L’INTERVISTA Alberto Urso, il tenore che ha conquistato «Amici»: «Io un sex symbol? Mi piace piacere»

Subito dopo la vittoria del talent, ha rivelato: «Lirica, pop, crossover, non so ancora esattamente cosa farò, ma mi piacerebbe provare tutto. Voglio mangiare il mondo»

di Andrea Laffranchi

«Ho riacceso il telefonino dopo 5 mesi… 13 mila messaggi! Non so come fare». Alberto Urso il mattino dopo la vittoria ad Amici. «Sono andato a letto alle sette. Avrei voluto restare a dormire nella casetta, ma era venuta anche la mia famiglia e li ho raggiunti in albergo». Un’ora di sonno alle spalle, ma non c’è stanchezza nella voce del tenore 21enne, occhi chiari e fascino mediterraneo che conquista le fan, vincitore della diciottesima edizione del talent di Maria De Filippi (4.804.000 spettatori, 27% di share). Prima volta per una voce che arriva dall’opera (a X Factor 2017 il precedente non fortunatissimo di Lorenzo Licitra), Alberto ha battuto trapper, interpreti e cantautori, anche quelli forti come Giordana. Dedica della vittoria? «Alla famiglia che ha fatto sacrifici per portarmi dove sono e alla nonna paterna Rosetta che da lassù sarà contentissima». L’amore per la lirica viene da lei? «Nonna mi ha sempre seguito ed è stata importantissima nella mia infanzia. La lirica invece me l’ha fatta scoprire mio padre. Lui ha un’agenzia di pratiche automobilistiche, ma per passione organizzava concerti alle Eolie. Una volta portò un tenore: il giorno dopo iniziai a imitarlo. Papà notò la mia voce e decise di mandarmi a lezione: canto prima, pianoforte, batteria…».

L’INTERVISTA Alberto Urso, il tenore che ha conquistato «Amici»: «Io un sex symbol? Mi piace piacere»

L’INTERVISTA Alberto Urso, il tenore che ha conquistato «Amici»: «Io un sex symbol? Mi piace piacere»ultima modifica: 2019-05-27T10:00:28+02:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento