Lipari&Comune. “Quanto è costato lo spettacolo senza pubblico?”. Interrogazione al sindaco

blauriapiccola1.jpgdi Bartolo Lauria*

La sera di giovedì (27.u.s.) si è svolto in Piazza Marina Corta un concerto di musica intorno alle ore 24,00 alla presenza dell’Assessore al Turismo, Dott. Cuccia, che non essendo stato opportunamente ed adeguatamente pubblicizzato, non ha registrato la presenza di pubblico.
Il sottoscritto, nella qualità di Consigliere Comunale, interroga la S.S. per conoscere:
– se lo spettacolo è stato organizzato e pagato dal Comune, indicando le spese sostenute;
– se lo spettacolo è stato finanziato dalla Regione Siciliana;
– se lo spettacolo rientra in un progetto di finanziamento presentato dal Comune alla Regione, ed in caso affermativo, l’ammontare dell’importo previsto;
– il nominativo dell’’impresario, o del responsabile del gruppo, abilitato a stipulare il contratto ed a riscuotere l’’importo stabilito per lo spettacolo;
– se per la persona titolata alla stipula del contratto ed alla riscossione dell’’importo stabilito è stata richiesta la documentazione obbligatoria antimafia.
Il sottoscritto resta in attesa di una risposta urgente e scritta.

*Consigliere UDC

Lipari&Comune. “Quanto è costato lo spettacolo senza pubblico?”. Interrogazione al sindacoultima modifica: 2013-07-02T08:47:30+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari & degrado

fbertèpiccola.jpgdi Francesco Bertè

Questo ancora ci mancava…viagaribaldicomputer.JPG

Lipari & degradoultima modifica: 2013-06-11T09:42:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Eolie&Turismo

fdambrapiccola.jpgdi Felice D’Ambra

Eolie & Turismo. Gent.mo Direttore del Notiziario online delle Isole Eolie Bartolino Leone, vorrei cortesemente pregarti di inserire  questo pezzo, da te pubblicato lo scorso anno in questo periodo ma ancora attuale visto che non è stato fatto proprio nulla, continuando con assoluta indifferenza ai problemi della cittadina Eoliana “turistica”.

Da quest’articolo si evince che, nonostante ci siano stati nuovi assessori, nulla è cambiato a Marina Corta, anzi qualcosa è peggiorato e nessuno se ne accorge.

Ho notato che spudoratamente in un locale di Marina Corta, si continua in “peggio” ad aumentare i decibel anziché usare un sottofondo musicale allettante per maturi turisti di questo periodo che non sono di certo giovanissimi, e soprattutto stranieri, imitando i locali che per abitudine bombardano musica Rock e che ormai nessuno bada più e che è di esclusivo dominio giovanile, sul ben noto Corso Vittorio Emanuele e che tanto piace.

Purtroppo non è soltanto questo, ho anche notato che ogni pomeriggio, la più famosa Piazza “Marina Corta” Salotto virtuale di Lipari diventa un intollerante campo di calcetto, pericoloso per l’incolumità dei malcapitati turisti e non, frequentatori di locali costretti a subire le urla e la straordinaria fraseologia di bambini e adulti dilettanti per mancanza di spazio, utilizzano la piazza come campetto di calcio per spirito sportivo. Naturalmente senza volerlo e senza rendersi conto che disturbano la quiete degli abitanti e turisti che intenti a gustare un gelato o una granita mentre si godono il meraviglioso panorama di Piazza Marina Corta, La massima comprensione per lo sport più famoso al mondo e per i ragazzini che giocano, ma credo che prima che ci scappi qualche brutto e violento episodio come la cazzottata tra due tassisti di ieri, credo che sarebbe il caso di spostare qualche vigile almeno fino a una certa ora, onde evitare che inneggiando lo sport calcistico, incresciosi episodi potrebbero lasciare un segno negativo alla già critica situazione turistica in atto.

2) Marina Corta e lo sbarco dei Mille.

Non è stato lo sbarco dei mille Garibaldini quello avvenuto qualche giorno fa, ma una moltitudine di turisti mordi e fuggi provenienti dalla vicina Sicilia e Calabria, sbarcati dai barconi sulla nuova banchina di Marina Corta.

La giornata è molto calda, stavo gustando un’ottima granita ai gelsi e una brioche in compagnia di Mimmo Ziino, Bartolo D’Ambra, il Dott. Gianni Iacolino e di fronte a me il funzionario dell’ENIT della Vienna Imperiale Dott. Campanelli e Signora (accompagnatori di una Troupe televisiva austriaca per effettuare alcune riprese dei luoghi più suggestivi di Lipari Città turistica e Capoluogo Eoliano, per un documentario da trasmettere nelle reti TV di Stato che andrà in onda in autunno), quando all’improvviso i miei occhi rivolti verso il mare, notano un inconsueto e straordinario flusso turistico proveniente dalla banchina che in torpedone si sono riversati nella piazza”Marina Corta”, in attesa dell’arrivo di tutti i componenti la comitiva.

Una marea umana di oltre 1500 persone fra adulti, giovani, anziani, ragazzi, catapultati al centro di Marina Corta che si è incrociata con gli altri turisti quasi tutti stranieri, sbarcati dal lato opposto dai motoscafi della Silver Sea, la nave da crociera arrivata nella mattinata e in rada al largo dell’ex capitaneria di porto. Formando uno spettacolo in movimento l’esercito dei vacanzieri in sosta dietro alcune guide turistiche che seguono un programma ben preciso organizzato dai Tour Operator mordi e fuggi che adottando la strategia d’abbaglio di far visitare tre Isole in un solo giorno, creano a queste ignare persone un “tour de force” incredibile e cronometrico, ma spero almeno “soddisfacente” per i turisti. In poco tempo questo serpentone d’esecutori di volontà altrui, seguendo un itinerario ben preciso vanno appresso agli omini delle bandierine che si è incamminato lungo la Via Garibaldi e la gran salita che porta alla Cattedrale di San Bartolomeo per la visita all’antico Museo Eoliano, mentre gli altri componenti della comitiva effettuano il giro dell’Isola in Bus.

Ciò che ha colpito di più la mia fantasia e curiosità ed anche un poco d’indignazione, è stata la velocità di come tutta questa gente si è in breve tempo dileguata.  Di tutti questi visitatori, solo poche persone sbarcate dalla nave crociera si sono riparate dal cocente sole e dall’abbaglio del pavimento chiaro della piazza di Marina Corta, sotto gli ombrelloni del bar Il Gabbiano (soprattutto per servirsi delle toilette), gustare qualche granita ed altri che hanno il piacere la cucina e l’impeccabile servizio del Famoso “Ristorante al Pescatore” di Giuseppe Finocchiaro che con la sua simpatia e professionalità è in grado di accontentare tutti i clienti che frequentano il locale di Marina Corta. A prescindere chi siano e da dove provengano questi vacanzieri che visitano la Città di Lipari e l’altre Isole in programma, essi dovrebbero essere considerati come graditi visitatori nel nome dell’ospitalità turistica del luogo e sarebbe un atto dovuto offrire almeno un cartello di “benvenuto a Lipari”. Costerebbe poco e  conterebbe molto e sarebbe molto apprezzato da tutti, come sarebbe gradito da tutti un “Info Point”,un’accoglienza turistica, servizi igienici attualmente non disponibili ed anche un punto di primo soccorso di grande utilità soprattutto nei periodi d’eccessivo caldo. Sarebbe anche buona cosa a Marina Corta sistemare cartelli segnaletici stradali almeno per orientare i turisti verso il Museo, Centro storico, porto, Via Roma e segnalare anche, come avviene ovunque, un cartello segnaletico di fermata Bus di città e orari inesistenti, come sarebbe importante segnalare le Chiese e orari di SS. Messe, soprattutto della Cattedrale del Santo Patrono. Fra i passeggeri ci sono sempre dei bambini e persone anziane che necessitano d’assistenza (l’esperienza insegna). La mia non vuole essere una lamentela o una critica e neppure una polemica, ma da osservatore e da turista, scrivo, semplicemente una personale riflessione e poiché parliamo di Lipari Capoluogo del Turismo e della Cultura Eoliana o almeno dovrebbe esserlo, basterebbe avere un poco di buona volontà, non ci vogliono soldi per creare il “Buon Senso della Civiltà e Cultura del Turismo”. I passeggeri dei barconi, dopo aver visitato il Museo o effettuato il Tour dell’Isola con i Bus locali, hanno appena il tempo di ritornare a Marina Corta per l’imbarco immediato (escluso la nave crociera che riparte nel tardo pomeriggio, dando ampio margine ai passeggeri) senza possibilità di tempo per effettuare Shopping e servirsi dei tanti locali di ristoro e di Souvenir a loro disposizione. Certamente non è piacevole per i tanti imprenditori turistici di Lipari soprattutto in questo periodo di gran crisi, vedere passare migliaia di persone e assistere inermi e senza alcun beneficio per le loro aziende. Soltanto l’Isola di Vulcano usufruisce al completo di questo flusso turistico escursionistico, giacché i barconi si fermano alcune ore per fare il bagno e per la consumazione del pasto nei vari locali di ristoro. Secondo il mio personale parere, sarebbe opportuno che i diretti interessati del turismo locale, intervenissero e mediare con i Tour Operator organizzatori di questi grossi importanti flussi turistici per fare almeno alternare la sosta nelle Isole visitate e dare anche a loro il tempo necessario per usufruire di un pasto al ristorante e non solo (sia esso inserito o non nel pacchetto turistico), in modo di accontentare tutti e evitare malumori tra gli imprenditori. A mio parere credo che sarebbe una scelta salomonica e aiuterebbe tutti i locali, mentre, invece quest’incomprensibile situazione è stranamente soltanto a favore dell’Isola di Vulcano, ovviamente a discapito degli imprenditori turistici di tutta la comunità liparota. Il flusso turistico che creano le navi da crociera, i barconi e quant’altro, è di grande utilità poiché i vacanzieri visitando le varie località, hanno la possibilità di scegliere quelle zone turistiche più interessanti per la loro scelta di gradimento finale e decidere per una futura vacanza alle Eolie.

Buona Vacanza e buona, Stagione a tutti.

Eolie&Turismoultima modifica: 2013-06-07T10:50:37+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Leni&Abusivismo edilizio. I carabinieri denunciano due persone

gstefani1.jpgLeni – Due persone denunciate dai Carabinieri. Nell’ambito delle attività svolte nei giorni scorsi per il contrasto delle violazioni della vigente normativa in materia edilizia, i militari della stazione carabinieri di Santa Marina Salina, al comando del maresciallo Gimmi Stefani, all’esito di una attenta attività di monitoraggio del territorio, hanno segnalato alla competente Autorità Giudiziaria due persone ritenute responsabili di abuso edilizio.

