dei cittadini e alla qualità dell’ambiente, tanto più se si considera che da oltre vent’anni le bellezze naturali dell’isola sono oggetto di specifica tutela prevista per le Aree Marine Protette.

Riteniamo che la televisione pubblica con questo servizio, riportando unilateralmente le menzogne riferite da Acqualatina S.p.A., abbia tradito in modo scandaloso la missione, che la legge le assegna, di effettuare una seria e documentata informazione. Siamo di fronte a un macroscopico travisamento dei fatti, che fanno assomigliare il servizio più a uno spot pubblicitario che a un serio e approfondito resoconto di accadimenti e fatti di rilevanza pubblica.

Ribadisco che sia dato pieno diritto di replica da parte del servizio pubblico della RAI non al sindaco di Ventotene ma a tutta la cittadinanza.

*Sindaco di Ventotene

IL SERVIZIO DELLA RAI

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-5c7b9927-0910-429e-9823-c135a1ae4d5a-tg1.html

NOTIZIARIOEOLIE.IT

Non si calmano le acque al Comune di Ventotene per la potabilità dell’acqua erogata nel civico acquedotto. Il Comune non molla e “pec…ca” e “ripec…ca” a tutti gli organi competenti con Procura della Repubblica compresa. Colpa dell’impianto di dissalazione che immette elevati valori in ferro. Esami e contro esami con valori superiori alla norma compresi quelli del Boro. Così il Comune emette ordinanza in data 8. c.m. di non potabilità dell’acqua. Gli utenti sono preoccupati e segnalano. Con la salute non si scherza e visti i contenuti nell’acqua i provvedimenti devono essere …ferrei…In tutto questo incide la condotta che distacca le parti ferrose. Infine lo scarico della salamoia e dei reflui di lavaggio delle membrane puniscono pesantemente l’ambiente. Quando i luoghi e i sistemi sono questi, la gente dice che c’è tanta leggerezza! Sembra la pubblicità di un ex calciatore con l’uccellino e la minerale in mano…

Eolie siti utili  isoleolie.it – vacanzeeolie.it – alberghieolie.com –
eolianinelmondo.com – eolieintouch.it – casevacanza.isole-eolie.com

Lipari – Nel centro storico arrivani i cestini e anche i vasi, su input della giunta Giorgianni. I lavori eseguiti dalla ditta di Alessandro Fonti di Pianoconte (gratis) sono stati coordinati dal capo area del Comune Claudio Beninati, dalla capo servizio Lorella Lisuzzo e dalla funzionaria Patrizia Barrica.

E ANCHE MARINA CORTA CAMBIA VOLTO

Air Malta tra i 4 candidati per rilanciare Birgi

Air Malta punta sull’aeroporto di Trapani. La compagnia maltese è uno dei quattro soggetti che hanno presentato una manifestazione di interesse per la promozione turistica dello scalo trapanese. Si tratta del bando che affiderà i servizi di promozione e progetti di marketing volti a favorire l’incremento di visitatori nell’ambito territoriale che gravità attorno all’aeroporto Vincenzo Florio, secondo quanto scrive il Giornale di Sicilia. A fare da capofila nella trattativa privata, per conto degli enti trapanesi, è il Comune di Marsala, al quale sono pervenute le offerte di Tele 2000 srl di Urbino, Topjets World Wide di Brescia, Tayaranjet, compagnia aerea bulgara, e, appunto, Air Malta, vettore che mira a stabilire un hub in Sicilia, per allargare il suo ruolo sul Mediterraneo.

Eolie siti utili  isoleolie.it – vacanzeeolie.it – alberghieolie.com –
eolianinelmondo.com – eolieintouch.it – casevacanza.isole-eolie.com

“Amici 18”, il cantante lirico “messinese-eoliano” Alberto Urso secondo gli scommettitori sarà il vincitore

Amici 18: secondo gli scommettitori il vincitore sarà Alberto Urso 

Come ogni anno, gli scommettitori si danno da fare con i primissimi pronostici. Già infatti le preferenze del pubblico appaiono piuttosto chiare ed è possibile per tale ragione azzardare una previsione. Secondo l’agenzia stampa specializzata Agipro, dando un’occhiata alle quote dei bookmaker inglesi, il vincitore annunciato di Amici di Maria De Filippi sarà Alberto Urso.

In base ai pronostici Agipro, il favoritissimo sarebbe Alberto Urso, diventato molto apprezzato all’interno della scuola di Amici sia per il suo grande talento come tenore sia per via della sua possibile relazione con Tish.

La sua voce e la tipologia di canzoni appaiono diverse dal solito e probabilmente sarebbe questo ad attirare il pubblico.