La particolare attività di controllo, effettuata dai Carabinieri nel Comune di Leni, ha consentito di individuare un fabbricato in muratura dove erano in corso di realizzazione lavori edili di ampliamento, consistenti nella realizzazione alcune stanze, in completa assenza di autorizzazioni. Per tal motivo, al termine delle attività di verifica, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà i proprietari dell’immobile.

Leni&Abusivismo edilizio. I carabinieri denunciano due personeultima modifica: 2013-05-27T13:57:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari. Comune, lavori pubblici&Sprecopoli. Il mare allaga la via Tenente Mariano Amendola

allagamentovia amendola.jpgLipari. Comune, lavori pubblici&Sprecopoli. Il mare allaga la via Tenente allagamentoviaamendola.jpgMariano Amendola.allagamentoviaamendola1.jpg

Lipari. Comune, lavori pubblici&Sprecopoli. Il mare allaga la via Tenente Mariano Amendolaultima modifica: 2013-05-22T20:38:38+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Da Vulcano in linea Tony Scontrino

tscontrino.jpgdi Tony Scontrino*

Vulcano Dive Festival. Nella splendida location del Mari del Sud Resort & Village sull’isola di Vulcano ti aspetta un weekend di immersioni, apnea, fotografia subacquea, archeologia subacquea, seminari, spettacoli e feste in spiaggia per tutti gli appassionati degli sport subacquei. Il PADI Resort Diving Center Saracen sarà il fulcro della manifestazione a cui tutti potranno partecipare; l’evento, supportato da PADI-MARES-SCUBAPRO-DIVING CENTER SARACEN, si svolgerà nelle giornate dal 21 al 23 Giugno 2013.

Nel programma assai ricco i subacquei o i semplici appassionati potranno toccare con mano tutte le ultime novità prodotte da MARES e SCUBAPRO insieme ad un tecnico capace di illustrarne le caratteristiche tecniche specifiche.

Naturalmente sarà possibile immergersi e testare la qualità dei prodotti durante immersioni subacquee grazie alla logistica del Diving Center Saracen di Vulcano nel fantastico scenario delle Isole Eolie.

Interessanti seminari tecnici MARES e SCUBAPRO, condotti dai rispettivi tecnici, offriranno l’occasione di comprendere struttura, funzionamento di erogatori e computer

Tra gli ospiti del Festival Gianluca Genoni, primatista di apnea, che svolgerà uno stage d’apnea gratuito e ci presenterà il suo record mondiale di – 160 m

Inoltre anche gli appassionati di fotografia non rimarranno a “bocca asciutta”. Infatti i famosi fotografi subacquei Marti&Miano condurranno un workshop dedicato alla fotografia digitale subacquea durante il quale si potrà imparare a scattare foto di qualità. Al termine del corso si potrà anche conseguire il brevetto PADI Digital Underwater Photographer.

I subacquei con più esperienza potranno partecipare ai programmi per diventare dei “Tek Diver” cimentandosi nel Discover Tek, Tek 40 e 45. E per i bambini e i principianti sarà offerto gratuitamente il corso “Discover Scuba Diving”.

Inoltre sarà presente R. Raffaeli, Director Fieldservices & Key Accounts di PADI EMEA, che svolgerà un seminario sulla subacquea tecnica aperta a tutti con credito formativo per i professionisti Padi.

Una festa dove proprio tutti sono invitati a partecipare e che sarà contraddistinta da sorrisi, incontri, attrezzature, personaggi noti e tante…. tante immersioni!!!

Madrina d’eccezione sarà Patrizia Maiorca, campionessa del mondo d’apnea!

La sera del sabato a tutti i partecipanti verrà offerto un aperitivo con musica nella splendida Spiaggia delle Sabbie Nere!

Per partecipare prenota uno dei nostri pacchetti in offerta comprensivi di immersioni e sistemazione alberghiera

Non mancare a questa grande festa. Ti aspettiamo!

*DIVING CENTER SARACEN VULCANO

www.festivalmaresicilia.it – info@festivalmaresicilia.it

Da Vulcano in linea Tony Scontrinoultima modifica: 2013-05-14T14:11:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Eolie. Il ricordo dell’affondamento del S.Marina

Gentile Direttore,

anatolipiccola.jpgcolgo l’occasione del Notiziario delle Eolie per porgere un sentito ringraziamento al Sindaco di Santa Marina Salina, Massimo Lo Schiavo, e dell’Assessore, Linda Sidoti, per averci consentito con una semplice ma toccante manifestazione, di commemorare e ricordare ai parenti delle persone scomparse ed a noi figli dei sopravvissuti, la tragica giornata che ha visto l’affondamento del piroscafo Santa Marina al largo dell’isola di Vulcano. Dal rapporto di mio padre, capofuochista Angelo Natoli, si legge: ” Con lo scoppio, provocato direttamente in carbonaia, il ponte di comando è saltato in aria con il Comandante ed il personale di servizio, ed i relitti, con carbone, pezzi di ferro ed anche un uomo, sono stati da me visti cadere in mare”… ed ancora… ” visto che il piroscafo spezzato quasi al centro aveva la prua e la poppa gia verso l’alto”. Si  tratta di una rappresentazione del tragico momento che è stata interpetrata
magistralmente dallo scultore che ha realizzato il monumento.

Aldo Natoli

Eolie. Il ricordo dell’affondamento del S.Marinaultima modifica: 2013-05-10T07:39:15+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Santa Marina Salina&Porto turistico

plocasciopiccola1.jpgdi Pietro Lo Cascio*

La Sinistra intende esprimere piena solidarietà al comitato “La Giustizia non va in Porto” che, in atto, sta sostenendo a Santa Marina Salina un’importante battaglia per il riconoscimento dei diritti della comunità locale. Il tema della gestione della portualità, sottratta alle competenze della cittadinanza e dell’ente che la rappresenta per garantire un esclusivo profitto ai privati, è un argomento di primaria importanza; esso infatti investe direttamente lo scopo originario delle opere portuali, che sono state realizzate con soldi pubblici per offrire una reale opportunità di sviluppo agli abitanti di quella comunità. Ma tale sviluppo, finora, ha rischiato di essere vanificato proprio dall’impossibilità di intervenire nella gestione del porticciolo turistico, e da prezzi e condizioni “selvagge” applicate in assoluta arbitrarietà dal gestore privato.

Siamo fiduciosi che in questa battaglia, alla fine, prevarranno le ragioni della comunità locale, e che la stessa possa essere un grande, prezioso insegnamento per altre comunità eoliane che – ancora oggi – rischiano di vedersi negare il diritto a una portualità pubblica a misura delle loro esigenze, sacrificata in nome dell’ennesima e fumosa speculazione privatistica.

*Consiglire comunale La Sinistra Eoliana

Santa Marina Salina&Porto turisticoultima modifica: 2013-05-07T11:50:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

“La guerra dei vulcani” di Francesco Patierno “Miglior DVD Documentario” alla Casa del Cinema di Roma

nsaltalamacchia.jpgdi Nino Saltalamacchia*

Il mondo del cinema e dell’home video si sono dati appuntamento alla Casa del Cinema di Roma per l’assegnazione dei prestigiosi Italian Dvd & Blu-ray Awards, giunti quest’anno alla decima edizione e scelti tra i titoli posti in vendita da gennaio a dicembre 2012.

La giuria ha assegnato il premio “Miglior DVD Documentario” a “La guerra dei vulcani” di Francesco Patierno prodotto da Todos Contentos Y Yo Tambien in collaborazione con Cinecittà Luce, Wide House e Centro Studi Eoliano.

Nel 2012 il documentario è stato presentato alla Biennale di Venezia, al Toronto International Film Festival, al BFI London Film Festival, al New York Film Festival ed è stato distribuito in 12 paesi.  A marzo 2013, inoltre, è stato trasmesso su Sky Arte HD  in occasione della festa della donna. 

“La guerra dei vulcani” verrà proiettato durante la trentesima edizione di “Un mare di cinema” che si svolgerà a Lipari la prossima estate.

*Presidente Centro Studi Eoliano

“La guerra dei vulcani” di Francesco Patierno “Miglior DVD Documentario” alla Casa del Cinema di Romaultima modifica: 2013-05-02T09:16:29+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Da Vulcano in linea Giuseppe Alessandro D’Angelo

gadangelopiccola.jpgdi Giuseppe Alessandro D’Angelo

Tutto scorre tutto cambia… o quasi!
E’ proprio vero, Pánta rhêi “tutto scorre” come citava il vecchio filosofo Greco Eraclito,  ed al passaggio, cambia tutto, cambiano i tempi, la moda, i pensieri ed i modi di essere, solo una cosa non cambia mai e….. mai cambierà, da quando l’essere umano scese dagli alberi ed incominciò a vivere in
collettività insieme ad i propri simili e questa cosa si chiama politica e… pensiero politico.

Dopo la Giunta bis, ho atteso qualche giorno prima di scrivere, solo per vedere ed ascoltare le “Parole” interviste e commenti, da parte dei protagonisti che si sono avvicendati sul famoso carro e sapete cosa ne è venuto fuori? Che aveva ragione Pirandello quando citava che esser civile, vuol dire proprio questo: dentro, neri come corvi; fuori, bianchi come colombi; in corpo fiele; in bocca miele. A tutti questi politici? che fino a ieri “per ovvi motivi e viva la coerenza” lodavano colui che adesso interrogano e minacciano, in nome e per conto dei giovani Eoliani, aizzandoli contro, approfittando del crescente disagio sociale, per il proprio “mancato” tornaconto, dico: che non è da responsabile, non è saggio, poiché Il saggio esige il massimo da sé, invece l’uomo da poco si attende tutto dagli altri “Confucio”. 

Da Vulcano in linea Giuseppe Alessandro D’Angeloultima modifica: 2013-04-25T12:48:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

A Catania è nata Julia Aurora Maria Rizzo

fioccorosa.jpgA Catania è nata Julia Aurora Maria Rizzo.

Mamma Irene, la sorellina Ines e papà Ciccio l’hanno accolta raggianti.

La famiglia Rizzo ringrazia in particolar modo il prof. Giuseppe Giuffrida e il suo staff.

Alla piccola Julia Aurora Maria e ai genitori le felicitazioni de “Il Notiziario”.

A Catania è nata Julia Aurora Maria Rizzoultima modifica: 2013-04-16T17:21:05+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari&Punto nascita chiuso. Lettera al presidente della Regione, all’assessore alla salute e al commissario dell’Asp

gbivianopiccola2.jpgdi Giacomo Biviano*

Da Giugno 2012, da quando il GCA di Palermo ha concesso la sospensiva sulla sentenza del TAR che cassava la parte del decreto assessoriale che prevedeva la chiusura del punto nascita di Lipari, nel nostro territorio i parti sono stati quasi annullati. In un primo momento, infatti, anche dopo la sentenza del CGA, i parti venivano effettuati solo nel momento in cui la gestante si presentava all’ospedale in stato di avanzato travaglio, ma con il passare del tempo, sembrerebbe per ordini superiori, non è stato effettuato più nessun parto tranne che in rarissime eccezioni, forse una.

Le gestanti, infatti, vengono quasi sempre distolte dal rimanere in loco con la minaccia di un inevitabile trasferimento in elicottero anche in assenza di complicanze. Si ha presente cosa significa per una donna in preda alle doglie essere trasferita in elicottero? A quale stress psicofisico va incontro? Quali traumi conserverà per tutta la vita?

Lo stesso trattamento, invece, non viene riservato alle gestanti che si recano in altre strutture dove anche lì era stata prevista la soppressione del punto nascita. In alcune di queste strutture, infatti, il numero dei parti non solo non è diminuito ma addirittura sembrerebbe aumentato. Le spiegazioni sono allora due. La prima è che le gestanti che si recano in queste strutture hanno caratteristiche fisiche diverse, forse aliene, e pertanto possono attendere tranquillamente nei corridoi anche con una dilatazione superiore ai 6 cm. La seconda, invece, che io non credo ma che è sulla bocca di tutti, è quella di un piano ben preciso per disintegrare non solo il punto nascita di Lipari, ma forse l’intero Ospedale.

Ma la cosa ancora più grave è che sono notevolmente diminuite anche le prestazioni chirurgico – ginecologiche e le poche eseguite sono state eseguite spesso solo alla presenza del dott. Sebastiano Caudullo, Primario del reparto di Ostetricia e Ginecologia di Taormina e Responsabile del Dipartimento materno infantile all’ASP di Messina, che si è recato personalmente da Taormina a Lipari, per eseguire degli interventi programmati in pazienti che magari, forse,  aveva già incontrato in altri studi o reparti  della bella Taormina.

A questo punto, però, le domande sorgono spontanee. Ma i ginecologi presenti stabilmente nell’Ospedale di Lipari non sono in grado di effettuare le stesse prestazioni chirurgico- ginecologiche in altri pazienti? Perché prima lo facevano regolarmente? C’è qualcuno che lo impedisce? Non è che per caso sono diventati dei poltroni?

Ritornando a parlare di parti sembrerebbe che il dott. Caudullo sia stato il principale artefice dei numerosi richiami ai ginecologi del servizio di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Lipari per aver subito dopo dopo la sentenza del CGA di Palermo fatto partorire  delle gestanti con dilatazioni, forse, inferiori ai casi cosidetti casi di “urgenza indifferibile”. Sembrerebbe, infatti, che lo stesso tenga a far rispettare alla lettera non solo la sentenza del CGA e quindi l’attuale decreto assessoriale di rimodulazione dei punti nascita ma, forse, anche di più.

Peccato che lo stesso, però, in qualità di Responsabile del Dipartimento materno infantile all’ASP di Messina, non abbia mai fatto osservare alla lettera quanto disposto dal Piano Sanitario Regionale e dall’Atto Aziendale o da quanto previsto dai cosidetti LEA (livelli essenziali di assistenza), specie per quanto riguarda l’assistenza al “parto precipitoso”.

Il termine “parto precipitoso” non può essere riferito solo all’eventuale parto “spontaneo”, che negli ultimi mesi non si è neppure quasi più verificato perché le gravide sono state indotte a trasferirsi sulla terraferma anche nei casi di assoluta normalità, ma anche e soprattutto per tutte le eventuali complicazioni materno – fetali.

Nell’attuale Atto aziendale è prevista una dotazione organica minima indispensabile composta da 6 Ostetrici e 4 ginecologi.

L’attuale organizzazione è costituita da una dotazione di tre soli ostetrici e due ginecologi con incarico a tempo “DETERMINATO”.

Il servizio  nelle 24 ore è svolto con le seguenti modalità:

–  un ostetrica/o  dalle ore 08.00 alle ore 20.00, da Lunedì a Sabato; dalle ore 20.00 alle 08.00, da Lunedì a Sabato il servizio viene coperto con reperibilità sostitutiva;  Domeniche e  festivi, il servizio ostetrico è coperto con reperibilità sostitutiva h/24: Nella pratica, il parto “precipitoso”, indifferibile e urgente, nelle ore notturne, domeniche  e festivi h/24, deve attendere che in pronto soccorso qualcuno si renda conto della necessità – “prima diagnosi” – e attivi la chiamata in reperibilità dell’ostetrica con tempi d’attesa inimmaginabili;

–  una Ginecologa dalle ore 08.00 alle ore 14.00; una Ginecologa dalle ore 14.00 alle ore 20.00 ; notturni , domenica e festivi il servizio è coperto da reperibilità sostitutiva.

– non esiste la presenza di personale infermieristico.

– il “reparto” dalle ore 20.00 alle ore 8.00, Domeniche e festivi è chiuso.

Se questo è il sistema organizzativo che il Dott. Caudullo ha previsto per affrontare con tempestività il parto precipitoso indifferibile per via naturale e/o operativo, SIGNIFICA CHE LE GRAVIDE CHE ORBITANO ATTORNO  AL PRESIDIO OSPEDALIERO DI LIPARI E I FIGLI CHE PORTANO IN GREMBO SI TROVANO PROBABILMENTE IN UNA CONDIZIONE DI RISCHIO ASSOLUTO.

Alla luce di quanto esposto e al fine di tutelare il diritto alla salute delle gestanti e di tutta la comunità eoliana chiedo al Presidente della Regione Sicilia e all’Assessore Regionale alla Sanità di organizzare un incontro invitando il Comune di Lipari, l’ASP di Messina e tutti quei soggetti che si ritenga opportuno far partecipare al fine di garantire il diritto alla salute dei cittadini eoliani e per capire quali sono i piani e i programmi dell’attuale Governo Regionale che speriamo si differenzino totalmente dal precedente.

Al Direttore Generale, dott. Manlio Magistri, si chiede di valutare quanto esposto con la presente nota.

*Assessore Comune di Lipari

Lipari&Punto nascita chiuso. Lettera al presidente della Regione, all’assessore alla salute e al commissario dell’Aspultima modifica: 2013-03-18T15:22:01+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Vento del Nord – Il giornalino della comunità di Acquacalda

vento-nord.GIF

leggi il giornalino, clicca qui Ventodelsett-dic2012.pdf

Vento del Nord – Il giornalino della comunità di Acquacaldaultima modifica: 2013-03-04T10:46:38+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Isole minori, la “Compagnia delle Isole” ha noleggiato il traghetto “Bilton”. Lunedi’ riunione alla Regione. Sottoscritto il nuovo contratto con comandanti e i direttori

pveronese2.jpgSi terrà lunedi’ alla Regione la riunione con i dirigenti della Compagnia delle Isole dopo le proteste che si sono scatenate a Lampedusa per l’inadeguatezza dei mezzi utilizzati nei collegamenti marittimi.

Lamentele – come è noto – vi sono anche alle Eolie in particolare per la sospensione del collegamento con Napoli. La società nel contempo ha noleggiato un traghetto il “Bilton” che sarà utilizzato per far fronte alle emergenze.

La stessa società che ha sottoscritto il nuovo contratto con i comandanti e i direttori di macchina (adesso toccherà ai marittimi), con un proprio stand sarà anche presente all’Itb (Borsa Internazionale del turismo) di Berlino.

Isole minori, la “Compagnia delle Isole” ha noleggiato il traghetto “Bilton”. Lunedi’ riunione alla Regione. Sottoscritto il nuovo contratto con comandanti e i direttoriultima modifica: 2013-02-28T17:13:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Alicudi, collegamenti sempre piu’ a rischio

fferrandelli.jpg”Bisogna intervenire anche con strumenti d’emergenza. Non si puo’ lasciare una popolazione isolata per giorni”. Commenta cosi’ Fabrizio Ferrandelli, deputato Pd all’Assemblea regionale siciliana e segretario della commissione Territorio e ambiente, la drammatica situazione che stanno vivendo gli abitanti delle isole Eolie. ”Il maltempo ha causato diversi smottamenti – spiega Ferrandelli – e l’accumulo di sabbia nei fondali rende difficoltoso l’attracco dei traghetti. Per risolvere la situazione, cosi’ come ci hanno spiegato le autorita’ locali, serve un pontone per dragare i fondali. La ditta che pero’ avrebbe dovuto fornire macchinario e servizio e’ stata bloccata per illeciti”. “Mi chiedo come sia possibile – continua il deputato – che in tutta la Sicilia non ci sia un altro macchinario simile che possa essere utilizzato per ripristinare i fondali marini di Alicudi. E’ indispensabile trovare una soluzione in tempi brevi, per ristabilire i normali collegamenti con le isole minori e porre fine all’isolamento a cui sono costretti gli abitanti. Ho gia’ preparato un’interrogazione – conclude Ferrandelli – per chiedere al Governo regionale quali iniziative intende porre in essere per ripristinare la funzionalita’ del porto e ristabilire i collegamenti con Alicudi e le altre isole minori”.

Alicudi, collegamenti sempre piu’ a rischioultima modifica: 2013-02-27T07:59:29+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Rassegna Stampa. “Repubblica.it”, ok definitivo alle norme sull'”Operazione Trasparenza” negli enti pubblici

arepubblica.it.jpgOk definitivo alle norme sulla trasparenza. Dopo il sì del Consiglio dei ministri e il parere favorevole del Garante della privacy diventa legge il decreto legislativo contro la corruzione nelle amministazioni pubbliche. Atti contabili, ma anche compensi e redditi di politic i(e dei loro consaguinei), saranno pubblicati sui siti internet di istituzioni locali e statali

I patrimoni dei politici e dei parenti fino al secondo grado saranno pubblici per legge. Il Consiglio dei ministri ha infatti approvato in via definitiva, su proposta del ministro della Pubblica amministrazione e semplificazione, Filippo Patroni Griffi, il decreto legislativo sulla trasparenza delle informazioni delle pubbliche amministrazioni.