Il cantante siciliano è seguito poi da Giordana Angi, data come seconda classificata, e dalla stessa Tish, data invece al terzo posto. Dopo l’eliminazione di Mowgly l’ultimo posto dei pronostici è passato a Valentina Vernia. Davanti a lei c’è poi il cantante Alvis, su cui c’erano delle ipotesi di ritiro dato il crollo degli ultimi giorni, e il ballerino Rafael Castro che, nonostante sia considerato uno dei più bravi di questa edizione, non sembra essere molto acclamato dal televoto.

Al settimo posto invece, secondo gli scommettitori, si classifica Ludovica ancora senza contratto discografico, sesto posto per il suo fidanzato Jefeo.

Umberto Gaudino si classificherebbe al quinto posto se le tendenze attuali venissero confermate, fermo restando che tutto dipende dalle sfide e dai vari vincitori (tale ballerino risulta infatti come uno dei più amati dal pubblico), mentre il quarto posto finirebbe nelle mani di Vincenzo Di Primo, anch’egli uno dei ballerini di spicco della diciottesima edizione del talent show di Maria De Filippi.

I pronostici Sisal non si esprimono ancora sul papabile vincitore ma decidono – sebbene non ci sia molto distacco tra un’opzione e l’altra – che a trionfare quest’anno sarà un artista maschio. La vittoria di una donna, che sia cantante o ballerina, è quotato a 1.95, contro 1.70 della possibile vittoria di un maschio.

Come avevamo accennato, bisogna ricordare che i Bianchi e Blu, capitanati rispettivamente da Ricky Martin e Vittorio Grigolo, si sfideranno ogni sera fino alla finale e dunque le vittorie, nonché le nomination delle varie serate non saranno influenzate dal pubblico e potrebbero rendere differente l’esito dellaclassifica finale.

www.albertourso.it

“Amici 18”, il cantante lirico “messinese-eoliano” Alberto Urso secondo gli scommettitori sarà il vincitore

Anche a marzo Alitalia si conferma la più puntuale al mondo

Con l’89,31% dei voli atterrati in orario, Alitalia si conferma anche nel mese di marzo la compagnia più puntuale al mondo. Lo si legge in una nota di Alitalia, in cui si precisa che a certificare i risultati è FlightStats, società indipendente Usa che ogni mese stila la classifica della puntualità dei principali vettori mondiali, confrontando i dati di compagnie paragonabili per dimensioni e network.

Si tratta di un primato che la compagnia italiana mantiene anche considerando l’intero primo trimestre 2019, precisa la nota. In particolare, Alitalia conferma un “eccellente andamento operativo anche nel terzo mese dell’anno, dopo il primo posto raggiunto a febbraio e il secondo di gennaio”. Dalle rilevazioni emerge che l’indice di puntualità di Alitalia a marzo è stato più alto di quasi 10 punti percentuali rispetto alla media delle compagnie aeree mondiali (79,5%). Alitalia è inoltre l’unica compagnia europea nella classifica dei primi 5 vettori più puntuali al mondo.

Leni, Zanna (Legambiente) “porto turistico opera devastante…”

In una lettera inviata all’assessore regionale ai Beni culturali, al Dirigente generale del Dipartimento dei Beni culturali della Regione Siciliana, al Dirigente del servizio Piani paesistici- Dipartimento Beni culturali ed al Soprintendente ai Beni culturali di Messina, il presidente di Legambiente Sicilia, Gianfranco Zanna, sottolinea l’assurdità del devastante progetto di un nuovo porto turistico nel Comuni di Leni – Isola di Salina.

“Voglio soltanto sottoporvi – scrive Zanna – dei quesiti molto semplice e diretti: è mai possibile che questo assurdo e devastante progetto possa essere strato autorizzato e accettato, visto il sistema vincolistico in vigore nelle Isole Eolie, dotate da anni di un piano paesistico che le ha tutelate e protette? Quanto sono compatibili le opere necessarie alla realizzazione di questo nuovo porto con le prescrizioni e gli obblighi contenuti nell’art. 44 delle norme di attuazioni del piano paesistico? Mi chiedo e vi chiedo: a cosa servono i piani paesistici? Ha senso lavorare per la loro definizione per poi vedere le loro previsioni aggirate da altre enti e istituzioni? E, in particolare, gli istituti di tutela, che dovrebbero essere i primi a far rispettare vincoli e norme di salvaguardia, come possono acconsentire e approvare progetti faraonici, devastanti, in totale contrasto con ipotesi di sviluppo equilibrate e sostenibili? Inoltre, ritengo che, per il vostro ruolo e le funzioni e le responsabilità che coprite, dovreste essere non poco preoccupati dalla posizione assunta dall’Unesco su questo progetto, che è in palese contrasto con le previsioni e i contenuti del piano di gestione del sito Unesco – Isole Eolie. C’è il serissimo rischio – conclude Zanna – che le Isole Eolie ritornino a far parte di quella famigerata black list Unesco, formata dai siti minacciati per assurdi interventi e opere, che prelude alla fuoriuscita del sito dal Patrimonio dell’Umanità”.