Il testo conferma sostanzialmente l’impianto di quello già approvato in sede preliminare. Il provvedimento è stato sottoposto al vaglio del Garante della privacy e delle vari componenti della Conferenza Unificata (Regioni, province e Comuni), che hanno introdotto solo poche modifiche, in gran parte di carattere tecnico e formale.

Queste le novità più rilevanti: si è meglio armonizzata la disciplina rispetto a quella del Codice della privacy mediante modifiche all’articolo 4 e all’articolo 26 dove si è espressamente esclusa la pubblicazione dei dati identificativi delle persone fisiche destinatarie di sussidi e ausili finanziari, qualora da tali dati sia possibile ricavare informazioni relative allo stato di salute o alla situazione di disagio economico-sociale degli interessati.  Inoltre, si è previsto, su richiesta delle Regioni la pubblicazione dei dati relativi al livello del benessere organizzativo interno alle pubbliche amministrazioni e la pubblicazione dei risultati delle indagini di customer satisfaction effettuati.

Si è anche previsto che le Regioni e a statuto speciale e le Province di Trento e Bolzano possono individuare specifiche forme di applicazione della nuova disciplina in ragione della peculiarità dei loro ordinamenti.
Si è fatta, infine, maggiore chiarezza sulle norme abrogate dal decreto legislativo, che intende rappresentare un vero e proprio Codice della trasparenza in modo da evitare dubbi interpretativi.

Restano invece tutte le altre novità previste dal testo esaminato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri (confronta comunicato stampa n. 66 del 22 gennaio 2013). Tra questi ad esempio:

1.l’obbligo di pubblicità delle situazioni patrimoniali di politici, e parenti entro il secondo grado; degli atti dei procedimenti di approvazione dei piani regolatori e delle varianti urbanistiche; dei dati, in materia sanitaria, relativi alle nomine dei direttori generali, oltre che agli accreditamenti delle strutture cliniche.

2.Viene data una definizione del principio generale di trasparenza: accessibilità totale delle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività delle PA, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.
Il provvedimento ha infatti lo scopo di consentire ai cittadini un controllo democratico sull’attività delle amministrazioni e sul rispetto, tra gli altri, dei principi costituzionali di eguaglianza, imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza dell’azione pubblica.

3. si stabilisce il principio della totale accessibilità delle informazioni. Il modello di ispirazione è quello del Freedom of Information Act statunitense, che garantisce l’accessibilità di chiunque lo richieda a qualsiasi documento o dato in possesso delle PA, salvo i casi in cui la legge lo esclude espressamente (es. per motivi di sicurezza).  

4. viene introdotto un nuovo istituto: il diritto di accesso civico. Questa nuova forma di accesso mira ad alimentare il rapporto di fiducia tra cittadini e PA e a promuovere il principio di legalità (e prevenzione della corruzione). In sostanza, tutti i cittadini hanno diritto di chiedere e ottenere che le PA pubblichino atti, documenti e informazioni che detengono e che, per qualsiasi motivo, non hanno ancora divulgato.  

5. si prevede l’obbligo per i siti istituzionali di creare un’apposita sezione – “Amministrazione trasparente” – nella quale inserire tutto quello che stabilisce il provvedimento.

6. viene disciplinato il Piano triennale per la trasparenza e l’integrità – che è parte integrante del Piano di prevenzione della corruzione – e che deve indicare le modalità di attuazione degli obblighi di trasparenza e gli obiettivi collegati con il piano della performance”.

Rassegna Stampa. “Repubblica.it”, ok definitivo alle norme sull'”Operazione Trasparenza” negli enti pubbliciultima modifica: 2013-02-15T16:19:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Prima Pagina. Cantata politica

aacc.jpgUna tantum pensiamo Saremo presentato da un presidente. Da una ministra a scelta per una vallettata perfetta. Poi avere 1000 e passa cantanti da far esibire con il loro complessi, i loro tic, le loro voglie di programmi e tangenti e sopra tutto tanti tour rimborsati anticipatamente. Finalmente un Sanremo politico-canoro dove sarà possibile votare ed eliminare da casa i candidati mentre se la cantano ma non ce la cantano. In un colpo solo il popolo eliminerebbe il costo dei cantanti e dei politici. Politici cantanti. Tanto non c’è differenza. Melodia e urlate, serenate e sogni, è sempre la stessa musica stonata civilmente.
Prima Pagina. Cantata politicaultima modifica: 2013-02-15T07:40:21+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Da Padova in linea Antonio Famularo

afamularopiccola.jpgdi Antonio Famularo
 
” … Ora a distruggere anche la democrazia non è pure l’insaziabilità di ciò che essa definisce un bene?
In uno stato democratico sentirai dire che la libertà è il bene migliore e che soltanto colà dovrebbe
abitare ogni spirito naturalmente libero.  Ebbene, l’insaziabilità di libertà e la noncuranza del resto non
mutano anche questa costituzione e non la preparano a ricorrere fatalmente alla tirannide?
Quando, credo, uno stato democratico, assetato di libertà, è alla mercè di cattivi coppieri e troppo 
s’inebria di schietta libertà, allora, a meno che i suoi governanti non siano assai miti e non concedano
grande libertà, li pone in stato d’accusa e li castiga come scellerati e oligarchici.  E coloro che 
ubbidiscono ai governanti li copre d’improperi trattandoli da gente contenta di essere schiava e buona 
a nulla, mentre loda e onora privatamente e pubblicamente i governanti che sono simili ai governati e i
governati che sono simili ai governanti. Non è inevitabile che in uno stato siffatto il principio di libertà
si allarghi a tutto?  
 
E così, mio caro, vi nasce l’anarchia e si insinua nelle dimore private e si estende
fino alle bestie.  Per esempio, il padre si abitua a rendersi simile al figlio e a temere i figlioli, e i figlio
simile al padre e a non sentire né rispetto né timore dei genitori, per poter essere libero; e che il meteco si parifica al cittadino e il cittadino al meteco, e così dicasi per lo straniero.  A questo si aggiungono altre bagabagattelle, come queste: in un simile ambiente il maestro teme e adula gli scolari, e gli scolari s’infischiano dei maestri e così pure dei pedagoghi.  In genere i giovani si pongono alla pari degli anziani e li emulano nei discorsi e nelle opere, mentre i vecchi accondiscendono ai giovani e si fanno giocosi e faceti, imitandoli, per non passare da spiacevoli e dispotici.  Però, mio caro, l’estremo della libertà cui la massa può giungere in un simile stato si ha quando uomini e donne comperati sono liberi tanto quanto gli acquirenti.  
 
E quasi ci siamo scordati di dire quanto grandi siano la parificazione giuridica e la lbertà nei rapporti reciproci tra uomini e donne.  Consideriamo le bestie soggette agli uomini:  nessuno potrà persuadersi, senza farne esperienza, di quanto siano più libere qui che in un altro stato.  Le cagne, per stare al proverbio, sono esattamente come le loro padrone; e ci sono cavalli e asini che, abituati a camminare in piena libertà e solennità, cozzano per le strade contro i passanti, se non si scansano. E dappertutto c’è questa libertà.  Ora non pensi quanto l’anima dei cittadini si lasci impressionare dal sommarsi di tutte queste circostanze insieme raccolte, al punto che uno, se gli si prospetta anche la minima schiavitù, si sdegna e non la tollera? E tu sai che finiscono con il trascurare del tutto le leggi scritte o non scritte, per essere assolutamente senza padroni.  Ecco dunque, mio caro, qual è a mio parere l’inizio, bello e gagliardo, donde viene la tirannide. Quell’identico morbo che, sorto nell’oligarchia, l’ha portata a rovina, sorge anche nella democrazia nascendo dalla licenza, e, più intenso e forte, la riduce schiava.  In realtà ogni eccesso suole comportare una grande trasformazione nel senso opposto.
L’eccessiva libertà, sembra, non può trasformarsi che in eccessiva schiavitù, per un privato come per uno stato.  
 
E’ naturale quindi che la tirannide non si formi da altra costituzione che la democrazia; cioè, a mio avviso, dalla somma libertà viene la schiavitù maggiore e più feroce.  Ebbene, parlando di quel morbo intendevo dire la classe degli uomini oziosi e spendaccioni.  Di essi il gruppo più coraggioso dirige, il più codardo segue; sono quelli paragonati a fuchi, gli uni forniti, gli altri sforniti di pungiglioni. Ora questi due gruppi, quando sorgono, producono turbamenti in qualunque costituzione, come nel corpo il catarro e la bile; e il bravo medico e il bravo legislatore di uno stato, non meno che l’apicultore sapiente, devono fare attenzione per tempo a questi due mali, cercando anzitutto che non insorgano, e, se insorgono, che siano tagliati via al più presto insieme con i favi stessi. “
 
Da  ‘ La Repubblica ‘, VIII,  di  Platone
Da Padova in linea Antonio Famularoultima modifica: 2013-02-10T13:10:12+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Il poeta-scrittore liparoto Davide Cortese invitato al “luogo storico della cultura italiana ed europea”

dcortese1.jpgMercoledì 6 febbraio 2013 alle ore 17 presso la Biblioteca Vallicelliana di Roma, luogo storico della cultura italiana ed europea, si terrà un incontro sul tema: “Chi uccide la Poesia? I lettori o le case editrici?”. Animerà il dibattito Elio Pecora. Interverranno i poeti Davide Cortese e Roberto Maggiani. Coordinerà Eugenia Serafini. La manifestazione sarà patrocinata dal Ministero per i Beni culturali.

Il poeta-scrittore liparoto Davide Cortese invitato al “luogo storico della cultura italiana ed europea”ultima modifica: 2013-02-01T07:02:49+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Il tennis eoliano del 27

tennis.pngDomenica 27 gennaio alle ore 10:00 ai campetti da tennis in Via Falcone e Borsellino si terrà l’atteso spareggio per l’accesso al tabellone regionale di serie C. Di fronte la formazione locale dello Snoopy Club Lipari e la formazione TC Gangi di Palermo. Sarà un’impresa improba per i tennisti eoliani che forti del primo posto del girone sono stati sfortunati nel sorteggio e hanno pescato la prima classificata della provincia di Palermo. La formazione del TC Gangi annovera tra le proprie fila giocatori di categoria superiore rispetto ai nostri. Nonostante la difficoltà dell’impegno la formazione del capitano Emilio La Rosa compostada Fabrizio Finocchiaro, Mario Di Maggio e da Pino Salpietro venderà cara la pelle e farà del proprio meglio per ben figurare. L’incontro prevede la disputa di due singolari (La Rosa e Di Maggio) e due doppi ( i primi due in coppia con Finocchiaro e Salpietro ). Comunque vada la stagione invernale si
chiuderà in maniera positiva per la formazione eoliana che nell’arco di soli 5 anni è riuscita ad issarsi fino allo spareggio regionale. Un grosso in bocca al lupo alla formazione del presidente Fausto Amendola
che continua con passione e abnegazione a praticare questo bellissimo sport.

Il tennis eoliano del 27ultima modifica: 2013-01-25T18:36:33+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Comune di Lipari, canone di locazione

 comune lipari.pngCOMUNE  DI  LIPARI

PROVINCIA  DI MESSINA   

“Eolie, patrimonio dell’umanità”

                                                                                         

VISTA la Legge 9 dicembre 1998, n. 431  che ha istituito tra l’altro il Fondo Nazionale di sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione ;

VISTO il D.M. 7 giugno 1999, con il quale il Ministero dei Lavori Pubblici ha fissato i requisiti minimi  affinché i conduttori possano beneficiare dei contributi integrativi a valere sulle riserve assegnate al Fondo Nazionale ed i criteri per la determinazione degli stessi ;

VISTA la circolare assessoriale 21 dicembre 2012, pubblicata in  G.U.R.S. Parte I n. 3 del 18.01.2013

SI RENDE NOTO

che si accolgono presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune le domande per l’accesso ai contributi integrativi al canone di locazione per l’anno 2011,  così come previsto dall’art. 11 della Legge n. 431/98.

Possono accedere al beneficio tutti i cittadini residenti da almeno un anno nel comune di Lipari che abitino in alloggio in locazione con regolare contratto registrato e che fruiscano di un reddito annuo imponibile complessivo non superiore ad euro 12.153,18 rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14% .

Il contratto di locazione deve coincidere con la residenza del nucleo familiare richiedente.

Possono accedere al contributo i cittadini extracomunitari residenti da almeno 10 anni nel territorio nazionale o da almeno cinque anni nel territorio della Regione Siciliana e che siano in possesso di regolare carta o permesso di soggiorno.

     Gli interessati dovranno far pervenire  al Comune di residenza la seguente documentazione entro il 22 marzo 2013 :

1.  domanda predisposta su apposito modulo, disponibile presso l’ufficio servizi sociali dell’Ente

2.  copia del contratto di locazione, valido per il 2011, completo degli estremi di registrazione

3.  certificato di residenza o autocertificazione

4.  dichiarazione dei redditi presentata nell’anno 2012 (relativa ai reddito prodotto dall’intero nucleo familiare nell’anno 2011)

5.  certificato storico di residenza nel territorio nazionale o regionale (per i cittadini extracomunitari) ;

6.   carta o permesso di soggiorno in corso di validità .

Sono escluse dal beneficio le locazioni per finalità turistiche e quelle relative agli alloggi di edilizia economica e popolare.

L’entità dei contributi da corrispondere agli aventi diritto sarà fissata a seguito erogazione del finanziamento da parte del competente assessorato regionale, secondo un principio di gradualità che favorisca i nuclei familiari con i redditi più bassi e con elevata soglia di incidenza del canone di locazione sul reddito percepito.

E’ fatta salva la possibilità di incremento dei limiti di reddito nelle situazioni previste dal D.M. LL.PP. 7 giugno 1999.

Dalla Residenza Municipale , 23 gennaio 2013   

                                                                                                                                                                                    Il Responsabile del servizio
(dott.ssa Matilde Pajno)

Comune di Lipari, canone di locazioneultima modifica: 2013-01-23T13:48:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari, dalla Residenza Municipale

gbivianopiccola2.jpgdi Giacomo Biviano*

Si informa che al link http://www.siciliafuturo.it/content/bandi-aperti/misura4-2/index.asp la Regione Siciliana ha pubblicato un Avviso volto a sostenere una professionalizzazione di alto livello per i laureati più meritevoli.

L’Avviso indica i requisiti, le modalità ed i termini di presentazione nonché i contenuti e i criteri di ammissibilità e classificazione delle domande di borse di studio per la partecipazione a Corsi di alta formazione post lauream (master universitari, corsi specialistici, ecc.) offerti da Università italiane pubbliche e private, da Università straniere di comprovato prestigio internazionale nonché da centri di ricerca, operanti al di fuori del territorio siciliano.

Le domande dovranno essere presentate, a pena di inammissibilità, secondo le modalità che prevedono una preliminare compilazione su apposito sito Internet e la successiva trasmissione mediante apposita procedura informatica, entro le ore 14.00 del 30 gennaio 2013. Le risorse messe a bando sono ripartite, nell’ambito di tre cicli di avvisi, tra le seguenti aree disciplinari, secondo le percentuali di seguito riportate:

1. Ingegneria, matematica, fisica, informatica, chimica, geologia, scienze marine, biologia, biomedicina, biotecnologie, statistica, per il 35%;

2. Medicina, architettura, pianificazione urbana, economia, scienze turistiche, management, scienze naturali, scienze agrarie e veterinarie, per il 35%;

3. Scienze umanistiche e lingue, per il 7%;

4. Diritto, scienze sociali, scienze della comunicazione e dell’informazione, per il 16%;

5. Beni artistici (con particolare attenzione alle tecnologie per la protezione, il mantenimento e l’ottimizzazione delle risorse storiche ed archeologiche) e culturali (incluse la musica e il design), per il 7%.

*Assessore Comune di Lipari

Lipari, dalla Residenza Municipaleultima modifica: 2013-01-11T17:48:58+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Da Stromboli in linea Vittorio Ioppolo

di Vittorio Ioppolo

Stromboli è ufficialmente in eruzione da oggi pomeriggio. E c’è anche la strombolifuoco5.jpgcolata…

Da Stromboli in linea Vittorio Ioppoloultima modifica: 2012-12-23T20:53:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Eolie, altra giornata di isolamento. A Ginostra scarseggiano i generi di prima necessità

anavesiremarpiccola.jpgLipari – Alle Eolie continua il calvario dell’isolamento. Forti raffiche di vento provenienti da nord-nord ovest con mare che ha anche raggiunto forza 7, hanno bloccato aliscafi e traghetti nei porti. Le isole sono prive di collegamenti marittimi. Situazione sempre piu’ critica nelle isole minori che negli ultimi dieci giorni hanno avuto solamente qualche corsa di linea. A Ginostra, borgo di Stromboli, scarseggiano generi di prima necessità e farmaci. Tutte sospese le gare di calcio e di pallavolo.

Eolie, altra giornata di isolamento. A Ginostra scarseggiano i generi di prima necessitàultima modifica: 2012-12-09T08:26:48+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Trasporti, accordo Rolls Royce-Lauro per nuovo traghetto a gnl

lauro2.jpgRolls Royce, società di fornitura di sistemi di propulsione, ha siglato un accordo con la società armatrice Lauro Shipping per sviluppare un innovativo traghetto alimentato a gas naturale liquefatto basato sul pluripremiato sistema Environship di Rolls Royce, un insieme di soluzioni tecnologiche mirate a limitare consumi ed emissioni e a migliorare le prestazioni in mare.

“Con questo accordo – si legge in una nota – per la prima volta una società armatoriale utilizzerà il sistema Environship per un’unità passeggeri. Questa intesa segue quelle concluse per la fornitura di navi cargo che beneficiano della tecnologia Rolls-Royce che ridurrà le emissioni di CO2 fino al 40% rispetto alle unità simili con propulsione diesel”.

Lauro Shipping è uno dei maggiori operatori di traghetti in Campania e assicura connessioni veloci con le isole di Capri e Ischia ed è specializzato in high speed ferries. La compagnia ha recentemente acquisito Siremar, società che opera collegamenti marittimi con la Sicilia. “Questo accordo copre lo sviluppo del
progetto di base di una nuova classe di unità e sarà estendibile a imbarcazioni di taglie differenti. Rolls-Royce e Lauro Shipping svilupperanno congiuntamente il progetto, prima di scegliere un cantiere per la definitiva realizzazione”, spiega Rolls Royce.

Trasporti, accordo Rolls Royce-Lauro per nuovo traghetto a gnlultima modifica: 2012-11-27T10:32:44+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Eolie&Compagnia delle Isole

di Giuseppe Vassallo

aliscafosiremarpiccolo.jpgIl movimento Vento Eoliano ha sempre ritenuto  fondamentale che gli orari dei vettori marittimi della tratta Eolie –Milazzo e viceversa, debbano esser concordati con le Amministrazioni dei quattro comuni eoliani, considerato che tale concertazione  garantirebbe la contiguità del territorio che esse rappresentano.

Pertanto l’imposizione dei nuovi orari invernali ad opera della Compagnia delle Isole-Siremar – nella fattispecie la soppressione della corsa vitale delle ore 7.00 nel giorno di domenica ed il posticipo  della stessa alle ore 7.25 nel giorno di mercoledì- appare del tutto arbitraria e fuor di luogo.

Invero risulta  indispensabile che la predetta corsa sia effettuata alle ore 7.00 per pendolari lavoratori e studenti, ma anche per coloro si rechino al di fuori del nostro comprensorio per motivi di salute, lavoro, svago e  non ultimo per coloro  che la domenica mattina devono partecipar a manifestazioni agonistiche sportive.

Preso atto che, anche su sollecitazione del Vento Eoliano, il Sindaco ha convocato un riunione con la Compagnia delle Isole, si ritiene doveroso da parte dell’Amministrazione l’indizione di un Forum aperto alla cittadinanza con i rappresentanti dei quattro comuni ,al fine di poter muover congiuntamente, nelle giuste sedi, le ragioni dell’intera comunità, al fine di ripristinare al più presto, la corsa in oggetto e recepire ulteriori proposte atte al viver meglio la condizione di insularità nella stagione invernale.

Inoltre si vuole conoscere il motivo delle mancate risposte delle missive avanzate dal Sig. Sindaco di Lipari  e dall’Assessore ai trasporti marittimi divulgati nelle varie sedi ed opportunamente sponsorizzate nei notiziari on-line, ritenendo ingiustificato il silenzio della    Compagnia delle Isole, ove  alcuni eoliani sono  soci azionari. 

Altresi’ il movimento Vento Eoliano intende conoscere le funzioni della neonata commissione trasporti, ritenendo ingiustificato il silenzio a riguardo della questione in oggetto ritenuta di primaria importanza;  ritiene inoltre che l’intero Consiglio comunale debba esser messo a conoscenza del regolamento d’istituzione di tale commissione, anche essa pubblicizzata a scopo propagandistico nei vari giornali on-line  e mai promossa in consiglio comunale.