Riggio a Travelnostop.com: privatizzare gli aeroporti per sviluppare il turismo

“Privatizzare gli aeroporti non significa solo gestirli da soli. Il tema non è vendere, è attuare un partenariato pubblico-privato. La soluzione è affidare la gestione ai privati e lasciare la vigilanza al pubblico”. Vito Riggio, presidente per 15 anni di Enac, da due mesi è stato nominato consulente del governo regionale per le politiche del trasporto aereo. Inoltre dal 1 marzo ricopre la carica di presidente di Assohandlers.

In una lunga intervista concessa a Travelnostop.com, Riggio si è soffermato sul tema di grande attualità che riguarda la privatizzazione degli aeroporti siciliani, con Catania che ha già annunciato l’intenzione di mettersi sul mercato mentre per quanto riguarda Palermo, il sindaco Leoluca Orlando ha affermato con decisione che finché sarà lui sindaco, lo scalo non si vende.

“In tutto il mondo – ha detto Riggio – i grandi aeroporti sono gestiti da società private legate ad infrastrutture turistiche. Oggi la cosa più importante per la Sicilia è fare entrare investitori e usare la leva della privatizzazione per fare rete. Si tratta di un’esigenza inderogabile perché la Sicilia è maledettamente isolata. Poi per quel che riguarda Palermo, se arrivasse il privato potrebbe comprare prima Palermo, poi Trapani e quindi procedere all’accorpamento. Che è quello che ha fatto Toscana Aeroporti. Fino a oggi l’autonomia è stata una barriera, invece dobbiamo aprirci all’esterno per avere sviluppo turistico. La ricetta è rompere il guscio per immettere capitali e fare investimenti perché la priorità è un grande piano infrastrutturale che preveda anche il modo di collegare gli aeroporti siciliani”.

 

Stromboli-Etna, l’allerta torna “verde” (attività ordinaria)

Dalle valutazioni emerse durante la riunione con i Centri di Competenza e il Dipartimento della Protezione Civile della Regione Siciliana, il Dipartimento della Protezione Civile ha disposto, per i vulcani Etna e Stromboli, il rientro al livello di allerta verde, che corrisponde all’attività ordinaria, come previsto dai rispettivi piani di emergenza. Tale valutazione è basata sulle segnalazioni delle fenomenologie e sulle valutazioni di pericolosità rese disponibili dai Centri di Competenza che monitorano i due Vulcani, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Osservatorio Etneo, Osservatorio Vesuviano e Sezione di Palermo), il Dipartimento Scienza della Terra dell’Università di Firenze e il Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente.

Il livello di allerta verde – che prevede parametri di monitoraggio nella norma per entrambi i vulcani – indica per lo Stromboli, un’attività vulcanica di tipo stromboliano persistente e di intensità ordinaria, mentre per l’Etna un’attività caratterizzata da degassamento e/o discontinue esplosioni dai crateri centrali, con possibili nubi di cenere di rapida dispersione. Le attività operative rientrano, quindi, nei compiti ordinari del Dipartimento di Protezione Civile, dei Centri di competenza che si occupano del monitoraggio e della sorveglianza del vulcano, della Regione Siciliana, delle Prefettura-UTG di Messina e di Catania e dei Comuni interessati, così come delle altre componenti e strutture operative di livello locale.

Occorre tener presente che alcune fenomenologie di entrambi i vulcani sono del tutto imprevedibili e improvvise, pertanto anche quando il livello di allerta è verde il rischio non è mai assente e che, come per ogni vulcano, il passaggio di livello di allerta può non avvenire necessariamente in modo sequenziale o graduale, essendo sempre possibili variazioni repentine o improvvise dell’attività, anche del tutto impreviste.

Eolie siti utili  isoleolie.it – vacanzeeolie.it – alberghieolie.com –
eolianinelmondo.com – eolieintouch.it – casevacanza.isole-eolie.com

VERSO LE ELEZIONI. Leni&Comune, il candidato sindaco Giacomo Montecristo ha presentato la lista. In giunta anche Riccardo Gullo. De Losa rinuncia. Gli antagonisti saranno Giulia Mastroeni e Sergio Russo

gmontecristo.JPG

ULTIMISSIME. Leni – Il candidato sindaco Giacomo Montecristo, professore di matematica al liceso scientifico, sarà sfidato da Giulia Mastroeni, 26 anni, casalinga e da Sergio Russo, 35 anni. Elio De Losa, commercialista, ha rinunciato a candidarsi….

VERSO LE ELEZIONI. Leni&Comune, il candidato sindaco Giacomo Montecristo ha presentato la lista. In giunta anche Riccardo Gullo. De Losa rinuncia. Gli antagonisti saranno Giulia Mastroeni e Sergio Russo