Il movimento Vento Eoliano , gia’ favorevole all’istituzione della Commissione trasporti, ritenenuta indispensabile al fine di evidenziare  disservizi ed al fine di ergersi a strumento di garanzia dell’intera comunità nei confronti delle diverse Compagnie di navigazione, non tollerera’  la mancanza di confronto con l’intera opposizione in consiglio comunale su quelli che sono i temi vitali di chi vive il nostro Arcipelago, riservandosi pertanto, da oggi in particolar modo, un ruolo di opposizione intransigente con tutti gli strumenti a sua disposizione, riservandosi , come gia’ fatto a Giugno scorso nel corso della manifestazione “Eolie come Capri “ di porre in essere forme di protesta eclatanti.

Eolie&Compagnia delle Isoleultima modifica: 2012-11-16T09:55:30+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Da Melbourne in linea Santino Trimboli

STRIMBOLIJUVEPICCOLA.jpgdi Santino Trimboli

Superato lo choc per l’inaspettata sconfitta con l’Inter (mi è dispiaciuto soprattutto per il Papello,  immagino la sua sofferenza a Torino…) vorrei dire a tutti gli interisti che in questi giorni mi hanno “bombardato” e come si dice “fatto i chiova”, non vi preoccupate che ce la giochiamo fine all’ultima giornata. Un caro saluto a parenti e amici e soprattutto al Papello (Pino non ti abbattere e tieni duro…).

Da Melbourne in linea Santino Trimboliultima modifica: 2012-11-11T12:12:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

C’E’ POSTA PER “IL NOTIZIARIO”

Gentile direttore,

email6.jpgda qualche giorno a Quattropani, vicino la strada provinciale c’è un cane che sta male. E’ in agonia. Ha bisogno di essere soccorso e curato. Ho telefonato ai carabinieri, alla polizia municipale e mi dicono che la competenza è dell’Asp 5 di Messina. Sono già trascorsi alcuni giorni e ancora nessuno interviene. Dove sta la sensibilità? Siamo ridotti a questo punto? Mi chiedo: deve morire? Grazie per l’ospitalità

Lettera firmata

C’E’ POSTA PER “IL NOTIZIARIO”ultima modifica: 2012-10-13T20:42:50+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Filicudi, uomini e pietre

filicudi.jpgFilicudi – Le voci dell’isola raccontano le storie di ‘mastri’ lavoratori di pietre, costruttori di muri a secco, strade e scalini in pietra, famosi per la loro maestria nella lavorazione delle Pietre di Mulino, fondamentali per l’economia di Filicudi e delle altre Eolie. Scultori, mastri, artisti, parlano del rapporto con le ‘loro’ pietre in un’isola interamente composta di pietre. Pietre che, nonostante le erosioni e i terremoti, ‘sono’ Filicudi da millenni. Sono figure sulle quali si è costruito un patrimonio di racconti, mitici o reali, come quella di Saro Taranto, mastro-filosofo, immortalato nel racconto “Le Pietre di Mulino” di Elio Zagami.

Filicudi, uomini e pietreultima modifica: 2012-10-08T08:14:10+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Da Ginostra in linea Gianluca Giuffrè

ggiuffre.jpgdi Gianluca Giuffrè

Gentilissimo sindaco, La presente per porre la sua attenzione su alcune problematiche che stanno a cuore  alla comunità di Ginostra ed ai turisti, sempre più numerosi, che frequentano quello splendido paradiso. Sarebbe necessario effettuare alcuni interventi di manutenzione e ripristino di alcune stradine principali della frazione. Stradine completamente dissestate e pericolose che in alcuni punti presentano tratti di condutture elettriche e dell’acquedotto completamente dissotterrate. 

Sarebbe,  inoltre,  necessario ripristinare e pulire i due sentieri che da Ginostra conducono ai crateri dello Stromboli al fine di agevolare il turismo escursionistico ed il lavoro delle guide. Si dovrebbe garantire un regolare funzionamento ed una efficiente gestione dell’acquedotto attraverso anche il potenziamento dei serbatoi  in località Timpone che risultano piccoli, insufficienti e danneggiati. Per il potenziamento dei serbatoi bisogna verificare se presso gli uffici comunali vi è già in corso qualche intervento specifico. Si dovrebbe verificare se esiste un finanziamento per il progetto di messa in sicurezza della stradina Ginostra – Lazzaro. Sentiero naturalistico tra i più belli delle Eolie e percorso ogni anno da migliaia di turisti.

Si dovrebbe verificare l’iter del secondo lotto dei lavori di messa in sicurezza dell’approdo di Protezione Civile di Ginostra. Pare che il progetto sia già stato finanziato dal dipartimento nazionale di Protezione Civile. Si dovrebbe organizzare, possibilmente entro Ottobre, una corsa speciale della nave dei rifiuti per il prelievo dei materiali ferrosi. Certi di un suo riscontro e dell’invio in loco di un tecnico comunale per verificare quanto sopra esposto, desideriamo, intanto, ringraziarla per gli interventi posti in essere dalla sua amministrazione durante l’estate appena trascorsa. Per la prima volta Ginostra si è presentata all’apertura della stagione turistica pulita. I turisti ed i residenti hanno potuto apprezzare l’opera di disserbamento di strade e sentieri che  sono stati ripuliti dopo anni che non lo si faceva più. Apprezzata è stata anche la sua ordinanza per regolamentare l’uso delle carriole meccaniche che ha garantito il silenzio a cui è abituata la frazione specie  in certi orari. Da non dimenticare, infine, il suo intervento per il ripristino dei fari del pontile che ha reso possibile l’attracco dei mezzi di linea nelle ore notturne.

*Presidente club ‘ Amici della Terra ’ delle Isole Eolie

Da Ginostra in linea Gianluca Giuffrèultima modifica: 2012-09-23T19:44:24+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari. La segnalazione

 

  •  di Ramona Agrip
  •  
  • Ragazzine di 13 e 14 anni che venite a fare i test di gravidanza al bar, lasciandoli poi in bella vista?
Lipari. La segnalazioneultima modifica: 2012-08-13T10:40:55+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari, appello per un giovane di Quattropani. Non si hanno notizie da ieri mattina

di Claudio Biviano

LBIVIANO.jpgE’ sparito il giovane Lorenzo Biviano, l’ultima volta è stato visto domenica mattina alle 04:00 circa a Vulcano…. Vi prego, chiunque era con lui o lo abbia visto ci dia notizie al più presto… Grazie.

Lipari, appello per un giovane di Quattropani. Non si hanno notizie da ieri mattinaultima modifica: 2012-07-24T08:35:19+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari, il lettore domanda monsignor Gaetano Sardella risponde

sardella.jpgCaro Direttore,
 
probabilmente la lettera della signora Anna Genovese di Messina non meriterebbe risposta se non fosse per la pubblicità  all’ “orribile facto” che detta signora avrà fatto in quel di Messina. Già il 4 giugno ne aveva parlato al suo parroco, poi ne avrà parlato al te delle amiche, poi alla riunione delle dame di S.Vincenzo, poi,poi, poi…Ed avrà detto che era una cosa bruttissima fatta nella casa di Dio, che non capiva perchè i liparesi permettessero una cosa così orribile per cui lei provava disgusto, che spera che lo Scempio ( con la maiuscola) sia revocato presto..
 
Chi ha letto la lettera e non è di Lipari avrà sicuramente detto. “Gesù mio, anche a Lipari”, e chissà che cosa si sarà immaginato con tutto quello che si legge sui giornali. Vorremmo tranquillizzarlo: la Chiesa non c’entra affatto e nemmeno la chiesetta del pozzo che è aperta tutto il giorno per chi vuole pregare e sostarvi in tranquillità e silenzio. Il problema riguarda il piccolo antiingresso della sacrestia ( due metri per uno) – situato sulla fiancata della chiesetta tanto che la signora Genovese, salendo, non si era nemmeno accorta, come scrive, che la porta facesse parte dello stesso immobile – che visto che per l’estate non sarà utilizzato (perchè non sarà utilizzata la sacrestia) non essendoci celebrazioni, il parroco ha pensato di consentire ad alcuni ragazzi volenterosi di farne un punto di appoggio per la vendita dei ticket per le escursioni alle Eolie.
 
Punto di appoggio vuol dire che vi sono appese delle foto delle nostre spiagge e la sera. finita la vendita, i ragazzi vi ripongono i pannelli e le due sedie che per tutto il giorno stazionano sul marciapiede. Dove lo scandalo? L’antingresso della sacrestia è luogo sacro? Utilizzarlo per una piccola attività economica di ragazzi volenterosi è Scempio? Dimenticavo di dire che il parroco ha dato il localino in comodato gratuito ed ha voluto, proprio per evitare scandali montati ad arte, che fosse registrato.
Ma come canta Fabrizio D’André ci sono com ari che “si sentono come Gesù nel tempio”… ecc. ecc.
Cordiali saluti
 
Monsignor Gaetano Sardella
Lipari, il lettore domanda monsignor Gaetano Sardella rispondeultima modifica: 2012-06-06T17:39:11+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Salina, gran successo per la regata “Eolian Sailing Week”

Eolian Sailing Week: i risultati finali. La fotogallery da Salina

Salina – Si è concluso a Salina l’Eolian Sailing Week, manifestazione che quest’anno ha raggiunto un successo senza precedenti affermandosi ormai come un classico dell’altura mediterranea. L’ultima prova in programma è stato un bastone con aria intorno agli 8 nodi, in rotazione a sinistra nella prima parte del campo e a destra sul bordo verso Lipari.

Lavoro duro come sempre per i tattici impegnati nelle regate tra le Isole Eolie, che devono fare i conti con un vento sempre imprevedibile come intensità e direzione. Conclusa l’ultima prova è tempo di stilare i risultati: Nel Gruppo A la vittoria finale va ad Ars Una, la seconda posizione a Curaddau, quindi, ottimo terzo, Giorgio Fabbri suCochina. Nel gruppo B la vittoria va a Three Sisters, ma è Campione Nazionale d’Area Squalo Bianco di Concetto Costa su Wolverine di Giacomo Dell’Aria e Alvarosky di Siculiana. Nella divisione regataCattivik regola Acchiappasogni di Ugo Polizzotti. Il Campionato delle Eolie Gran Crociera va a Mago Blu, davanti ad Oxidiana di Ignazio Cusimano e Bluette. Prossimo importante appuntamento il Campionato Italiano. Secondo normativa si qualificano per la categoria più grande Ars Una e Curaddau, mentre per il Gruppo B il premio della qualificazione va oltre che ai primi tre anche a Cattivik e ad Harahel di Lucio di Mauro. Appuntamento rinnovato per l’anno prossimo, per tornare a regatare in questo scenario incantato.

Per le foto si ringrazia Vivienne Nuccio

Salina, gran successo per la regata “Eolian Sailing Week”ultima modifica: 2012-05-02T09:03:41+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Da Cagliari in linea Felice D’Ambra

fdambra12.JPGdi Felice D’Ambra

Turismo & Crociere.

Grande delusione e grande dolore a Cagliari per la Costa Concordia che sarebbe dovuta attraccare al molo crocieristico per imbarcare 140 passeggeri in partenza ieri (mercoledì18) con la stessa nave per il Mediterraneo. Dolore e cordoglio generale sia per le vittime e grande apprensione per le persone che mancano all’appello, sia a Cagliari che in tutta la Sardegna. Oltre al dolore, la Città Fenicia si domanda cosa succederà nel futuro. In precedenza al molo di Cagliari sino alla scorsa settimana approdavano dalle 10 alle 12 navi da crociera e così di seguito fino ad aprile p.v.

Certamente la Città di Cagliari non può confondere la perdita delle vite umane e il proseguimento delle attività crocieristiche che sicuramente perderebbero un volano economico non indifferente per una Compagnia considerata la prima in Europa e che vanta una flotta di 25 navi da crociere (meno la Costa Concordia che ci si augura di salvare). La Città di Cagliari, Capitale marinara del Mediterraneo attende notizie dalla Compagnia mentre il Senatore Pier Giorgio Massidda, Presidente del Consorzio dei porti cagliaritani, che da qualche mese ha lasciato lo scanno del Senato della Repubblica per dedicarsi anima e corpo per il turismo crocieristico, spera che altre navi della Compagnia possano continuare il cammino di Costa Concordia e proprio domani partirà alla volta di Venezia per convincere altre compagnie del polo crocieristico Internazionale ad usare il magnifico porto di Cagliari Città turistica e ospitale per eccellenza. Grosse amarezze e dispiacere anche dei tanti locali che erano frequentati dai turisti che sbarcavano nella città Fenicia, dove molti restavano aperti a disposizione dei crocieristi soprattutto quelli dei prodotti tipici e artigianato sardo molto apprezzato dai passeggeri Internazionali e locali in transito per le vie cittadine.

Assieme alla grande nave della Costa Crociere l’ammiraglia “Concordia”, ci si augura che non crolli anche il mondo del turismo crocieristico Nazionale e non solo, in caso contrario sarebbe una beffa disastrosa per il comparto turistico non solo sardo.

Dal mio punto di vista, ho sempre apprezzato e considerato quello crocieristico il miglior turismo attuale in assoluto al mondo. La grande nave “Costa Serena”, è ripartita ieri a sostituire la gemella Concordia, ch’era una tra le navi più grandi al mondo, anche se, il merito della più grande in assoluto spetta alla “Allure of the Sea” della Royal Caribbean International, che con i suoi 362metri di lunghezza, 60 di larghezza e 70 metri d’altezza, è capace d’imbarcare 6400 passeggeri sistemati in 2700 cabine assistite da 2400 membri d’equipaggio. Mai come in questi ultimi anni dopo la tragedia del secolo scorso del “Titanic” e dell’Andrea Doria, navi del lusso più sfrenato, il turismo crocieristico, grazie all’alta tecnologia, alla grande professionalità di maestranze ed esperti di tutti i settori coinvolti al completamento organizzativo di prestigio, provenienti da tutte le parti del mondo e tutti uniti per uno scopo ben preciso: offrire un turismo di classe, qualità superione e un turismo a buon mercato per sbalordire gli ospiti con un’organizzazione che non ha eguali e che ha avuto un gran successo mondiale con un alto gradimento di passeggeri.

Per esperienza professionale e curiosità in questo mondo turistico di grande attrattiva internazionale ho effettuato una crociera di 15 giorni sulla Costa Romantica. La nave era in partenza da Genova e dopo Malaga e Madeira (Funchal), l’ultimo porto, cinque giorni di assoluto oceano Atlantico e attraverso le Isole Bahamas, per sbarcare a Miami. Ho avuto modo di apprezzare e criticare alcune cose che da occhio esperto notavo. Di certo non ho fatto una crociera per mangiare alla grande o per gustare pietanze particolari inesistenti, ma in compenso notavo la soddisfazione dei passeggeri (e questo mi bastava per capire quello che vuole il turista, mangiare a quattro ganasce e quando vuole) che si abbuffassero a tutte le ore e per loro, la crociera è stata meravigliosa, divertente, soddisfatti e questo ha la sua grande importanza, “soddisfare”.

Quanto è successo alla Costa Concordia è sotto gli occhi di tutto il mondo ed ha dell’incredibile e lascia chiunque perplesso per come è avvenuto l’impatto e per il ritardo. Vedendo le scene alla TV o al Computer ti viene spontaneo criticare il Comandante Stecchino e la disorganizzazione. Ma la realtà dei fatti e di quanto è successo, ritorna alla mente di tutti l’errore umano della precedente e grossa tragedia del Titanic e di Andrea Doria del secolo scorso. Secondo il mio punto di vista, anche sulla Costa Concordia, l’errore umano si è ripetuto, anche se non doveva succedere, è accaduto, forse a causa della negligenza, del caso o del destino, fortunatamente non ci sono stati tutte quelle vittime di allora e si spera di ritrovare le persone che mancano all’appello. Poiché non sta a noi giudicare, ma soltanto esprimere il dispiacere per le vittime e sperare di ritrovare le persone che mancano all’appello possiamo esprimere soltanto un’opinione personale, la giustizia degli uomini si pronuncerà in merito, come la giustizia divina. Ma ora tutti coloro che seguono queste grandi opere devono raccogliere i frutti dell’assurda tragedia che ha sconvolto il mondo intero, trarne le conclusioni più adatte e fare in modo che questi avvenimenti, non avvengano mai più. La vita c’insegna i comportamenti, sta a noi tutti recepirli e farli recepire, rispettando gli altri.

Da Cagliari in linea Felice D’Ambraultima modifica: 2012-01-21T08:25:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari, sono due gli assessori dimissionari. Dopo Anna Spinella, tocca a Ivan Ferlazzo. E di mezzo c’è sempre l’incompatibilità

iferlazzo.jpgLipari – Dopo Anna Spinella si è anche dimesso l’assessore alla pubblica istruzione Ivan Ferlazzo. Ha rassegnato il mandato con una lettera inviata al sindaco ove ha parlato di “motivi personali”. In realtà, ci sarebbe anche l’incompatibilità perchè componente della cooperativa “Il Quadrifoglio” che ha rapporto di lavoro con il Comune di Lipari. Va ricordato che per incompatiiblità si era già dimessa l’assessore Spinella che alla luce della nuova legge elettorale non può piu’ ricoprire il mandato perchè in consiglio comunale tra i componenti vi è il suocero Lelio Finocchiaro. Il sindaco Mariano Bruno potrebbe procedere alla sostituzione dei due assessori la prossima settimana.

Lipari, sono due gli assessori dimissionari. Dopo Anna Spinella, tocca a Ivan Ferlazzo. E di mezzo c’è sempre l’incompatibilitàultima modifica: 2012-01-14T16:51:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari, a Canneto nel mirino degli ignoti ladruncoli anche l’albergo dell’ing. Cassiano

befana4.jpgLipari – Anche l’albergo dell’ingegnere Oscar Cassiano è finito nel mirino degli ignoti ladruncoli. L’altro ieri notte hanno tentato di forzare l’ingresso principale, danneggiando la serratura dell’hotel, situato nella via Cesare Battisti. L’abergo è chiuso, il proprietario è fuori sede e non è stata presentata la denuncia ai carabinieri.

Lipari, a Canneto nel mirino degli ignoti ladruncoli anche l’albergo dell’ing. Cassianoultima modifica: 2012-01-06T19:28:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari, è deceduto Andrea Angelo Cannistrà

candela lutto.pngLipari – E’ deceduto Andrea Angelo Cannistrà.

Aveva 58 anni.

Ai familiari le nostre condoglianze.

Lipari, è deceduto Andrea Angelo Cannistràultima modifica: 2011-12-26T13:50:32+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari. Sportello di Ascolto

Di Giuseppina Leolie 3.jpgorizio

La “Cooperativa Margherita” di Lipari, nell’ambito delle offerte migliorative previste nelle azioni progettuali  in convenzione con il Distretto Socio – Sanitario n. 25 Isole Eolie” ,“Il mondo salvato dai ragazzini” ed i “Servizi  Socio – Ricreativi e culturali  – Laboratori artistici”  in collaborazione  con gli Istituti Comprensivi Lipari 1 e Lipari 2, comunica l’apertura dello “Sportello di Ascolto”, rivolto ai minori diversamente abili, ai pre–adolescenti ed agli adolescenti, ma aperto anche ai genitori ed ai docenti.

Lo “Sportello ascolto“ consiste nella creazione, all’interno della scuola di un apposito spazio in cui, delle figure professionali ben specifiche, in giorni ed orari stabiliti saranno disponibili all’ascolto, per ragazzi, le loro famiglie e gli insegnanti.

Uno spazio di consulenza è un’opportunità preziosa, perché permette di accendere i riflettori sull’importanza che ha la relazione con l’altro, l’ascolto del disagio, delle problematiche che stanno alla base di molte difficoltà scolastiche e relazionali.

Lo sportello è attivo:

presso i locali della Scuola Elementare di Lipari
il martedì dalle 14,30 alle 16,30; 
venerdì dalle 15,30 alle 17,30 

presso i locali della Scuola Media di Lipari;
il giovedì dalle 10,00 alle 12,00;

presso i locali della Scuola Media di Canneto
il giovedì dalle 15,30 alle 17,30.

Lo sportello di Ascolto adolescenti è attivo anche on–line, su Facebook, dove hanno già aderito circa 550 ragazzi.

Lipari. Sportello di Ascoltoultima modifica: 2011-11-28T20:10:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Regione&mare…che passione

astrombolipiccola.jpgDa oggi e’ consultabile online la prima edizione della brochure mare … che passione ! . Realizzata in collaborazione con gli operatori charter, diving e porti turistici della Sicilia che hanno aderito alla iniziativa dell’assessorato al Turismo, la brochure ha l’obiettivo di rafforzare l’offerta turistica mare rendendo visibile le varie proposte presenti sul territorio. Si tratta di tre mappe che illustrano tre itinerari: Mappa 1: Nord e Isole Eolie Mappa 2: Sud/Est e Isole Pelagie Mappa 3: Sud/Ovest, Isole Egadi e Isole Pelagie Le brochure sono realizzate in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo. Per trovarla: www.regione.sicilia.it/turismo – sezione: Sicilia per il turista – sotto-sezione brochure oppure sotto-sezione Il mare e le isole

Regione&mare…che passioneultima modifica: 2011-11-28T14:03:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari, è deceduto Gaetano D’Ambra

Lipari – E’ deceduto Gaetano D’Ambra.

Aveva 67 anni.

Ai familiari e in particolare al fratello Nino le nostre condoglianze.

Lipari, è deceduto Gaetano D’Ambraultima modifica: 2011-11-11T14:22:44+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari&Punto nascite. “Filo diretto” Alessandra Siragusa-Saverio Merlino

asiragusa.jpgdi Alessandra Siragusa*
 

E’ un punto e mezzo a vostra favore.

*Parlamentare nazionale Pd

SICILIA: PUNTI NASCITA, NUOVO TESTO DECRETO PREVEDE DEROGHE.
 
(ASCA) – La VI Commissione Legislativa dell’Assemblea regionale presieduta da Giuseppe Laccoto,  nella seduta odierna ha esaminato, con l’Assessore regionale  per la Salute, Massimo Russo, le indicazioni programmatiche sulla rimodulazione dei punti nascita in Sicilia al fine di definire le modifiche da apportare al relativo decreto assessoriale. Dall’incontro e’ emerso che il decreto sui punti nascita sia modificato prevedendo un graduale percorso attuativo, darealizzarsi entro un anno, in modo da consentire ai direttori generali di poter assicurare entro il 30 giugno 2012 l’attivazione di tutti i supporti tecnici, organizzativi e di organico necessari ai punti nascita con almeno 500 parti/anno valutando successivamente ed entro il 2012 le eventuali deroghe che si rendessero necessarie per i punti nascita da disattivare.Al fine di consentire adeguate soluzioni per le esigenze delle gravide delle Isole minori, in particolare per Lipari e Pantelleria, si e’ convenuto di inserire il potenziamento dei relativi servizi nell’ambito del progetto speciale per le Isole minori italiane che sara’ definito dal ministero della Salute con uno stanziamento complessivo di 20 milioni.
Lipari&Punto nascite. “Filo diretto” Alessandra Siragusa-Saverio Merlinoultima modifica: 2011-10-26T08:34:23+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari&ospedale. Domani il decreto di Russo per la chiusura del punto parto?

ospedalepiccola.jpgIn Sicilia chiuderanno 23 reparti di Ostetricia e Ginecologia. Il motivo? Non superano il numero di 500 parti l’anno e per questo non sono considerate strutture sicure. Tra questi vi è anche il punto parto dell’ospedale di Lipari. Il decreto è già pronto e domani dovrebbe essere firmato dall’assessore regionale alla sanità Massimo Russo. La notizia è stata diffusa in un servizio di Luigi Salerno per Tgs (TelegiornalediSicilia).

La cosa assurda e incredibile è che come ha già denunciato il deputato regionale dell’Udc Giovanni Ardizzone alcuni punti parti in terraferma con meno di 500 parti, dovrebbero essere salvati. Ah la politica…(bl)

Lipari&ospedale. Domani il decreto di Russo per la chiusura del punto parto?ultima modifica: 2011-09-27T21:11:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari, Lami&manifestazioni. Dalle 12,30 la “Sagra della Frittata”

smerlino.jpgdi Saverio Merlino

Rilassiamoci tutti….Forse un po di relax e un pomeriggio diverso, in compagnia di tanti amici, può servire ad abbassare i toni in questo nostro paese.
Vi aspetto  a Lami, dalle ore 12.3O in poi per la Sagra delle frittate organizzata dall’Associazione Borgata Lami….

Il programma nel link che segue:

Manifesto tradizioni autunno 2011.pdf

Lipari, Lami&manifestazioni. Dalle 12,30 la “Sagra della Frittata”ultima modifica: 2011-09-18T08:00:32+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Vulcano, questa sera “Mareadanza”

iferlazzo.jpgdi Ivan Ferlazzo*
 
Questa sera domenica 28 agosto alle ore 22 sul porto di levante di Vulcano è in programma “Mareadanza”,spettacolo di musica e danza. E’ organizzato  dal Comune In collaborazione con l’Associazione “Filicudi Wildlife Conservation”
*Assessore Comune di Lipari
Vulcano, questa sera “Mareadanza”ultima modifica: 2011-08-28T09:24:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari&inciviltà

borsamare.JPGLipari – Dalla banchina di Sottomonastero passa una barca a vela e lancia una borsa di rifiuti in mare nonostante le imprecazioni degli ormeggiatori con in testa il presidente Annibale Marturano che hanno assisitito alla incresciosa scena.

Ora c’è da sperare che in zona possa essere avvistato il super yacht che il ministero dell’ambiente ha messo a disposizione del Comune di Lipari per la tutela del mare. E per le prime sanzioni…

Lipari&inciviltàultima modifica: 2011-08-16T18:29:55+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Totò, e io pago…

toto1.jpgLipari – Con determina del dirigente Stefano Blasco sono stati liquidati circa 200 mila euro a favore dell’A.T.O. Me 5 Eolie per l’Ambiente s.r.l. quale canone per servizio raccolta e smaltimento rifiuti espletato nel mese  di maggio 2011, per il trasferimento della spazzatura nella discarica di Mazzarrà S.Andrea e per la rimozione e trasporto di rifiuti speciali e pericolosi abbandonati nell’isola di Vulcano con procedimento in danno di N. V., residente sull’isola.

Lipari – Con determina del diirgente Stefano Blasco è stata impegnata la somma di €. 81.000,00 relativa alla fornitura di due fuoristrada Pick UP, di cui uno allestito con modulo antincendio Aib. A seguito di istanza proposta al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Comune ha avuto concesso un contributo volto al monitoraggio ambientale ed alia prevenzione deIl’inquinamento marino tra cui e prevista un’attivita volta a promuovere la biodiversita nei siti Unesco.

Lipari – Con determina del dirigente Francesco Subba sono stati liquidati in acconto della somma di €. fsubbapiccola.jpg1200 all’avvocato Francesco Leto, per la difesa dell’Ente presso la C.T.P. di  Messina, nel giudizio promossi da: Framon Hotels spa, Siat spa e La Sirenetta Park Hotel srl. Il contenzioso riguarda il pagamento della tassa dei rifiuti (tarsu) 2009 nelle strutture alberghiere.

Lipari – Con determina del dirigente Francesco Subba è stata impegnata la somma di € 300,00, per rimborso spese di giudizio alla società Immobiliare Mediterranea srl, giusta sentenza della commissione tributaria  

 

Totò, e io pago…ultima modifica: 2011-08-08T10:09:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Isole minori&Gal, al via le adesioni

pfinocchiaro.jpgdi Peppe Finocchiaro*

Nel link che segue il manifesto per la raccolta delle adesioni del GAL ISOLE DI SICILIA.
 
*Assessore Affari generali del Comune di Lipari

Manifesto Gal Isole di Sicilia.pdf 

Isole minori&Gal, al via le adesioniultima modifica: 2011-07-30T20:56:51+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Lipari&candidati a sindaco

augustoecompany.JPGLipari – Cena pre-elettorale ieri sera al ristorante “Le Macine”. Alla ricerca di un candidato sindaco: nella foto da sinistra l’avvocato Tommaso Orioles, il direttore dell’Ufficio Postale di Canneto Carlo Profilio, il diplomatico europeo Enzo Silvestro, il direttore de “Il Notiziario” Bartolino Leone, l’albergatore Augusto D’Albora e l’avvocato Giovanni Maggiore. Nonostante la “diplomazia” dell'”eolian-lussemburghese” Enzo Silvestro a fine serata con c’è stata intesa. Il “ballottaggio” aveva riguardato Augusto D’Albora e Carlo Profilio…

Lipari&candidati a sindacoultima modifica: 2011-06-13T09:00:16+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Eolie, sole, mare e…cinema

apreziosirocca.jpgLipari – Nell’ambito della kermesse «Un mare di Cinema» nell’isola di Lipari sarà consegnato il Premio Efesto d’Oro 2011 agli attori Alessandro Preziosi, Graziano Diana, Stefania Rocca e Raul Bova. Tra i titoli in rassegna “Cinema e Risorgimento – 150 anni dall’unità d’Italia: sulla strada dei Mille” e “Cinema – Teatro – Letteratura: Leonardo Sciascia e il Cinedocumentario”.

Prevista anche l’anteprima mondiale di due film in collaborazione con la Twentieth Century Fox (Lipari – Me 9-16 Luglio).

A Salina, il SalinaDocFest dal 20 settembre punterà, per una nuova edizione, a rendere il genere documentario appetibile ad una platea vasta ed eterogenea. L’obiettivo è anche quello di catalizzare l’attenzione sull’isola attraverso un articolato programma di eventi, con ospiti di livello internazionale e incontri, partecipazioni, collaborazioni e gemellaggi con altre iniziative, dall’Italia agli Stati Uniti, dal Sud America al Nord-Africa (Salina – Me 20 – 25 settembre www.salinadocfest.org).
Ce n’è dunque proprio per tutti i gusti… in questa terra di sapori, emozioni e tanto tanto cinema.

Le manifestazioni sono state finanziate dall’assessorato regionale al turismo.

Eolie, sole, mare e…cinemaultima modifica: 2011-06-06T14:17:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo

Rassegna Stampa. Il “Giornale di Sicilia” e le Eolie

gds7.jpgIl Giornale di Sicilia nella pagina Eolie-Milazzo ha pubblicato: Eolie, a rischio oltre 70 costruzioni abusive; sono state realizzate entro i 150 metri dal mare in zona f4 a Lipari, Vulcano e Stromboli (foto). Eolie, vietato entrare cin barconi carichi di turisti nelle grotte piu’ suggestive. Ginsotra, non arriva l’impiegato le poste restano chiuse e Stromboli, lavori a Ficogrande Campopiano è il collaudatore.

Rassegna Stampa. Il “Giornale di Sicilia” e le Eolieultima modifica: 2011-06-05T08:21:00+00:00da leonedilipari
Reposta per primo quest’articolo